Maggio 15, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Kim Kardashian ha contrabbandato una statua? Il governo dice di sì

Ciao Kim Kardashian? L’Italia ha chiamato: vuoi restaurare la sua statua.

Ciò riassume in gran parte una recente causa di confisca civile da parte del governo degli Stati Uniti in cui si afferma che un’antica statua romana che la star dei reality ha importato a Los Angeles è stata illegalmente introdotta nel paese.

Documenti del tribunale sono stati depositati il ​​mese scorso sostenendo che la spedizione di cinque tonnellate – stimata in $ 750.000 destinata al Kim Kardashian DPI Noel Roberts Trust a Woodland Hills – è stata confiscata dalla Customs and Border Protection nel 2016 con il sospetto che il suo ingresso negli Stati Uniti abbia violato il Cultural Property Execution Act.

Il Cultural Property Execution Act, o CPIA, afferma che i materiali archeologici che hanno avuto origine in Italia e rappresentano l’epoca pre-classica, classica e romana non possono essere importati negli Stati Uniti senza un’adeguata documentazione.

Secondo la denuncia, un’analisi della scultura da parte di un archeologo del Ministero dei Beni Culturali italiano nel 2018 ha concluso che il pezzo è stato “saccheggiato, contrabbandato ed esportato illegalmente dall’Italia”.

In quanto tale, i Carabinieri Italiani per la Tutela dei Beni Culturali hanno chiesto che il manufatto destinato alla Kardashian sia restituito al suo presunto Paese di origine.

È strano che l’imputato nel caso non sia un Kardashian, ma la statua, che è attualmente sotto la custodia del CBP mentre il tribunale ne determina il destino. La statua, che il governo ha identificato come “parte del semitico, calcareo, romano, I e II secolo dC di Atena” non è disponibile per un commento.

READ  Gucci celebra i 100 anni con il gruppo Michel "Aria" | divertimento

Secondo i documenti del tribunale esaminati martedì dal Los Angeles Times, un pacco sospetto è stato segnalato dal CBP al suo arrivo a Los Angeles il 3 maggio 2016. Il pacco contenente una statua di pietra della metà inferiore di una figura umana in un vestito , descritto in Il pacchetto è definito come “40 pezzi di” antiquariato, mobili e decorazioni moderne “con un peso totale di [5 tons] È valutato a $ 745.882 “.

Secondo la denuncia, Kardashian ha acquistato la vecchia opera d’arte dall’interior designer belga Axel Fairford, che ha collaborato con i Kardashian in passato per l’arredamento della casa. Una dichiarazione giurata non autorizzata firmata da Robert Lawers, Direttore del Dipartimento di Arte e Storia di Vervoordt, conferma che la statua “non proveniva dall’Italia”, che sarebbe incompatibile con la fattura ricevuta dall’ufficio doganale e di protezione delle frontiere al momento della confisca della statua.

Un rappresentante legale di Kardashian non ha risposto immediatamente martedì alla richiesta di commento del Times. La Kardashian, una prolifica presenza sui social media, deve ancora commentare pubblicamente la questione.

Lo scandalo della scultura arriva quando il magnate della bellezza è implicato in un altro importante caso legale. A febbraio, Kardashian ha chiesto il divorzio dal marito di sette anni, il rapper Kanye West, mentre cercava la custodia legale e fisica congiunta dei loro quattro figli piccoli.