Settembre 17, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Katherine Johnson, matematica alla conquista dello spazio

Nata il 26 agosto 1918, Katherine Johnson è una scienziata afroamericana che ha lavorato negli anni ’50 per l’agenzia spaziale della NASA. Lei e le altre donne di colore avevano ispirato il film Shadow Figures.

« Era una campionessa americana e una pioniera la cui eredità non sarà mai dimenticata ha detto l’amministratore della NASA Jim Bridenstine. La matematica Katherine Johnson, nata il 26 agosto 1918 e morta lunedì 24 febbraio 2020 all’età di 101 anni, è un punto di riferimento per i posteri. Questo scienziato afroamericano, che ha stravolto la storia della conquista dello spazio, è stato anche un simbolo della lotta al razzismo e al sessismo.

sullo stesso argomento

abbonato

Nel 1953 ho iniziato a lavorare come ” computer a colori (Letteralmente “computer a colori” in francese). Era uno dei calcolatori umani – neri e quindi esclusi dai loro colleghi bianchi – della NACA, l’agenzia spaziale ancestrale della NASA.

Gli dobbiamo il primo passo sulla luna…

Successivamente entrerà a far parte della NASA, alla quale dedicherà trent’anni della sua vita, fino al suo ritiro nel 1986. Lì farà i calcoli di base per il successo del primo volo spaziale americano con equipaggio. Sarebbe quindi all’origine del percorso della missione Apollo 11, rendendo possibile il primo passo sulla Luna. La sua storia, così come quella dell’America di colore dell’apartheid, è stata l’ispirazione per il film Figures of the Shadow, uscito nel 2017.

Sebbene il suo viaggio sia stato fantastico, Catherine Johnson non è stata davvero riconosciuta fino al 2015, quando il presidente Barack Obama le ha conferito la Presidential Medal of Freedom.

READ  Una nuova organizzazione di professionisti della salute apparirà a Châtelleraudais

Leggi anche:

• Personaggi nell’ombra: la storia dei matematici neri che hanno reso la NASA andare