Febbraio 3, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il virus è dilagante e gli ospedali cinesi sono sopraffatti

“Il picco dell’epidemia porterà un’enorme pressione sul sistema medico”, ha affermato Feng Zijian, ex vicedirettore del Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie.

La scorsa settimana Feng ha detto agli studenti della Tsinghua University che il COVID non è più diffuso da infezioni importate dall’estero, la narrativa dominante di Pechino durante la pandemia.

In un importante cambiamento nella messaggistica, il capo consigliere del governo ha affermato che gli studenti dovrebbero ora aspettarsi di catturare il ceppo Omicron più mite, ma non dovrebbero più temere il virus se completamente vaccinati.

“Questa è un’inevitabilità che ognuno di noi sperimenterà”, ha detto. “Se sei stato ferito tu stesso e anche il tuo dormitorio o i tuoi compagni di classe sono stati infettati, per favore non sentirti in colpa o incolpare te stesso.”

Feng ha riconosciuto la confusione causata dalle linee guida aggiornate, il che significava che gli operatori sanitari identificati come a stretto contatto con loro dovevano isolarsi, portando a carenze di personale in tutto il sistema.

“È necessario migliorare il metodo di gestione dell’ospedale per proteggere altri tipi di pazienti ricoverati in ospedale e ridurre la pressione sul personale causata dall’infezione del personale medico”, ha affermato.

Finora non ci sono state scene pubbliche di panico o morte, ma gli epidemiologi non si aspettano che l’onda raggiunga il picco tra metà gennaio e marzo. Le autorità di regolamentazione stanno ora correndo per ottenere kit di antigeni rapidi sul mercato poiché il sistema di test PCR cinese è messo a dura prova dall’improvvisa rimozione delle restrizioni. La Beijing Medical Products Administration ha dichiarato domenica di aver lanciato 25 milioni di kit in un giorno.

READ  I criceti contraggono il COVID, spingendo le autorità a uccidere 2.000 animali

Wang Guangfa, un esperto di malattie respiratorie del Primo Ospedale dell’Università di Pechino, ha sostenuto l’improvviso allontanamento dal COVID. Il cambiamento è arrivato dopo una settimana di proteste diffuse contro blocchi e misure di test e rare critiche pubbliche all’approccio del governo cinese.

“Il rilassamento ora non è sorprendente”, ha detto ai media statali cinesi.

Caricamento in corso

Wang ha affermato che i funzionari hanno aspettato che Omicron diventasse molto meno mortale, assicurando che “la Cina emergerà dall’epidemia in modo più ordinato rispetto a quanto accaduto in Occidente”.

Più del 33% dei 264 milioni di persone di età superiore ai 60 anni che non sono completamente vaccinate rimane esposto.

Ricevi una nota diretta dal nostro alieno corrispondenti Su ciò che sta facendo notizia in tutto il mondo. Iscriviti alla newsletter settimanale What in the World qui.