Giugno 8, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il vulcano italiano dell’Etna sputa fumo e cenere in una nuova eruzione

Nuvole pesanti attorno alla sommità del vulcano riducono la visibilità e inviano pennacchi di cenere nell’atmosfera

L’Etna, il vulcano più attivo d’Europa, ha iniziato a eruttare domenica, sputando cenere su Catania, la più grande città della Sicilia orientale, e costringendo a bloccare i voli all’aeroporto della città.

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia italiano, o INGV, monitora da vicino l’Etna con strumenti sui pendii e, in una giornata piovosa, la copertura nuvolosa blocca la vista dell’eruzione, offrendo una vista spettacolare del vulcano che brucia durante le ore non di punta. Eruzioni rare.

L’agenzia ha detto che la cenere è caduta su almeno una città a Catania e sulle pendici popolate dell’Etna. Non sono stati segnalati feriti.

L’aeroporto di Catania ha dichiarato che le operazioni di volo sono state temporaneamente sospese a causa della cenere. Qualsiasi immagine chiara del vulcano in eruzione è stata offuscata dal maltempo, con nuvole scure e piovose che coprivano l’Etna.

L’INGV ha indicato che il monitoraggio ha registrato prove di un aumento dell’attività tremitica negli ultimi giorni.

L’agenzia di stampa italiana ANSA ha riferito che domenica le persone nelle città di Atrano e Biancavilla hanno sentito forti rumori provenire dal vulcano.

L’agenzia nazionale di protezione civile italiana ha dichiarato giovedì in un avviso che potrebbero verificarsi variazioni “improvvise” nell’attività dell’Etna, data l’aumento dell’attività vulcanica.

L’ultima eruzione dell’Etna non è stata molto tempo fa. I funzionari hanno affermato che il 14 maggio 2023 – guarda caso un’altra domenica – la cenere è stata emessa dal fianco sud-est del vulcano, lo stesso punto in cui è stata osservata una nuova eruzione domenica scorsa.

READ  Tatuaggio dei fan di Chilini vs Saga nella finale di Euro 2020

All’inizio del 2021, l’eruzione del vulcano è durata diverse settimane.

Martedì mattina, i funzionari italiani hanno annunciato che una nuova eruzione sull’Etna era ufficialmente terminata. Riaperto l’aeroporto di Catania.