Settembre 17, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Italia e Pakistan si accordano per negoziare un accordo su ‘importazioni di lavoro’

L’ambasciatore del Pakistan in Italia Jauhar Saleem domenica ha segnalato che i colloqui su un “accordo di importazione di manodopera e forza lavoro” tra Italia e Pakistan inizieranno a fornire maggiori opportunità ai giovani di talento locali nel competitivo mercato del lavoro italiano.

“Questo accordo richiede un periodo di tempo per lo scambio di personale legale e il trasferimento legale tra i due paesi”, ha affermato. L’ambasciatore ha affermato che gli attuali forti legami economici e commerciali tra i due paesi aiuterebbero a sviluppare tali accordi, che avvicinerebbero i due paesi. Tramite l’Ambasciata del Pakistan a Roma.

L’ambasciatore ha affermato che l’ambasciata pakistana a Roma è attualmente impegnata nell’assistenza legale agli immigrati pakistani e che il ‘Labor Export Agreement’ tra Italia e Pakistan è un collegamento per creare opportunità per i lavoratori qualificati locali nel mercato italiano.

Juhar Saleem ha affermato che Italia e Pakistan hanno concordato in linea di principio di negoziare un accordo di lavoro che darebbe al Pakistan un accesso completo al mercato del lavoro italiano.

Ha detto che il contratto di lavoro aiuterebbe a fermare il processo di invio illegale di lavoratori in Italia e in altri paesi europei.

Zuhar Saleem ha dichiarato: “I nostri giovani in Pakistan sono molto talentuosi e ora con questo accordo possiamo esportare lavoratori qualificati nell’UE in modo che possano operare meglio nel mercato competitivo qui e aumentare le rimesse”. Ha detto che l’accordo riguarderà il programma di occupazione del lavoro e la formazione dei lavoratori del turismo, che aumenteranno ulteriormente il potenziale dei nostri lavoratori qualificati.

Interrogato sulla popolarità del riso pakistano nel mercato italiano, ha affermato che l’India ha ora raccolto il caso del ‘riso basmati’ pakistano marchiato dalla Commissione agricola e commerciale dell’Unione europea, per il quale “siamo pienamente preparati”.

READ  Roundup Italia: obiettivo di investimento di Inarkasa del 3% | notizia

Ha detto che l’affermazione dell’India era falsa e illegale, aggiungendo: “Abbiamo completato la nostra difesa. Possiamo aspettarci un risultato entro il 5 settembre. Questo può essere contestato”.

Nonostante la falsa rivendicazione dell’India sui diritti del codice geografico unico (GI) di Basmati nell’Unione Europea e nel mercato italiano, il Pakistan guida il mercato del riso con una quota del 37,4%, mentre l’India fornisce solo il 12% del riso importato in Italia.

Ha detto che l’India è preoccupata per la situazione attuale poiché il riso pakistano è emerso come un marchio di punta nel mercato italiano in cui l’India ha il monopolio.

Rispondendo a una domanda sul commercio bilaterale, ha affermato che il Pakistan e l’Italia hanno concordato di rafforzare la cooperazione nel commercio, nel mercato del lavoro, nel turismo, nell’agricoltura, nell’energia, negli investimenti, nell’innovazione, nelle competenze e nei media. Mi ha raccontato che le aziende italiane investono in energia, agroalimentare, pelletteria, tessile, edilizia e arredamento.

Il progetto promuove una joint venture per investimenti italiani in Pakistan, che faciliterà il trasferimento di tecnologia e capacità alle nostre imprese. Ha aggiunto che il Pakistan è stato incluso nel visto di lavoro stagionale italiano per il 2022, che offrirà un’enorme opportunità alla nostra forza lavoro che lavora nel campo dell’agricoltura e dei servizi di venire a lavorare in Italia attraverso il sistema di ingresso legale.

Jauhar Saleem ha affermato che un gran numero di gruppi di investitori italiani verrà in Pakistan una volta allentate le restrizioni ai viaggi. Ha evidenziato gli sforzi compiuti per promuovere il turismo, in particolare il rafforzamento delle capacità dei partner turistici del Pakistan attraverso esperti italiani.

READ  I tunisini chiedono il ritiro dei rifiuti italiani