Febbraio 8, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Intervista a Christian Romero: il difensore del Tottenham che ha quasi lasciato il calcio per diventare campione del mondo in vista del derby di North London | notizie di calcio

Per Tottenham e Christian Romero, si tratta solo di tornare.

Andando nel derby del nord di Londra domenica con l’Arsenal, in diretta Sky Sport Premier LeagueQuesta non è la situazione che il Tottenham si aspettava all’inizio della stagione. La scorsa stagione, le due squadre erano separate da due punti. Adesso sono un po’ gesso e formaggio.

L’Arsenal è in testa alla Premier League e ha mostrato una costanza quasi perfetta per tutta la stagione. Dall’altro lato della divisione, non sai mai esattamente quale versione del Tottenham di Antonio Conte otterrai ogni settimana.

Domenica 15 gennaio, 16:00

Partenza 16:30

Il Tottenham deve fare i conti con il contesto di essere a 14 punti dai rivali nello scontro del Super Sunday, ma questo non significa molto per Romero.

“Penso che possiamo rimontare da questo lontano terzino”, dice il difensore centrale. Sky Sport In un’intervista esclusiva. “Ma c’è molto lavoro che dobbiamo fare, usando tutto ciò che abbiamo.

“Se sei in testa alla classifica, meriti di essere lì ed è lì che sono. Ma noi vogliamo esserci. Sappiamo che dobbiamo migliorare molte cose, ma lavoriamo sodo per pensare a noi, non a loro .”

Romero sa di essere tornato dalla disperazione nonostante tutti i segni puntati contro di te. All’età di 17 anni, il difensore centrale è stato quasi completamente messo da parte dopo essere stato bloccato al club per ragazzi Belgrano mentre stavano combattendo la retrocessione dalla Prima Divisione argentina.

Cristian Romero si sta preparando per il derby del nord di Londra con l'Arsenal
immagine:
Cristian Romero si sta preparando per il derby del nord di Londra con l’Arsenal

“Non ho giocato bene in due partite e poi la gerarchia ha detto cose terribili su di me”, ha ricordato Romero.

READ  Calcio: la Juventus dice che le accuse non appaiono 'fondate' - Inglese

“È stato un periodo difficile. Ero molto giovane ed era il mio primo anno da professionista. Poi ho passato circa 18 mesi in panchina, sempre da solo, giocando sempre nelle riserve”.

Romero ha provato ad andarsene, con i club europei interessati al giovane difensore, ma Belgrano si è rifiutato di lasciarlo andare. È stata l’ultima goccia nella sua fiorente carriera.

“Ho detto [to the hierarchy]: Non voglio più esercitarmi. Rinuncerò al calcio. “Andrò a fare qualche altro lavoro con mio padre”, ricorda, “o andrò a qualcos’altro”. Tutto perché stavano ostacolando la mia carriera.

“Non mi sono allenato per due o tre giorni perché non ero all’altezza. Poi il direttore atletico è venuto da me e mi ha detto: ‘Va bene, puoi andare'”.

Romero (a sinistra) ha quasi lasciato il calcio all'età di 17 anni mentre giocava per il Belgrano
immagine:
Romero (a sinistra) ha quasi lasciato il calcio all’età di 17 anni mentre giocava per il Belgrano

Guarda adesso Romero. Non solo è un giocatore affermato in Premier League con il Tottenham, ma è un vincitore seriale con l’Argentina. Copa America, Finalissima, Mondiali: tutto nel sacco. Ti chiedi cosa pensi attualmente la gerarchia di Belgrano del successo di Romero.

Quando gli è stato chiesto se stesse pensando a quel momento in cui ha sollevato la Coppa del Mondo quest’inverno, ha detto “Alla fine, queste cose sono preziose per rendere tutto più forte là fuori nella tua testa”.

“Se non avessi vissuto quello, sarei stato anche peggio. Questo periodo è stato un momento positivo per me per crescere. Ora è un bel ricordo per me.

“Giocare qui in Premier League, essere nella squadra argentina, vincere cose con la nazionale argentina. Sono tutte cose che vengono dal passato”.

