Settembre 18, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Kei Nishikori ha vinto per cinque set contro Karen Khachanov

Parigi (AFP) due partite. Dieci gruppi. Ha giocato un totale di 628 punti.

Solo un altro torneo del Grande Slam pieno di cinque giocatori per Kei Nishikori.

L’ex finalista degli US Open ha battuto la 23a testa di serie Karen Khachanov 4-6, 6-2, 2-6, 6-4, 6-4 mercoledì per raggiungere il terzo turno degli Open di Francia – dopo aver battuto anche la qualificata italiana Alessandro Giannissi nel suo match inaugurale.

“Il mio livello di energia non era eccezionale. Quattro ore all’inizio della prima partita e quattro ore oggi”, ha detto Nishikori. “Continuo a giocare.

“Il mio corpo (dice) no ma la mia mente dice continua a giocare… Mi sento come se avessi già (giocato) cinque partite”.

Nishikori è migliorato fino a 9-2 in cinque partite al Roland Garros e 26-7 in carriera. Hanno vinto 10 degli ultimi 11 giocatori.

Ha placcato l’allenatore di Khachanov nel quinto set dopo essersi tagliato il dito medio destro colpendolo con le corde della racchetta con rabbia.

Nel corso della partita, Nishikori ha cercato di finire i punti più velocemente e ha mescolato diverse tattiche come il servizio e la pallavolo. Al suo primo punto nella partita, ha scatenato un potente dritto rovesciato che è atterrato così vicino alla linea che Nishikori ha esitato prima di rendersi conto che era entrata e la partita era finalmente finita dopo 3 ore 59 minuti.

“Ho solo cercato di essere aggressivo nell’ultima partita”, ha detto Nishikori dopo aver spezzato l’amore di Khachanov per la sua chiusura.

Nishikori incontrerà prossimamente lo svizzero Henri Laksonen, che ha battuto l’undicesima testa di serie Roberto Bautista Agut 6-3, 2-6, 6-3, 6-2 segnando la sua prima vittoria su un giocatore tra i primi 20.

READ  L'Ambasciata italiana avverte che i tifosi inglesi che si recheranno a Roma per i quarti di finale di Euro 2020 contro l'Ucraina non potranno entrare allo stadio Notizie Calcio

doppia sconfitta

Fare il doppio con la tua sorellina è una cosa. Un’altra cosa fare coppia con qualcuno di 23 anni più giovane di te.

Basta chiedere a Venus Williams.

La Williams ha appreso che quando lei e la diciassettenne Coco Gauff sono state sconfitte dalla 13° testa di serie Elaine Perez e Zeng Saisai 6-7 (5), 6-4, 6-3 al primo turno.

Era la prima volta che Williams giocava una partita del Grande Slam di doppio con qualcuno tranne che con sua sorella. Lei e Serena Williams hanno vinto insieme 14 titoli di doppio del Grande Slam.

Gauff ha vinto tre titoli WTA di doppio con Caty McNally, inclusa la scorsa settimana a Parma, in Italia, dove Gauff ha vinto anche titoli di singolare per portare la sua classifica nella top 25 della sua carriera. È la più giovane donna americana a debuttare nella Top 25 da quando Serena ha compiuto l’impresa nel 1998.

Anche in doppio, la campionessa in carica Iga Swiatek si è unita a Bethanie Mattek-Sands per sconfiggere la coppia francese Aubane Droguet e Selena Janicijevic 6-0, 6-1.

Una sorpresa finnico-svizzera

Laaksonen rappresenta un paese in cui sia Roger Federer che Stan Wawrinka hanno generalmente l’attenzione del tennis, ed è abituato a stare lontano dagli occhi del pubblico.

Non più.

Il 29enne Laaksonen ha fatto un sorprendente anticipo al terzo turno dopo aver giocato quella che ha definito la migliore partita della sua vita contro Bautista Agut.

Laaksonen ha concluso con 53 vincitori.

“Finora sono caduti all’interno dei ranghi”, ha detto. “Vediamo cosa succede dopo.”

Laksonen è entrato al Roland Garros in una serie di cinque sconfitte consecutive e non ha segnato una vittoria da ottobre.

READ  Il Benevento retrocede dalla Serie A con la promozione del Real Mallorca in Liga | notizie di calcio

“La scorsa settimana a Ginevra ho giocato un po’ meglio e qui ho avuto alcune partite difficili (qualificazioni)”, ha detto Laksonen. “Oggi è stata solo una grande partita per me. Stavo giocando in modo molto aggressivo e ne è valsa la pena”.

Laksonen si è trasferito dalla Finlandia in Svizzera – dove suo padre appartiene – quando aveva 16 anni.

Essendo cresciuto vicino a Helsinki, ha imparato a giocare in condizioni meteorologiche difficili.

“Hanno aperto i campi in terra battuta molto presto, a volte come la fine di marzo e già l’inizio di aprile”, ha detto. “A volte giocavamo quando nevicava un po’, ma in realtà abbiamo sempre avuto una lunga stagione di fango”.