Dicembre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Intervista esclusiva a Rodrigo Bentancur: l’uomo degli Spurs continua a crescere sotto l’influenza di Antonio Conte e Gian Piero Ventroni | notizie di calcio

Rodrigo Bentancur sta rispondendo a una domanda sul suo rapido adattamento alla vita agli Spurs, ma il suono dei colpi, che diventa sempre più forte mentre parla, rende sempre più difficile mettere a fuoco il centrocampista uruguaiano.

Sopra la sua testa, fuori dalla mensa del primo piano presso la sede del club di Hotspur Way, un sorridente Heung-Min-sun gli accarezzò le mani contro una finestra di vetro, e Bentancourt ricambiò le sue risate mentre riusciva a distrarre il suo compagno di squadra nel bel mezzo dell’intervista .

“Un grande giocatore e una grande persona”, dice Bentancourt. Sky Sport Dal figlio, ancora sorridente. “Essere suo compagno di squadra è un onore, soprattutto per la sua personalità. Ci divertiamo ogni giorno”.

Bentancourt e Son comunicano in un mix di lingue – “un po’ di inglese, impara anche un po’ di spagnolo”, dice – ma la loro amicizia mostra esattamente di cosa stava parlando.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video accessibile

LIBERO DA GUARDARE: gli highlights della vittoria del Tottenham sul Brighton

Bentancur è un giocatore degli Spurs solo da nove mesi, con il centrocampista arrivato dalla Juventus per 20 milioni di sterline nell’ultima giornata della finestra di mercato di gennaio, ma è già una figura popolare tra compagni di squadra e tifosi e chiaramente si sente a casa.

“La verità è che sono stato in grado di adattarmi in modo eccellente dal momento in cui sono arrivato”, dice. “I miei colleghi mi hanno accolto in modo straordinario e il club è stato fantastico”.

Ha inventato Dejan Kulusevsky. “Ha reso tutto molto più facile”, ha detto, descrivendo lo svedese, suo compagno di squadra per un anno e mezzo alla Juventus, come un “giocatore fantastico” che è “esploso” agli Spurs mentre continua a riprendersi da un infortunio al tendine del ginocchio .

“Non aveva la stessa continuità lì come qui, ma ora stiamo vedendo esplodere le sue qualità. Aiuta molto in difesa ed è un combattente uno contro uno. Ha affrontato molto bene Harry (Kane) e il figlio in particolare. Sono tre davanti. Fantastici. “

Rodrigo Bentancur fece amicizia con Heung-Min Son
immagine:
Bentancur fece amicizia con Heung Min Soon

È stato un periodo impegnativo fuori dal campo per il 25enne Bentancourt e la sua ragazza Melanie, mentre accoglieva la sua bambina durante l’estate. Nel frattempo, insiste che il suo adattamento alla Premier League non è stato così facile come sembrava.

“La prima settimana è stata davvero dura”, dice. “Il ritmo, il ritmo, l’intensità e la forza dei giocatori. È stato un cambiamento completo rispetto al livello a cui ero abituato in Italia”.

READ  Risultati italiani | Sport | titusvilleherald.com

È grato ad Antonio Conte, però, per averlo scaricato direttamente.

Dal suo inizio completo, nella vittoria per 2-0 sul Wolverhampton dopo due sostituzioni a febbraio, Bentancur ha giocato 28 delle sue 31 partite, mancando per infortunio.

“Penso che la fiducia di Antonio e l’inizio delle partite con me subito dopo il mio arrivo mi abbia aiutato ad adattarmi molto rapidamente”, dice. “I minuti in campo sono il modo migliore per adattarsi e questa è la chiave per me”.

Disegno
immagine:
Bentancur gioca un ruolo cruciale nell’acquisizione e nell’uscita

Aiuta anche ad affrontare il suo lavoro con totale impegno.

Il desiderio di Bentancur di auto-miglioramento è illustrato dalla rivelazione che “ha dormito a malapena” dopo la frenetica vittoria per 3-2 di mercoledì sull’Eintracht Frankfurt al Tottenham Hotspur, la sua mente ha oscillato sulla sua prestazione fino alle prime ore del mattino. “Per me è normale,” sorrise. “Sono sempre cablato dopo le partite.”

