Febbraio 5, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Inflazione: la spesa sanitaria è sotto forte pressione in Francia

Inserito il 20 dicembre 2022 alle 18:51

Le tensioni sul lavoro nel settore sanitario francese, insieme all’elevata inflazione, potrebbero causare una distorsione della spesa per l’assicurazione sanitaria rispetto alle aspettative del governo, ha avvertito l’Alto Consiglio per il finanziamento della protezione sociale (HCFiPS) in una nota pubblicata la scorsa settimana.

Considerando il picco della crisi sanitaria com’era in passato, il governo ha previsto nel bilancio della previdenza sociale per il 2023 un calo della spesa sanitaria per il prossimo anno dell’1,2%. Escludendo il Covid, il target di spesa (Ondam) dovrebbe aumentare del 3,5%. Un livello di inflazione inferiore alle attese (4,3%), che preoccupa gli operatori del settore. Inoltre, il CEO ha pianificato di aumentare la spesa del 2,5% annuo, in media, fino al 2026.

Senza arrivare a mettere in discussione la sincerità del bilancio, gli HCFiP “mettono in discussione la ‘compatibilità’ di queste proiezioni ‘con lo stato attuale del settore sanitario'”. In altre parole, anche se la pagina sul Covid-19 dovesse essere voltato, il CEO rischia di mettere sul tavolo molte più risorse del previsto.

Il governo attende di “ristabilire” il sistema

Nonostante un piano per aumentare i salari per gli operatori sanitari negli ospedali e nelle case di cura con “Ségur de la santé”, l’ospedale continua a lottare per il personale e i professionisti affermano di essere sopraffatti. Il governo è anche sotto pressione per facilitare l’accesso dei francesi a un medico in un momento di deserti medici.

Lo testimoniano scioperi e arresti: i professionisti aspettano misure forti. Tanto più che l’esecutivo ha promesso di “ricostruire” il sistema, avvalendosi del Consiglio nazionale per la rifondazione (Cnr) in sanità, è stato intrapreso un ampio esercizio di consultazione con professionisti e cittadini su tutto il territorio.

READ  Robot al Festival della Scienza! | eco

L’effetto dell’inflazione in questione

I medici liberali aspettano disperatamente un aumento del prezzo della loro consultazione. I negoziati sono iniziati poche settimane fa su questo argomento con Medicare e dovrebbero concludersi all’inizio del prossimo anno. Per mantenere la pressione, i sindacati hanno nuovamente chiesto nei giorni scorsi la chiusura degli armadietti, soprattutto durante le festività natalizie.

In questo contesto, il Consiglio supremo afferma che l’inflazione aumenterà la spesa sanitaria. Non solo spinge per una migliore valutazione degli operatori sanitari, ma influisce anche sui costi fissi delle istituzioni sanitarie. Pertanto, il governo ha accettato di compensare parte degli effetti dell’inflazione sugli ospedali nell’ambito del precedente budget.

“In passato, il progresso di Ondam è sempre stato più veloce dei prezzi, anche se in alcuni anni la differenza era minima”, afferma HCFiPS. “La crisi inflazionistica che sta vivendo l’economia francese potrebbe richiedere una revisione dell’Ondam per quanto riguarda la sua costruzione iniziale”, osserva il Consiglio supremo.