Giugno 14, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Italia – Entra in vigore la class action “rivoluzione” | Livelli di Hogan

Italia – Entra in vigore la “rivoluzione” class action

La nuova legge sulla class action (legge n. 31 del 12 aprile 2019) è stata approvata nel 2019 – dopo diversi aggiornamenti – ed è finalmente entrata in vigore il 19 maggio 1921. Sebbene le attività di classe siano disponibili in Italia dal 2007, non hanno avuto successo a causa del rigoroso test di ammissione per la certificazione di classe.

Pertanto, la nuova legge può essere vista come una vera rivoluzione nell’arena giuridica italiana. Ciò è particolarmente vantaggioso per i ricorrenti (IO) un Ampio campo di applicazione E (ii) Meccanismi di incentivazione Destinato a promuovere l’uso della class action.

Vediamo Risultati chiave New Act (il nostro precedente Newsflash è disponibile) Qui E Qui).

  • La nuova class action non sarà più riservata ai consumatori e agli utenti finali, e sarà aperta a ogni forma di risarcimento: d’ora in poi potrà entrare in vigore la class action.Diritti uniformi“Chiunque (inclusi studi legali e rapporti P2B) richieda il risarcimento dei danni”Insegnante di comportamento dannoso“.
  • La nuova azione collettiva offre una doppia finestra di selezione. I ricorrenti possono ora unirsi alla classe:
  • Una volta che l’azione è stata concordata, Prima dell’inizio del procedimento di qualificazione e altro ancora
  • Fino a 5 mesi Dopo la decisione sulle qualifiche È fornito.
  • La nuova legge introduce una ricompensa in denaro, se l’azione ha successo, all’avvocato del querelante e “Rappresentante generale” Della classe.

Prossimi passi

La riforma ha incluso importanti critiche alle imprese che devono essere preparate ad affrontare un gran numero di azioni collettive senza alcuna certezza sull’aumento del numero di potenziali membri della classe (quindi, in termini di potenziale esposizione) e sulle maggiori difficoltà nel raggiungimento di insediamenti anticipati. Quindi è meglio seguire le loro politiche interne per mitigare il rischio di esposizione e considerare nuove strategie difensive.

READ  SailGP in testa alla classifica della stagione spagnola dopo la drammatica seconda giornata in Italia

Aggiornamento internazionale

Il 24 novembre 2020 segna l’approvazione finale Ordine 2020/1828 Misure rappresentative per tutelare gli interessi collettivi del Parlamento europeo e del Consiglio e abrogazione del decreto 2009/22 / CE, 66 regolamento di costituzione di joint ventures vietate e transfrontaliere da parte di soggetti competenti impegnati in joint ventures che comportino violazioni delle disposizioni della normativa europea. L’ordinanza richiede agli Stati membri dell’UE, compresa l’Italia, di modificare la loro azione concreta comune e il meccanismo di soccorso con effetto dal 25 giugno 2023 entro il 25 giugno 2022. Resta da vedere come verrà attuato l’ordine e il nuovo sistema di class action italiano. Collegamento.

[View source.]