Questo può essere visto anche nella sua decisione di portare Daniel Fernandez, un amico di famiglia che ha servito come suo personal trainer dal suo trasferimento alla Juventus dal Boca Juniors, con lui dall’Italia all’Inghilterra.

“È il migliore amico di mio padre, lo chiamo mio zio”, spiega.

“Abbiamo lavorato molto sull’aspetto fisico quando sono arrivato qui. Analizza anche la mia prestazione. I passaggi buoni, i passaggi cattivi, i palloni che ho vinto.

“Ora, in questo periodo in cui suoniamo ogni tre giorni, non facciamo molto lavoro fisico, si tratta più di guarigione e dei piccoli dettagli. Do molta importanza a quei dettagli.

“Tutto il lavoro che facciamo è aiutarmi a migliorare”.

Nonostante questo, Conte è stato il più grande pilota del miglioramento di Bentancur al Tottenham, la sua precedente esperienza in Italia, dove ha vinto tre titoli di Serie A con la Juventus, lo ha aiutato a prosperare sotto un allenatore che ama la sua intelligenza tattica e la sua mente difensiva.

Rodrigo Bentancur si diverte a lavorare con Antonio Conte
immagine:
Bentancur si diverte a lavorare con Antonio Conte

“Come primo passo nel calcio europeo, penso che l’Italia sia stata la migliore opzione possibile per me perché il livello è incredibile dal punto di vista tattico e difensivo”, afferma Bentancourt.

“Mi ha aiutato molto e poi, quando sono arrivato in una squadra come il Tottenham, con un altro staff tecnico italiano, mi stavo ambientando bene.

“Sono migliorato molto in termini di intensità e di passaggio dalla difesa all’attacco. Penso di essere molto più bravo sotto questi aspetti. Ma essere un calciatore è un processo di apprendimento continuo”.

READ  Quote Milan vs Torino, scelte degli esperti, come guardare, live streaming: pronostici Serie A 26 ottobre

Conte lo ricorda regolarmente a Bentancourt e ai suoi compagni di squadra – “vuole ottenere sempre il 100 percento di ogni giocatore”, dice – e non si può sottovalutare quanto possano essere spinti.

Non si riposa un secondo e non ci permette nemmeno di rilassarci. Penso che sia una delle cose più importanti al riguardo

Rodrigo Bentancur contro Antonio Conte

“Antonio ha tante qualità, ma penso soprattutto che sia un allenatore che vuole vincere ed è molto motivato”, dice Bentancur. Vive il calcio come pochi altri allenatori che ho conosciuto.

“Lo vedi in panchina. È sempre in gioco. Non si riposa un secondo e non ci lascia nemmeno rilassare. Penso che sia una delle cose più importanti di lui.

“Dopodiché, ha dato alla squadra un’identità che prima non avevamo, in termini di modo di giocare, e penso che stiamo mostrando i vantaggi di quella stagione. Vuole vincere, come tutti noi”.

“È un piacere averlo come mio manager”.

Bentancourt, con il compagno di centrocampo Pierre-Emile Hojberg, fa da fulcro alla squadra di Conte, che ha il compito di giocare, ma anche corrompere, inseguire e molestare gli avversari.

Rodrigo Bentancur esulta con Dejan Kulusevski dopo aver segnato contro il Leicester
immagine:
Bentancur esulta con Dejan Kulusevski dopo aver segnato contro il Leicester

Il tutto soddisfacendo le esigenti richieste tattiche di Conte.

“Soprattutto, tatticamente, gli piace che i suoi giocatori siano in buona forma. Penso di averlo imparato bene e lo sto facendo bene. Direi che è il mio più grande punto di forza, infatti. È quello che ama di più .”

“Chiede anche di non rinunciare mai alla nostra intensità, di cercare sempre di pressare e di non permettere all’avversario di avere palla facilmente.

