Settembre 29, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

La carta non è né bianca né nera, siamo grigi: tutto è possibile

Argomento controverso in tutto il mondo. Attuare misure di iniziativa. La campagna è in corso in Svizzera. Meglio tardi che mai. Si dovrebbe fare di più per garantire che sia efficace e che l’immunità della mandria sia raggiunta il più rapidamente possibile?

fatti

In una società in cui le libertà sono favorite, nessuna limitazione – obbligo o divieto – è concepibile. Inoltre, a differenza di altri paesi, in Svizzera non è prevista la vaccinazione obbligatoria. Spesso sono consigliati ma non imposti. “Swiss style”, dirà qualcuno: consigliamo, ma non restrittivo. Metà delle misure? La buona notizia è che hai una scelta. Tuttavia, questo complica un po ‘le cose. A doppio taglio!

In primo luogo, lavoriamo per proteggere la salute della popolazione (blocchi, vaccinazioni, ecc.). Nella seconda fase, prenderemo in considerazione altre domande: cosa ne pensi del beneficio che si otterrebbe grazie ai vaccini, ad esempio? Le questioni economiche non hanno il diritto di avere la precedenza sulla salute pubblica. Come competi per questo?

Tuttavia, il rischio principale di ciò è l’inefficacia. Non abbiamo il senno di poi necessario per trarre conclusioni. Né va sottovalutata la mancanza di partecipazione. In parte, a causa di un eccesso di informazioni. Gli mancano una serie di questioni sociali, nella comunicazione in tempo reale, nelle nuove tecnologie? Una cosa è certa; Sarebbe stato meno complicato qualche decennio fa! Nuotiamo nell’oceano senza nemmeno vedere la terra. Ci siamo persi. Non sappiamo più cosa fare. Sentiamo le contraddizioni. Poiché la persona sospetta cerca di proteggere se stessa e la sua famiglia, eviterà qualsiasi pericolo che consideri troppo grande. Dipende dall’istruzione, dalla cultura e da altri criteri. Qualunque sia la sua visione, la sta trasmettendo e naturalmente vorrebbe seguirla.

Alcune persone supportano. Altri sono contrari. A seconda dei messaggi inviati, si verifica un cambiamento nella tua mente. I nostri pensieri fluttuano. Un’adeguata immunità collettiva della popolazione è una vera sfida. “Sei vaccinato, ma non io!” “Lascia che gli altri provino prima.” Saranno porcellini d’India. Se funzionano bene, ci penserò. “

READ  Calmont. Evidenzia i Pirenei con Betty's Debroyard

Cosa ne pensi della solidarietà per uscire da un lavoro serio? È una mancanza di responsabilità individuale? È sufficiente vaccinare solo chi ne ha più bisogno (i più deboli) per rilanciare l’economia? E se non protegge una o più variabili che potrebbero apparire? Infine, lo facciamo? In caso affermativo, a quali condizioni?

Legge

La vaccinazione è un diritto puramente personale? In Svizzera la vaccinazione non è obbligatoria. Per fare un confronto, la Francia ha elencato 11 vaccini come obbligatori dal 2018.

“I nostri poteri sono, infatti, limitati a raccomandare vaccinazioni a determinati gruppi di persone”, secondo la legge federale sul controllo delle malattie trasmesse all’uomo.

“La vaccinazione è un intervento medico sull’integrità fisica di una persona. La vaccinazione è consentita solo con il consenso”: Segui i miei articoli sui diritti politici di tuttiUna voce disprezzata, la vita di una vittima E il Ha senso l’universalità del diritto di voto?), La questione è se l’interessato sia in grado di distinguere e in che misura, in tal caso? Il problema: la legge non fa questa differenza, sì o no. In caso negativo, viene presa in considerazione la sua opinione personale o l’opinione del fiduciario è valida in tutte le circostanze? Può davvero mettersi nei panni della persona e non tener conto delle sue convinzioni personali? Faccio questo punto per definire il più complesso dei nostri.

Cosa fai alla luce dei rischi?

Evoluzione a tempo di record. Marketing urgente. Il processo di produzione è più veloce che mai. è spaventoso. Ci sono molte incognite sul vaccino Covid-19, soprattutto per quanto riguarda i decessi e altre conseguenze.

È sufficiente rivendicare il rapido sviluppo della scienza e della medicina? La vaccinazione significa mettere a rischio la tua (buona) salute? È utile incoraggiare tutti a voler proteggere tutti i cittadini, soprattutto i più deboli e gli anziani? Dove va la morale?

Mi sembra che sia importante determinare che tutte le reazioni siano legittime, tenendo conto delle specificità di ciascuna.

