Settembre 26, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Keita Balde: il Senegal sostiene l’ala mentre il divieto di doping influisce sulle speranze della Coppa del Mondo

Keita Balde, sostituta non sfruttata in finale, festeggia il momento in cui il Senegal ha vinto la Coppa d’Africa

L’allenatore del Senegal Aliou Cisse e diversi membri della sua squadra si sono riuniti attorno a Keita Balde dopo che è stato annunciato che l’esterno avrebbe potuto saltare la Coppa del Mondo a causa di una violazione del doping.

Baldi, che ora gioca per lo Spartak Mosca in Russia, è stato sospeso per 90 giorni dall’organismo antidoping italiano per aver violato il protocollo durante un test ad aprile.

Il test, che non ha mostrato segni di sostanze vietate, è arrivato dopo la sconfitta per 5-1 dell’ex Cagliari dell’Udinese.

Una fonte vicina al giocatore ha detto a BBC Sport Africa: “Keita Balde era in contatto con molti dei suoi colleghi della squadra senegalese e con lo stesso allenatore Cissé”.

“Tutti hanno mostrato solidarietà e sostegno, con la speranza che tutto si aggiusti in fretta e possa far parte della spedizione in Qatar.

“E’ uno dei membri più esperti del gruppo e la sua presenza è molto importante nello spogliatoio”.

Con sei gol in 40 presenze con i Teranga Lions, Baldy ha rappresentato il Senegal alla Coppa del Mondo 2018 in Russia e negli ultimi tre tornei della Coppa d’Africa.

Il 27enne, che ha giocato nella fase a gironi della campagna vincitrice della Coppa delle Nazioni senegalesi all’inizio di quest’anno, sarà libero di giocare di nuovo il 5 dicembre.

Questo mette in grande dubbio la sua partecipazione ai Mondiali, con le partite del girone senegalese in programma dal 21 al 29 novembre, con gli ottavi di finale in programma dal 3 dicembre in poi.

Gli è consentito riprendere gli allenamenti 22 giorni prima della fine della sospensione.

READ  Cilic offre l'ultima sorpresa agli Open di Francia battendo Medvedev

“È importante confermare e confermare che il risultato del test di Keita Balde è negativo ed è chiaro che nel suo test non sono state trovate sostanze proibite”, si legge in una dichiarazione dell’agenzia di gestione sportiva di Balde.

“Tuttavia, ai sensi del Codice Disciplinare, qualsiasi sanzione antidoping inflitta da un’associazione sportiva nazionale o internazionale, o da un’organizzazione nazionale antidoping, è automaticamente accettata dalla FIFA e deve essere riconosciuta da tutte le federazioni e associazioni.

“Di conseguenza… la sanzione applicata dall’Organizzazione Italiana Antidoping è subordinata al riconoscimento da parte della Federcalcio russa”.

Baldi, che in precedenza era con Inter, Lazio e Sampdoria in Italia, è passato allo Spartak ad agosto ed è stato nominato nei Teranga Lions. Una rosa di 29 giocatori Per le prossime amichevoli contro la Bolivia a Orleans sabato e l’Iran in Austria martedì 27 settembre.

Nel frattempo, anche Noah Fadega è stato costretto a ritirarsi dalla rosa del Senegal dopo aver subito una commozione cerebrale mentre giocava per il Brest.

Nato a Girona, in Spagna, da genitori senegalesi, Baldi è arrivato nelle prestigiose giovanili del Barcellona dall’età di nove anni fino ai 16 anni, quando ha firmato per il club italiano Lazio nel 2011.

Ha segnato 41 gol in 185 partite di Serie A, in una carriera che lo ha portato dall’Italia alla Russia attraverso periodi in Italia e con la squadra francese del Monaco.

Idoneo per il suo paese di nascita Scegli il Senegal Nel 2015 ha esordito come sostituto contro il Niger nel marzo 2016.

In Qatar, il Senegal giocherà l’Olanda nella partita di apertura prima di affrontare gli stessi padroni di casa e l’Ecuador nel Gruppo A.

READ  Il Montreal segna la vittoria da record sul Toronto FC e mina le speranze di qualificazione