“Dopodiché, vuole che proviamo a fare il nostro gioco e ci divertiamo quando possiamo. Penso che generalmente lo facciamo”.

Il Tottenham è terzo nella classifica della Premier League e in testa al proprio girone in Champions League prima dell’incontro di sabato con l’Everton, che si terrà dal vivo. Sky SportMa i loro progressi sono stati tragicamente bloccati la scorsa settimana con la morte del preparatore atletico Gian Piero Ventroni, 61 anni, noto membro dello staff tecnico di Conte.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video accessibile

Harry Kane ha dedicato la vittoria per 1-0 del Tottenham sul Brighton a Gian Piero Ventroni

“Era una persona eccezionale”, dice Bentancourt. “Nel poco tempo che siamo stati insieme, ci ha aiutato molto, a livello personale tanto quanto a livello professionale. Ha sempre avuto consigli da dare, non importa con chi parlasse, e la verità è che è stato un duro colpo per tutti noi.

READ  Fabio Capello ha una teoria sul motivo per cui Romelu Lukaku ha eccelso in Italia ma è rimasto indietro al Chelsea

“Ora speriamo che abbia pace. Tutte le nostre vittorie saranno sue”.

Molti giocatori degli Spurs hanno parlato in termini entusiastici di Ventrone dalla sua morte, ma pochi incarnano la filosofia “No Limits” dell’Italia come l’implacabile Bentancur.

La scorsa stagione, durante l’emozionante vittoria per 3-2 del Tottenham sul Manchester City all’Etihad, è diventato uno dei soli tre giocatori in Premier League, e l’ultimo del suo compagno di squadra Kulusevski, a percorrere più di 13 km in una sola partita attraverso il stagione.

Rodrigo Bentancur ha corso per oltre 13 km nella vittoria per 3-2 del Tottenham sul Manchester City
immagine:
Bentancur ha corso per oltre 13 km nella vittoria per 3-2 del Tottenham sul Manchester City

“Sono un giocatore che preferisce correre durante le partite che allenarsi”, dice con un sorriso, ma Gian Piero ha fatto un lavoro straordinario con noi. Abbiamo faticato in pre-stagione, correndo molto, ma ora puoi vedere i vantaggi di quel lavoro”.

Bentancourt e Kolosevsky, infatti, non furono gli unici ad aver percorso grandi distanze.

In effetti, come girone, il Tottenham ha coperto più spazio di qualsiasi altra squadra in Premier League in questa stagione, superando i 1.000 km durante la vittoria per 1-0 sul Brighton sabato.

“È tutto grazie a Gian Piero”, aggiunge Bentancourt. “Stiamo entrando nel secondo tempo delle partite e ci sentiamo sempre più forti. Era una persona brillante e sarà sempre nei nostri cuori”.

Il Tottenham è passato dal sesto al primo posto in termini di distanza percorsa in questa stagione
immagine:
Il Tottenham è passato dal sesto al primo posto in termini di distanza percorsa in questa stagione

Le capacità fisiche di Bentancur sono accompagnate da un’impressionante forza mentale. La scorsa stagione Conte ha descritto la sua “mentalità vincente” come uno dei suoi tratti migliori. Allora da dove viene?

Risponde: “Penso che giocare per una squadra come il Boca Juniors, una delle migliori squadre del Sud America, te lo insegni”. Poi, alla Juventus, andavo in quel club pieno di giocatori fantastici, leggende, che vincevano tutto e andavano a vincere.

“Ma è anche il modo in cui siamo cresciuti fin dall’infanzia da giovani giocatori in Sud America. Il calcio è un gioco che ci insegnano a giocare, ma soprattutto hai per me conquistareSorride: “Allora è più di un semplice gioco?”

È solo uno dei tanti motivi per cui Bentancourt è stato così importante e veloce per Conte e Spurs. “Mi sento molto bene, sono felice nella mia vita personale e penso che si veda sul campo”, dice.

“Ora, si tratta solo di continuare allo stesso modo”.

Guarda la partita Tottenham-Everton in diretta su Sky Sports Premier League dalle 16:30 di sabato; La partita inizia alle 17:30