Romero (a sinistra) in piedi accanto alla Coppa del Mondo
immagine:
Romero (a sinistra) in piedi accanto alla Coppa del Mondo

Tuttavia, ci sono ancora alcuni critici, più sul suo temperamento che sulla sua abilità. Ad esempio, le buffonate dell’Argentina sulla strada per vincere la Coppa del Mondo sono state messe in discussione, in particolare le loro folli celebrazioni contro Olanda e Francia.

READ  Juventus vs Spezia, Serie A 2022-23 Live Online e Match Time in India: come guardare la partita di Serie A in diretta TV e aggiornamenti sui risultati di calcio IST?

Spiccano due immagini iconiche: Romero che si unisce ai suoi compagni di squadra internazionali per galvanizzare le loro controparti olandesi nei secondi dopo la vittoria ai rigori dei quarti di finale, e Romero che urla all’eroe Kylian Mbappe dopo che Lionel Messi ha portato l’Argentina 3-2 in finale.

Quando gli è stato chiesto se le persone fanno troppe buffonate argentine, Romero ha risposto rapidamente. “Sì, solo perché le persone vedono solo le immagini.

I giocatori dell'Argentina festeggiano la vittoria ai rigori contro i giocatori dell'Olanda
immagine:
I giocatori dell’Argentina festeggiano la vittoria ai rigori contro i giocatori dell’Olanda

“La gente non pensa a quello che è stato detto prima finché non arriviamo a questo punto. Contro l’Olanda hanno parlato molto prima di scendere in campo e noi ci siamo arrabbiati per questo.

“Hanno detto che manchiamo di rispetto ma non è vero. Puoi capire cosa succederà”.

Alla domanda sull’incidente di Mbappe, Romero ha risposto: “Contro la Francia è stato lo stesso. Messi ha segnato un gol”. [Argentina’s third goal] E tutto è appena uscito. Non è la cosa più bella del mondo, ma è venuto fuori tutto”.

Christian Romero esulta contro Kylian Mbappe nella finale dei Mondiali
immagine:
Christian Romero esulta contro Kylian Mbappe nella finale dei Mondiali

Ora Romero affronta la prospettiva di un’altra grande partita domenica, probabilmente la più importante del calendario degli Spurs. Non stupitevi se l’emozione arriva ancora dal difensore argentino.

“È sempre stato lì. È quello che è”, ha detto Romero quando gli è stato chiesto da dove provenisse il suo stile di gioco aggressivo. “La cosa più importante è che sia dentro di me.

“Penso che ci siano alcuni che pensano che io stia facendo qualcosa di sbagliato. L’aggressività è – secondo me – un po’ un’esagerazione. Il mio modo di giocare mi ha portato dove sono, è una di quelle cose”.

READ  Tennessee Riprendi la diffusione del vaccino; Il CDC afferma che influenza e virus sono in aumento

Romero, che parlava italiano in questa intervista, non ha menzionato l’Arsenal una sola volta. Cita spesso i nomi dei club del Tottenham e del Belgrano, oltre agli ex club di Atalanta e Genoa.

Ma mentre descrive il lato di Mikel Arteta, lo è “Loro” (Con loro).

Si prega di utilizzare il browser Chrome per un lettore video facilmente accessibile

In vista del derby del nord di Londra di questo fine settimana, recupera alcuni dei più grandi contrasti di Christian Romero durante la sua permanenza al Tottenham.

“Se dovessi dire qualcosa su di loro, hanno una squadra solida”, dice Romero. “I giocatori e l’allenatore stanno insieme da molto tempo.

“Sono in un momento importante in quello che stanno costruendo da anni e si vede che, per il momento, stanno facendo un buon lavoro. Per noi siamo in una posizione in cui dobbiamo ancora crescere”.

“Questa partita è importante. Dobbiamo vincerla. Serve il risultato. Sarà difficile, ma io credo nella nostra squadra. Tra di noi siamo sempre emozionati. Non si tratta solo del derby, anche se è una partita molto partita importante.

“La Premier League è dura, ci sono tante squadre forti in cui giochi dove devi essere al 100%. Se non è così, non puoi giocare in questo clima.

“Sappiamo che questa stagione è stata un po’ altalenante, dobbiamo dirlo, ma speriamo di vincere. Faremo tutto il possibile per vincere questa partita in casa”.

Guarda Tottenham vs Arsenal in diretta su Sky Sports Premier League il Super Sunday questo fine settimana, alle 16:30