Febbraio 4, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Jean de Cabourg pubblica Sakurabot, un romanzo che collega robot in Giappone e… Cabourg

Jean de Capourie, sulla spiaggia di Cabourg. (© Talia Kahn)

nel suo nuovo romanzo sakurabotil capurgeois Giovanni Kabore Gocciola un collegamento straordinario, dal momento che è un Storia di fantascienza Chi mescola botE il Intelligenza artificiale E il Giapponetra Cabourg E lo spazio…

“Un’immagine molto diversa dei robot”

Perché hai scelto di esplorare questo argomento dell’intelligenza artificiale?

Da diversi anni mi occupo di progetti che fanno parte dello sviluppo dell’intelligenza artificiale, per la salute e l’autonomia degli anziani. Sto ancora insegnando un po’ sulle nuove tecnologie di cura presso la formazione a distanza DU in Gerontologia a Parigi – Sorbona. Ad esempio, il progetto europeo di robot da compagnia Companionable, il progetto di robot Kompaï ancora in fase di sviluppo da parte di Robosoft o il progetto di formazione virtuale continua Europe Japan e-Vita la cui ultima conferenza si terrà a Parigi il prossimo anno. Avevo portato i nostri studenti a vedere Nao prima che la società che l’aveva creata fosse acquisita da Softbanque.

Cosa volevi dire con questo romanzo su questo argomento così specifico?

Essendo a conoscenza di progetti legati ai robot sociali, volevo mostrare un’immagine completamente diversa dei robot fastidiosi nei film di finzione. Ho ricordato le leggi di Asimov, formulate dal predecessore dei romanzi di fantascienza sui robot. Ma ho scritto questo romanzo senza leggere il suo lavoro prima di approfittare del confinamento e del tempo concesso dall’istruzione a distanza.

Ti piace la fantascienza?

Ho sempre amato la fantascienza e mi è piaciuto proiettarmi nel futuro interrogando la nostra società sui suoi eccessi.

READ  Spiega la tragedia di Saint-Jean-Viani con la scienza

Il tuo romanzo celebra anche il Giappone. Sei particolarmente sensibile alla cultura giapponese?

Amo l’estetica e la cultura tradizionale dei giapponesi. Abbiamo ospitato a casa nostra per un po’ uno studente giapponese. Sakura significa fiori di ciliegio, un periodo celebrato dai giapponesi. Quindi mi è piaciuto trarre ispirazione dalle loro tradizioni e provocarle un po’.

Benvenuti a Valbec-sur-Utop

Perché hai scelto di iniziare la tua storia a Cabourg?

Perché ci sono nato, ci ho vissuto durante il parto e ci sono rimasto nei giorni di sole, la vita è divertente lì d’estate, al di fuori dell’alta marea turistica.

In effetti, Cabourg è strettamente legato all’argomento del tuo libro…

Spero che questa iniziativa permetta a Cabourg, dove già più del 50% della popolazione over 60, con una buona età a casa, di essere creativa collegando il passato della Belle Époque con il cinema romantico, verso un futuro molto dinamico, così necessario per garantire il futuro in una società È in marcia forzata verso quasi tutto digitale. Certo, se la città sa cogliere questa opportunità per farne un polo di sviluppo ai massimi livelli, senza rinnegare il proprio passato, ciò presuppone una visione futura di lungo periodo per questa borghesia della bella addormentata, circa sei mesi all’anno. . Il 2051 è solo una generazione di distanza. Vedremo più pensionati vivere nella loro ex residenza secondaria. Con il riscaldamento globale, sarà più piacevole vivere che al sud. Quindi ho trovato divertente che il romanzo Anticipation di Sakurabot, come i seguenti, inizi nell’immaginario Cabourg, che ho chiamato Valbec-sur-Utop, con i protagonisti dell’università. Inoltre, durante una conferenza su gerontologia e cura, la ricercatrice Pauline Linesley dell’Università di Caen, che vive a Cabourg, ha fatto una presentazione di cui ho apprezzato la qualità scientifica e la chiarezza. Gli ho suggerito di prendere in considerazione una conferenza scientifica a Cabourg sulle nuove tecnologie e sull’invecchiamento bene. Ho accettato di progettare una conferenza scientifica su questo argomento. Ha avuto il sostegno del sindaco Tristan Duvall per organizzarlo il 31 marzo 2023 a Cabourg.

READ  Doctolib rende il sistema sanitario avvincente
Video: attualmente in Actu

Scriverai altri romanzi di fantascienza? Ci sarà un sequel di Sakurobot?

Dopo aver scritto questo romanzo, ho scoperto due libri, uno sull’amico robot di un bambino, Clara e il Sole, e l’altro su una geisha. Questo mi ha incoraggiato a scrivere due serie su Sakurobot, ma sempre con una visione del futuro completamente diversa. Uno completato e uno in corso.

Sakurobot: la storia

“Nell’anno 2051, in Normandia, una coppia anziana, energica, istruita e un po’ solitaria crea un robot. Adotta questo insolito ed efficacissimo compagno realizzato da un laboratorio robotico di Kyoto. Insieme verranno inviati su Marte per salvare il colonia, che lì si è stabilita, da una certa scomparsa.Pertanto, questo libro è una testimonianza di questo straordinario essere umano elettronico che racconta la sua educazione, la sua accoglienza e le avventure vissute con i suoi nuovi insegnanti.

sakurabot di Jean de Capore. Pubblicato da Edizioni Le Lys Bleu. 160 pagine. Disponibile a 18,90 euro sul sito www.lysbleueditions.com

Questo articolo ti è stato utile? Sappi che puoi seguire Pays d’Auge nello spazio notizia . In un click, dopo esserti registrato, troverai tutte le news delle tue città e brand preferiti.