Maggio 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Jacinda Ardern rende omaggio al Giant Dancing Sad Kiwi durante la sua visita in Giappone | Nuova Zelanda

Primo Ministro della Nuova Zelanda Giacinda Ardern È stata incontrata in Giappone durante il suo primo viaggio all’estero due anni fa da un’enorme coppia di kiwi che ballavano tristemente.

Le due grandi mascotte hanno accolto il Primo Ministro con un dolce dondolio, impostato su una musica da camera lenta e un po’ malinconica. Avevano un triste pubblico di uomini in forma.

La scena surreale ha generato intrattenimento sui social media. “Mi sento come se un kiwi avesse distrutto un funerale”, ha detto un commentatore su Twitter. Un altro ha detto: “Molto bello”. Sembra un lamento. Tutti bene?” chiese un altro.

“È stato particolarmente toccante quando la musica è diventata cupa e le danze della mascotte sono cambiate con essa”, ha detto Henry Cook, corrispondente politico senior dello staff, che ha filmato la performance. Ha detto che la mascotte faceva parte di un evento organizzato da Zespri, il monopolio dell’esportazione di kiwi della Nuova Zelanda, e non un benvenuto ufficiale da parte del governo giapponese.

All’evento di Tokyo, Ardern ha detto che i suoi nonni coltivavano kiwi. “Questo è letteralmente un kiwi”, ha detto, secondo il sito di notizie Staff.

Ardern dentro Giappone Come parte del suo primo viaggio all’estero dall’inizio della pandemia. All’inizio di questa settimana ha visitato Singapore. Durante la sua visita a Tokyo, ha discusso della difesa con il primo ministro Fumio Kishida. I due paesi hanno deciso di lavorare su un accordo di condivisione dell’intelligence tra i loro paesi, in mezzo alla crescente preoccupazione per l’assertività della Cina nella regione.

Il Giappone è un mercato importante per i kiwi della Nuova Zelanda, con quasi 600 milioni di dollari di esportazioni. Questo evento segna l’inizio della stagione di vendita dei kiwi di quest’anno in Giappone. La mascotte è conosciuta come i “Kiwi Brothers”.

Il primo ministro neozelandese Jacinda Ardern incontra il suo omologo giapponese Fumio Kishida durante una visita in Giappone a Tokyo. Foto: Kimimasa Mayama / Immagini SOPA / REX / Shutterstock

I membri della comunità giapponese di oltre 1.000 mascotte sono utilizzati in una miriade di ruoli, dalla promozione di siti turistici e cucina regionale all’incoraggiare le persone a pagare le tasse e unirsi alle forze di autodifesa.

disse Ardern Newshub Stazione TV Aveva un affetto speciale per i fratelli Kiwi, che aveva incontrato in precedenza durante una visita in Giappone nel 2019.

“Ricordo in particolare i fratelli Kiwi”, ha detto. “Anche se fortunatamente non mi hanno fatto ballare, mi hanno tenuto per mano”.

“Quell’immagine ha portato così tanta gioia e piacere nel mio ufficio in Nuova Zelanda che l’immagine della mia mano che la tiene con i fratelli Kiwi è ancora appesa nel mio ufficio fino ad oggi”.

Il kiwi danzante non è il primo amuleto giapponese a fare notizia. Un po’ di Euro Chiara – o “personaggi carini” – ha suscitato polemiche. Sento-kun, che ha debuttato nel 2008 in rappresentanza dell’antica capitale Nara, è stato criticato per non essere abbastanza carino, con alcuni che si sono lamentati del fatto che la sua testa rasata e le sue corna – un riferimento alle tradizioni buddiste della città e alla popolazione di cervi – darebbero ai bambini incubi. .

Di gran lunga la mascotte più popolare Komamon Un dispettoso orso nero della prefettura sudoccidentale di Kumamoto. La mascotte ha ottenuto un enorme seguito e ha generato vendite record di 169,8 miliardi di yen (circa 1,3 miliardi di dollari) nel 2020, secondo il governo della contea.

READ  La potenza di fuoco russa fa impallidire l'Ucraina, ma gli invasori incontrano una dura resistenza