Demistificante

La crisi continua. È infinito. Come continuare a convivere con misure che vanno contro la natura umana (mantenere le distanze, non più – o meno – promiscuità, ecc.)? I vaccini sono la principale speranza per porre fine a questa situazione.

READ  Il nostro sistema sanitario è crollato durante questa ondata di coronavirus

Gli esseri umani credono – per loro natura – che una brutta esperienza possa e così cadrà sulle loro teste. Naturalmente parliamo solo di persone che fanno un brutto lavoro. Man mano che vengono ascoltate sempre più esperienze migliori (o meno brutte), più persone potrebbero essere adatte per questo. Inoltre, si dirà che il medico cantonale non raccomanda nulla di serio. Soprattutto perché non consentiamo solo alcun vaccino in Svizzera. Questi sono argomenti volti ad aumentare la partecipazione.

Tuttavia, vorrei sottolineare l’idea di proporzionalità. Dovrebbe essere applicato a tutti noi. Può differire da persona a persona? Non conosco la risposta. Quindi, quali sono le possibilità di raggiungere l’obiettivo desiderato (proteggersi, proteggere gli altri, cercare l’immunità collettiva, rischi di incorrere in termini di benefici desiderati, ecc.)?

Possibili conseguenze

Scommesse aggiuntive. Apprezzo il sostegno della popolazione senza essere sottoposto a coercizione. Oggi, vista la delicata situazione in cui ci troviamo, i confini vanno bene. Dovremmo richiedere ai cittadini di essere vaccinati per accedere a determinati servizi? È difficile da immaginare nella nostra società. Questo idealismo è nel contesto in cui viviamo? Che dire degli Stati Uniti o della Russia, che è molto più avanzata, consentendo all’economia di riprendersi più rapidamente? Come immagina che un paese come la Svizzera sia in ritardo?

Inoltre, si può immaginare che l’opposizione alla vaccinazione possa avere conseguenze nel prossimo futuro e in un certo momento (ogni disgrazia ha una fine). Esiste un passaporto per la vaccinazione? In quali paesi? Non sarebbe meglio per noi preservare le nostre libertà? In altre parole, la libertà può davvero essere limitata? Quale ? fino a quando ? Quali sono le possibilità di una possibile perdita da quarantena a stretto contatto con una persona malata? La vaccinazione non potrebbe significare il rischio di “isolamento” fino a quando il virus non sarà controllato in un modo o nell’altro? Non dobbiamo dimenticare e rimanere umili di fronte agli estranei: non sappiamo tutto e non possiamo controllare tutto e sappiamo che la situazione sarà diversa nel prossimo o lontano futuro. Il tempo sta a noi. Della nostra attività. Lascia che sia lui responsabile.

READ  Carestia e malaria disturbano i servizi sanitari -

la mia scelta

Sono stato vaccinato (1tempo Dose il 2 febbraioDecimo Lo scorso marzo). Data la mia asma, la mia attività sportiva d’élite, i miei viaggi settimanali e mensili quasi internazionali e la mia disabilità, avevo fretta di farlo il prima possibile. Il risultato: comfort. Questo riduce notevolmente la mia paura di infezione, sapendo che il rischio di contaminazione è maggiore (perché mi muovo di più). Se questo viene raggiunto, la probabilità di uscire senza conseguenze, nonostante la mia ottima forma fisica, potrebbe essere bassa, secondo le statistiche (rispetto agli individui sani).

Anche se questo significa avvertire sintomi o essere malato per alcuni giorni, preferisco ridurre le possibilità di soffrire in caso di infezione da Coronavirus. Anche se devo fare bene, non sono pronto a recuperare i sintomi neurologici a lungo termine (stanchezza cronica o disorientamento, ad esempio, dopo aver avuto un incidente nel 2008). Posso incolpare me stesso solo se devo, se decido di non farmi vaccinare (a proposito, è andato tutto bene).

D’altra parte, la scienza non ha ancora confermato la verità sul non essere in grado di prendere il virus o non essere in grado di trasmettere il virus, e sei ancora vigile con gli altri rispettando letteralmente le regole. Non potrò ammettere me stesso per la possibilità di mettere in pericolo i miei cari quando non lo sarò più, anche se non dovessero più considerarmi “rischioso” e cercare di avvicinarmi. Sono tutte le complessità di questo periodo che finiranno, come del tutto, nonostante la sensazione di infinito che ci anima. Tutto è possibile, in un modo o nell’altro. Facciamo tutto il possibile per girare la bilancia nella giusta direzione il più rapidamente possibile.