Novembre 28, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La Cina è arrabbiata dopo che Taiwan ha aperto un ufficio diplomatico in Lituania

La Cina afferma che la Lituania sarà “responsabile” delle conseguenze che verranno dopo l’apertura di fatto di un’ambasciata per Taiwan nel Paese europeo.

L’ufficio di rappresentanza di Taiwan è stato aperto giovedì nella capitale, Vilnius, nonostante la forte condanna della Cina, che afferma che l’isola di 24 milioni di persone fa parte del suo territorio.

Ad agosto, la Cina si è ricollegata al suo ambasciatore in Lituania ed ha espulso i diplomatici lituani da Pechino per la decisione dello Stato baltico di aprire un ufficio con l’isola autonoma.

Un portavoce del ministero degli Esteri cinese ha affermato venerdì che l’apertura dell’ufficio “mina la sovranità e l’integrità territoriale della Cina” e ha chiesto la sua immediata chiusura.

“Il governo cinese esprime la sua forte protesta e il fermo rifiuto di questo atto estremamente oltraggioso e adotterà tutte le misure necessarie per difendere la sovranità nazionale e l’integrità territoriale”, ha affermato il portavoce.

“La parte lituana si assumerà la responsabilità di tutte le conseguenze di ciò.

Taiwan ha uffici in tutto il mondo, inclusa l’Australia, ma usa il nome della città di Taipei.

Il suo ufficio in Australia è chiamato Taipei Economic and Cultural Office mentre nel Regno Unito è chiamato Taipei Representative Office.

La decisione di utilizzare il nome di Taiwan nel suo nuovo ufficio in Lituania ha portato a minacce da parte di Pechino per i tentativi di indipendenza dell’isola.

“Abbiamo anche questo severo avvertimento alle autorità di Taiwan: cercare l’indipendenza di Taiwan sollecitando il sostegno straniero è un tentativo completamente sbagliato che è destinato a fallire”, ha detto il portavoce.

“C’è solo una Cina al mondo, Taiwan è una parte inalienabile del territorio cinese e il governo della Repubblica popolare cinese è l’unico governo legittimo che rappresenta l’intera Cina”.

La pressione cinese ha ridotto il numero degli alleati diplomatici ufficiali di Taiwan a soli 15.

Il ministero degli Esteri di Taiwan ha affermato che l’apertura dell’ufficio “dipingerà un nuovo e promettente corso” per le sue relazioni con la Lituania.

Il ministro degli Esteri lituano, Gabrielius Landsbergis, ha affermato che il nuovo ufficio fa parte degli sforzi in corso del paese per stabilire più relazioni nella regione.

Landsbergis ha anche indicato che lo stato baltico prenderebbe in considerazione l’apertura di un proprio ufficio a Taiwan.

“Cerchiamo relazioni più strette con l’intera regione dell’Asia, dell’Oceano Indiano e del Pacifico”, ha affermato.

La Lituania ha recentemente aperto un’ambasciata in Australia e un’altra in Corea del Sud, e forse anche un ufficio di rappresentanza a Taipei in futuro.

ABC / AP

READ  Xi Jinping ha affermato alla conferenza dell'ASEAN che la Cina non cercherà l'egemonia nel sud-est asiatico