Luglio 2, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Italian Plague Diaries: Con la diffusione di Omicron, anche la mia paura e l’odio dell’Europa per i vaccini

Un manifestante contro il cosiddetto Super Green Pass italiano siede davanti alla polizia antisommossa vicino a Piazza San Giovanni a Roma il 10 gennaio, il giorno in cui sono entrate in vigore le ultime regole sui passaporti italiani. Impedisce alle persone non vaccinate di entrare nelle sale ristorante, nei trasporti pubblici e negli eventi sportivi.Filippo Monteforte/AFP via Getty Images


Ultime voci di diario

L’autore mostra un occhio nero dopo un incidente in bicicletta lungo il fiume Tevere a Roma.Eric Rigoli/Il globo e la posta

Due anni fa, l’Italia è stato il primo Paese europeo ad essere colpito dal COVID-19. Il nostro inviato a Roma apre un terzo capitolo delle sue memorie di vita quotidiana lì

domenica 12 dicembre

19.215 nuovi casi di COVID-19, 284.877 casi positivi effettivi e 66 nuovi decessi. Fattore di paura personale (su 10): 4

Una o due settimane fa, nessuno dei membri della mia squadra di ciclismo, Serie B Biking, aveva sentito parlare della variante Omicron (il nome della nostra squadra è un ironico cenno alla seconda divisione del calcio italiano). Oggi sappiamo bene che i numeri di Omicron stanno esplodendo e rischiano un altro giro prima di Natale.

Cinque di noi sono partiti dal centro di Roma e si sono diretti a nord verso Formello. Tornando esausto dopo aver percorso i 75 km, perdo il controllo della moto e mi schianto violentemente sull’ampia strada lungo il Tevere, rompendomi la clavicola sinistra e perdendo conoscenza per 10 minuti.

Mi sveglio in un affollato pronto soccorso di un ospedale, ma tutto ciò a cui riesco a pensare è Omicron. Temo di poter prendere il virus, quindi ho deciso di scappare ma non posso muovermi a causa del dolore. Ho passato la notte e, a rimprovero dei medici, il giorno dopo mi sono controllato e riuscivo a malapena a camminare. I miei livelli di ansia diminuiscono non appena trascino il mio corpo rotto all’aperto.

READ  Francesca Schiavoni sulla lotta contro il cancro e sul perché Yannick Senner è un campione del Grande Slam in divenire | Notizie di tennis

Roma, 10 gennaio 2022: Un cartello con la scritta “Quando l’ingiustizia diventa legge, la resistenza diventa dovere” in occasione di una protesta contro il sistema dei passaporti vaccinali.Filippo Monteforte/AFP via Getty Images

Lunedì 10 gennaio

60.618 nuovi positivi, 2 milioni di positivi effettivi, 227 nuovi decessi. Fattore di paura personale: 6

Di solito inizio la giornata al bar della nostra zona, giornali veri in mano, non lontano dal nostro appartamento sulla collina di San Saba a Roma, vicino al Circo Massimo. La routine della pandemia non è diversa per me. Aspetto che il bar sia libero, o in gran parte libero, dai clienti, poi entro con la mascherina N95 per ordinare un cappuccino. Lo porto a un tavolo esterno (niente neve qui, ragazzi canadesi).

Gli esercizi di oggi sono in qualche modo diversi, perché i clienti ora devono mostrare prove di vaccinazione, non solo prove di un recente test negativo. Sblocco il telefono per visualizzare il codice QR Green Pass, che mostra una registrazione del mio terzo scatto.

Pochi secondi dopo, entra una donna di mezza età, apparentemente senzatetto, che indossa una maschera. Non ho ordinato il caffè e ho chiesto di usare il bagno. L’amichevole cameriere dice: “SiErtu” – Assolutamente – e chiede di vedere il suo vialetto verde. Non ne ha uno e il cameriere le chiede di andarsene. Non si agita ed esce, sembrando depressa.

Il punto di vista del barista è che i clienti immotivati ​​non dovrebbero essere autorizzati a mettere a rischio altri clienti. Ma mi dispiace per lei. Avrei chiesto a questa donna disperata di andare se fossi stato il barista? Non lo so.

READ  Liverpool entusiasta del Dundee United Wonderkid Kerr Smith - Paper Talk | notizie di calcio

Martedì 11 gennaio

129.542 nuovi positivi, 2,1 milioni di positivi effettivi, 294 nuovi decessi. Fattore di paura personale: 7

Oggi sono sotto attacco feroce e non capisco perché. Tutto quello che ho fatto è stato scrivere un articolo di 800 parole per The Globe and Mail su diversi paesi europei che lanciano o stanno per lanciare programmi di vaccinazione obbligatoria, come ha fatto l’Italia per le persone con più di 50 anni.

