Maggio 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Iliad distrugge il suo quaderno in 5G in Italia

Iliad è stato preso a schiaffi in Italia per aver ingannato i consumatori con la sua offerta 5G… e non è felice.

L’organizzazione rivale italiana ha multato Iliad di 1,2 milioni di euro per aver omesso dettagli nella commercializzazione del suo servizio 5G e aver fornito informazioni vaghe.

Le multe sono relativamente elevate; Iliad non ha ancora realizzato un profitto in Italia, ma la sua prima linea è arrivata a nord di 800 milioni di euro lo scorso anno. È interessante notare, tuttavia, che la società di telecomunicazioni, che si considera il campione dei consumatori, ha sconvolto il mercato con una serie di piani tariffari a basso costo e altamente trasparenti e ha lanciato i servizi quasi quattro anni fa.

Non sorprende che Iliad abbia descritto la decisione del controllore come “irragionevole”.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha rilasciato un comunicato confermando la decisione di infliggere una sanzione a Iliad a seguito di un’indagine sulle sue pratiche di marketing che ha rivelato alcune violazioni del Codice del Consumo italiano.

Iliad non ha incluso nella sua pubblicità alcune informazioni essenziali come i limiti geografici del suo servizio 5G e la necessità di avere un dispositivo in grado di accedere alla rete. Per chiarire a quel punto, l’AGCM fa riferimento al fatto che un tipico smartphone 5G non può essere utilizzato se non operato su una specifica rete all’interno della rete Iliad 5G.

Per quelli di noi che hanno familiarità con l’operatore Smoke and Mirrors, quando promuovono nuovi servizi, niente di tutto ciò sembra insolito. Ma in un mondo in cui la pubblicità ingannevole è già comune, è bello vedere che un sistema competitivo ha successo per il bene del consumatore.

READ  Italia c 10cr danni alle famiglie di due pescatori uccisi dalla Marina Militare

Da parte sua, Iliade ha accettato la linea difensiva del “ma non siamo soli”, il che, sebbene indubbiamente vero, è un argomento molto debole.

Le sanzioni dell’AGCM sono “gravemente ingiuste, soprattutto considerando che Iliad continua a trattare gli utenti con la massima cura e a comunicare loro le stesse informazioni in modo più aperto rispetto ai suoi concorrenti”, ha affermato Iliad in una dichiarazione in lingua italiana. In radiocar Via Porsche Italia.

La società di telecomunicazioni ha affermato di aver collaborato con l’AGCM durante tutta la sua indagine e di aver proposto diverse soluzioni all’autorità di regolamentazione, sebbene queste non fossero ritenute sufficienti per evitare sanzioni.

L’AGCM ha anche evidenziato il modo in cui Iliad ha pubblicizzato il suo programma “Flash 100 5G”. Secondo il regolatore, gli utenti utilizzano fino a 100 GB di dati durante il roaming in Italia e in altre parti d’Europa, ma in realtà avevano un limite di 6 GB sull’elemento di roaming.

Non è del tutto chiaro se la sanzione coprirà questo. Secondo il suo rapporto, Iliad osserva che la sanzione si riferisce solo ai limiti geografici e di dispositivo del suo servizio 5G e al modo in cui viene segnalato. Tuttavia, Flash 100 5G non è più offerto sul sito Web di Telco, ma offre un’offerta simile: Flash 150 5G. Il nuovo piano, disponibile per le prossime due settimane, offre 150 GB di dati al mese su 4G e 5G, con una piccola stampa che indica un limite di 7 GB durante il roaming in Europa.

L’Iliade può essere duro per la censura, soprattutto se segue effettivamente le regole della pubblicità industriale, ma ora deve rivolgere la sua attenzione a un piccolo controllo dei danni se vuole diventare il campione del consumo italiano. In molti casi i clienti votano con il proprio portafoglio, quindi l’impatto della cattiva stampa normativa può essere davvero limitato.

READ  L'Italia mi ha aiutato a conciliarmi con il mio peso e la mia forma

Ricevi le ultime notizie direttamente nella tua casella di posta. Iscriviti alla newsletter di Telecoms.com qui.