Settembre 26, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

In vista delle elezioni italiane compaiono false affermazioni sui voti postali “cattivi”.

False affermazioni di “frode elettorale” sono già state condivise online L’Italia ha le elezioni generali domenica.

Video falsi sono diventati virali sostenendo che i voti postali saranno truccati all’estero a favore di alcuni partiti politici.

In una clip su Facebook, un uomo afferma che due partiti populisti sono stati illegalmente esclusi dal ballottaggio. Euronews ha verificato le affermazioni.

Nel video, l’utente afferma che le schede e le schede elettorali sono state inviate al suo indirizzo di Lugano, in Svizzera, dal consolato italiano locale.

Apre la busta e mostra la lista dei partiti al ballottaggio, dicendo che sono stati eliminati i candidati Torniamo alla Costituzione, Italexit e Vita. Tutti e tre i partiti populisti sono noti per le loro opinioni euroscettici e condividono teorie del complotto precedentemente sfatate.

Ma secondo Consolato d’ItaliaTutti e tre i partiti non hanno registrato abbastanza firme per mettere in campo i candidati alle votazioni per corrispondenza.

Il voto per corrispondenza è consentito ai cittadini residenti all’estero in Italia oa coloro che si trovano all’estero da almeno tre mesi per motivi di lavoro, di studio o di salute.

Secondo le regole elettorali italiane per gli elettori stranieri, i partiti devono registrare tra le 500 e le 1.000 firme in ciascuna regione. Come nel 2022, un’elezione anticipata ridurrebbe il numero delle firme a 250.

Uno dei partiti populisti è Vida Confermato su Facebook Non hanno ottenuto i firmatari necessari per ottenere voti stranieri. Pertanto, la loro assenza dal ballottaggio di Lugano non costituisce una prova di “frode elettorale”.

L’uomo afferma anche nel video che nella busta sigillata era incluso un volantino pubblicitario per i candidati del Partito Democratico (PD) di centrosinistra.

READ  Da Venezia al Lago di Como, le gemme turistiche italiane faticano a galleggiare

Ma il filmato mostra che la lettera dell’uomo è stata aperta prima che iniziasse le riprese, compromettendo la credibilità delle sue affermazioni.

Luciano Vecchi, agente PD Presumibilmente “Chiaramente infondato” e dice che il video è “manipolato”.

Euronews ha contattato la commissione elettorale italiana per una dichiarazione sulle accuse video.

False affermazioni di frode elettorale sono state condivise online prima delle elezioni generali in Francia, Germania e Paesi Bassi.