Gennaio 18, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

In che modo la Cina ha distrutto la democrazia di Hong Kong?

“La democrazia è sotto costante attacco da più di un anno a Hong Kong”, ha affermato Luke de Pulford, coordinatore dell’Alleanza interparlamentare sulla Cina con sede a Londra, un gruppo di legislatori di paesi democratici concentrato sulle relazioni con la Cina. “Nessuna democrazia può funzionare senza una stampa libera”.

Caricamento in corso

“Se importanti informazioni sull’amministrazione non possono essere rilasciate a Hong Kong o in Cina, penso che dobbiamo dire che le ultime vestigia di democrazia lì sono state spazzate via”.

In una serie di tweet, l’attivista di Hong Kong Nathan Lo ha invitato il mondo a “postare su Hong Kong… [and] Dei giornalisti coraggiosi che corrono tanti rischi”. Law, fuggito a Londra dopo l’introduzione della legge sulla sicurezza, ha detto di temere un “effetto domino” che potrebbe portare alla chiusura di altri punti vendita.

Poco resta del movimento democratico di Hong Kong. Più di 100 personaggi a favore della democrazia e altri sono stati arrestati ai sensi del Security Act, che punisce le azioni considerate separatiste o sovversive del governo di Hong Kong o cinese.

Ciò include 47 persone accusate di sabotaggio a febbraio per i loro ruoli in un’elezione primaria informale tenutasi nel 2020 per determinare i migliori candidati per partecipare alle elezioni legislative programmate.

Il quotidiano e il sito Web Apple Daily con sede a Hong Kong hanno cessato le pubblicazioni nel giugno 2021.credito:Bloomberg

Le autorità hanno accusato gli attivisti di sabotaggio, dicendo che avevano intenzione di ottenere la maggioranza e usarla per paralizzare il governo e alla fine costringere il leader di Hong Kong Carrie Lam a dimettersi.

Il governo ha rinviato le elezioni del 2020, citando i rischi per la salute pubblica causati dal nuovo coronavirus (Covid-19). Poi, il governo centrale di Pechino ha annunciato all’inizio di quest’anno nuove leggi elettorali che hanno ridotto la proporzione dei seggi eletti direttamente a meno di un quarto e hanno chiesto a tutti i candidati di giurare fedeltà a Pechino.

READ  Gli orfani di Covid in Messico affrontano il scoraggiante ritorno a scuola

I risultati erano attesi. All’inizio di questo mese, quando si sono finalmente tenute le elezioni, i politici pro-Pechino hanno ottenuto una vittoria schiacciante. Il più grande partito di opposizione della città, il Partito Democratico, non ha presentato un candidato per la prima volta dal passaggio di consegne del 1997.

Anche diversi sindacati e organizzazioni a favore della democrazia sono stati sciolti quest’anno. Il più grande sindacato degli insegnanti della città è stato sciolto ad agosto a causa del clima politico e in seguito il più grande sindacato indipendente della città ha seguito l’esempio.

Caricamento in corso

Anche il Civil Human Rights Front, un gruppo pro-democrazia che ha organizzato alcune delle più grandi proteste nel 2019, è stato sciolto dopo un’indagine della polizia ai sensi della legge sulla sicurezza nazionale.

Anche altri attivisti per la democrazia sono stati arrestati per il loro coinvolgimento in proteste non autorizzate e per la fiaccolata annuale a Tiananmen, vietata per due anni consecutivi. La maggior parte degli attivisti democratici della città sono dietro le sbarre o sono fuggiti all’estero.

Alla fine dell’anno, molte opere d’arte sono state rimosse per commemorare il massacro di Tiananmen.

Due giorni prima di Natale, l’Università di Hong Kong ha indicato i rischi legali nell’ordine di rimuovere pilastro della vergogna Un memoriale raffigurante un mucchio di corpi strappati e contorti delle vittime di Tiananmen. Molte altre università hanno seguito l’esempio, eliminando le statue a favore della democrazia e le statue di Tiananmen.

Il Partito Comunista Cinese ha cercato a lungo di cancellare il massacro di Piazza Tiananmen dalla coscienza pubblica sulla terraferma e di prevenire qualsiasi evento commemorativo. Ora sembra deciso a fare lo stesso a Hong Kong in nome della stabilizzazione della città.

READ  Il primo ministro del Nepal affronta un voto di sfiducia nella nazione che "guarda nell'abisso di Covid"

AP