Mentre ero un editorialista, l’articolo non ha preso posizione editoriale; Era solo un rapporto diretto con il titolo: “Cresce il sostegno tra i governi europei per i mandati dei vaccini”.

Dalla reazione feroce della folla anti-disinfezione, avresti pensato che avessi comprato il tempo di trasmissione nazionale per esprimere l’opinione che le vaccinazioni dovrebbero essere obbligatorie per tutti e che tutti gli scettici, o “deludenti” come vengono chiamati, dovrebbero essere imprigionati in un remota isola del Pacifico.

Nel corso dei giorni, il mio feed di Twitter è stato riempito con centinaia di commenti negativi su di me. Uno dei santi scrittori ha detto: “Vorrei gettare ogni fagiolo di sterco come te nella camera a gas” (la seconda riga del suo tweet non è stampabile).

Gli attacchi in realtà non mi danno fastidio. Mi hanno fatto capire che una piccola ma identificabile porzione della popolazione adulta non sarebbe mai stata vaccinata, il che potrebbe prolungare l’epidemia.

Roma, 16 gennaio: Spettatori mascherati aspettano una partita di calcio tra Roma e Cagliari allo Stadio Olimpico.Filippo Monteforte/AFP via Getty Images

domenica 16 gennaio

78.010 nuovi positivi, 2,5 milioni di positivi effettivi, 248 nuovi decessi. Fattore di paura personale: 7

READ  Christensen del Chelsea in trattative libere Barcellona, ​​Newcastle Lingard e Diego Carlos un altro

I giornali italiani hanno riferito che Luigi Marelli, 63 anni, leader del movimento anti-disinfezione, La Green Pass in Abruzzo, la regione che dovrebbe essere a est di Roma, è morto di COVID-19 in un ospedale di Pescara. I suoi sostenitori hanno annunciato la sua morte su Facebook ma non hanno spiegato il motivo.

Martedì 18 gennaio

6.878 nuovi risultati positivi, 2,6 milioni di risultati positivi effettivi e 434 nuovi decessi. Fattore di paura personale: 6

Il numero di nuovi positivi giornalieri, se non di decessi, sta diminuendo, apparentemente raggiungendo un picco di oltre 172.000 il 6 gennaio, quindi mi chiedo perché – cioè io, la mia famiglia e molti dei nostri amici – vivremmo ancora se potessimo erano in blocco effettivo. Nel nostro caso, non incontriamo mai nessuno all’interno per un pasto o un caffè. Non visitiamo mai gli amici in casa. Tutti i nostri generi alimentari vengono consegnati. Mentre esco spesso a prendere un caffè, lo bevo sempre ai tavolini sul marciapiede. Quando arriva il nostro addetto alle pulizie, apriamo tutte le finestre dell’appartamento e indossiamo le mascherine.

Viviamo in una delle città più belle del mondo e non la usiamo mai. Mi chiedo se stiamo reagendo in modo esagerato all’onda Omicron e non abbiamo una risposta facile, anche se mi viene in mente che il modo in cui viviamo potrebbe essere semplicemente un’abitudine. Abbiamo sopportato quasi due anni di pandemia in Italia, uno dei paesi più colpiti, senza essere contagiati, abituati al nostro stile di vita difensivo interiore.

Città vivace, vivace, amichevole e culturalmente ricca, Roma mi sembra un sogno. Potrebbe essere il momento di riscoprirlo, ma solo se i numeri collaborano. Eccomi di nuovo qui: vince sempre il fattore paura.

COVID-19: Altro da The Globe and Mail

dB

In che modo gli scienziati tengono traccia delle mutazioni delle varianti di COVID-19 come Omicron per vedere cosa possono fare in seguito alla popolazione? Lo spiega il giornalista di Globe Science Ivan Semenyuk. Iscriviti per più episodi.

commentatori

Rifletti i sintomi dell’influenza Omicron e del raffreddore. Cosa faccio se mi sento male?

I test antigenici rapidi possono dare risultati in appena 15 minuti. Ecco dove i canadesi possono ottenerlo gratuitamente o in vendita

Quanti casi di COVID-19 ci sono in Canada e nel mondo? Ultime mappe e grafici