Settembre 18, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Jimmy Page alla Mostra del Cinema di Venezia per presentare il documento dei Led Zeppelin

VENEZIA, Italia (Associated Press) – Il chitarrista Jimmy Page ha detto di aver rifiutato molte offerte “piuttosto miserabili” nel corso degli anni per realizzare un documentario sui Led Zeppelin. Ma alla fine lo fa quando riceve una proposta profondamente ponderata che si concentra quasi esclusivamente sulla musica e racconta la nascita della band nel 1968 e la sua ascesa.

Il risultato è stato “Becoming Led Zeppelin”, uno dei documentari più attesi alla Mostra del Cinema di Venezia, presentato in anteprima sabato con Paige sul red carpet.

Riconosciuti ai fan degli Zeppelin, i produttori Bernard McMahon e Alison McGorty – riconosciuti dai fan degli Zeppelin – hanno ottenuto filmati senza precedenti di alcuni dei primi concerti americani e britannici della band, nonché una straordinaria intervista audio che il batterista John Bonham ha concesso a un giornalista australiano prima della sua morte in 1980.

L’intervista, le riprese del concerto e altro materiale d’archivio sono suddivisi in interviste contemporanee con i tre membri sopravvissuti della band – Paige, Robert Plant e John Paul Jones – per creare un montaggio che traccia i primi due anni di esistenza della band e le sue prime influenze musicali .

MacMahon, che con McGourty ha lanciato la serie di documentari della PBS “American Epic”, ha affermato che ci è voluto un anno per individuare la registrazione di Bonham, dopo aver ascoltato una trascrizione illegale dell’intervista su vinile.

Dal suono capì che era stato convertito in una barra da un quarto di pollice. Poi, “È andato da ogni giornalista australiano che conoscevamo di quell’epoca dicendo: Ti rendi conto di quel suono? Perché il giornalista non conosce se stesso”.

READ  Torna l'Eurovision Song Contest nonostante la pandemia di coronavirus | Arte e intrattenimento

“Alla fine, ho rintracciato qualcuno che ha detto: ‘Sappiamo chi era ma è morto’.

MacMahon ha quindi fatto affidamento sui precedenti contatti avuti con un archivio audio a Canberra, in Australia, che ha esaminato “30.000 bobine non contrassegnate” per trovare la persona con l’intervista.

Ha fatto di tutto per ottenere registrazioni musicali complete delle canzoni mentre venivano eseguite, a volte trovando bobine di canzoni non tagliate che non aveva mai visto prima. Ha detto che è andato così lontano perché voleva che il film fosse principalmente musica con interviste.

Page ha detto che apprezza particolarmente l’attenzione alla musica: le canzoni sono suonate per intero, non solo per gli estratti. Consente ai membri della band di raccontare la propria storia con parole proprie. Non ci sono altre interviste in camera.

Page ha detto di aver accettato l’offerta dei produttori dopo aver ricevuto una scheda illustrata foderata in pelle raffigurante il film mentre lo studiavano e lo filmavano.

“Quando ci siamo incontrati per la prima volta probabilmente eravamo un po’ nervosi l’uno per l’altro. Ma il canale era lo storyboard”, ha detto Page. “E ho pensato che l’avessero capito davvero, che capissero davvero di cosa si tratta”.

Ha detto di aver ricevuto molte proposte nel corso degli anni per raccontare la storia dei Led Zeppelin, ma sono state piuttosto infelici. Così infelici che vogliono concentrarsi su tutto tranne che sulla musica”.

“Ecco, è tutta una questione di musica, e ciò che ha fatto ticchettare la musica”, ha detto. “Non è solo un esemplare di lui con una testa parlante. Questo è qualcosa di completamente diverso.”

READ  Recensione: Recensione: il nuovo romanzo di Harry Jumba è troppo nuovo | divertimento