Febbraio 3, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

John Carmack lascia il Meta e dice “questa è la fine del mio contratto VR”

John Carmack, leggendario game designer, rocket man e appassionato di realtà virtuale, ha annunciato che lascerà sia Meta/Facebook che il business della realtà virtuale, dopo un decennio come uno dei suoi più importanti sostenitori.

La posizione di Carmack era quella di consigliere esecutivo. Dopo aver inizialmente inviato il suo messaggio di addio ai colleghi in un promemoria interno, quando questo è stato parzialmente trapelato ai media, ha deciso di pubblicare il tutto – comprese alcune spiegazioni – sulla sua pagina Facebook.

Eccolo per intero:

Questa è la fine del mio contratto di realtà virtuale.

Ho sentimenti contrastanti.

Quest 2 è quasi esattamente quello che volevo vedere fin dall’inizio: hardware mobile, tracciamento indoor-outdoor, streaming PC opzionale, display 4k (ish), conveniente. Nonostante tutte le lamentele che ho sul nostro software, milioni di persone ne traggono ancora beneficio. Abbiamo un buon prodotto. È un prodotto di successo ei prodotti di successo rendono il mondo un posto migliore. Tutto sarebbe potuto accadere un po’ più velocemente e funzionare meglio se fossero state prese decisioni diverse, ma abbiamo costruito qualcosa di molto vicino alla cosa giusta.

Il problema è la nostra efficienza.

Alcuni chiederanno perché mi interessa come avviene il progresso, purché lo sia?

Se stessi cercando di impressionare gli altri, direi che un’organizzazione che ha conosciuto solo l’inefficienza non è preparata per l’inevitabile competizione e/o l’inasprimento della cinghia, ma in realtà è un dolore più personale vedere un utilizzo della GPU del 5% figura nella produzione. Sono arrabbiato per questo.

[edit: I was being overly poetic here, as several people have missed the intention. As a systems optimisation person, I care deeply about efficiency. When you work hard at optimisation for most of your life, seeing something that is grossly inefficient hurts your soul. I was likening observing our organisation’s performance to seeing a tragically low number on a profiling tool.]

Abbiamo una quantità ridicola di persone e risorse, ma ci sabotiamo costantemente e sprechiamo sforzi. Non c’è modo di ricoprirlo di zucchero; Penso che la nostra organizzazione funzioni la metà dell’efficacia di quanto mi rende felice. Alcuni potrebbero deridere e sostenere che stiamo facendo un buon lavoro, ma altri rideranno e diranno “Metà? Ah! Sono in un quarto di efficienza!”

È stata una lotta per me. Ho una voce ai massimi livelli qui, quindi sento che dovrei essere in grado di portare avanti le cose, ma chiaramente non sono abbastanza convincente. Una buona parte delle cose di cui mi lamento alla fine si fa strada dopo un anno o due e le prove si accumulano, ma non sono mai stato in grado di uccidere le cose stupide prima che causino danni, o stabilire una direzione e far sì che una squadra si attacchi davvero ad esso. Penso che il mio impatto a bordo campo sia stato positivo, ma non è mai stato un driver importante.

Certo, questo è autoinflitto: avrei potuto trasferirmi a Menlo Park dopo l’acquisizione di Oculus e provare a litigare con generazioni di leadership, ma ero così impegnato a programmare, ho pensato che l’avrei odiato, essere cattivo e probabilmente perdere comunque.

Basta lamentarsi. Sono stanco di combattere e ho una startup da gestire, ma la battaglia è ancora vincibile! La realtà virtuale può portare valore alla maggior parte delle persone nel mondo e nessuna azienda è nella posizione migliore per farlo di Meta. Potrebbe effettivamente essere possibile arrivarci andando avanti con le pratiche attuali, ma c’è molto margine di miglioramento.

Prendi decisioni migliori e riempi i tuoi prodotti con “Give a Damn”!

Come chiarisce la sua spiegazione, sebbene i suoi commenti possano sembrare dannosi, non si riferiscono necessariamente a nessuna persona con cui stava lavorando o alle decisioni prese su di lui. Riguardano più la sua apparente passione per l’idea stessa di ottimizzazione, un problema strutturale e metodologico che, in un’azienda grande come Meta, avrebbe potuto far impazzire un ragazzo abituato a scrivere codice e lanciare razzi nello spazio.

READ  I sottotitoli in tempo reale e il rilevamento delle porte portano alle imminenti funzionalità di accessibilità di Apple

Questa sarebbe normalmente una parte della storia in cui mi piacerebbe lasciare alcune congetture, forse come una partenza di così alto profilo potrebbe creare problemi per gli sforzi del Meta nello spazio, ma lol, Penso che il Meta faccia un lavoro abbastanza buono nel gridarlo dai tetti stessi.