Maggio 22, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il video virale mostra Vladimir Putin che inciampa con la mano tremante mentre saluta il presidente bielorusso Alexander Lukashenko

La salute di Vladimir Putin è stata nuovamente messa in discussione dopo che i video sui social media hanno mostrato che la mano del presidente russo sembrava tremare in modo incontrollabile quando ha incontrato un presidente vicino.

I video virali del presidente russo Vladimir Putin che sembra tremare e inciampare hanno suscitato voci secondo cui sta combattendo problemi di salute durante l’invasione dell’Ucraina.

Una clip di otto secondi condivisa sui social media ha mostrato che il braccio destro del 69enne tremava brevemente in modo incontrollabile mentre lo tirava rapidamente sul petto per fermare i brividi.

Poi sembra vacillare mentre fa il primo passo verso un amico e presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko, che è arrivato al Cremlino per un incontro.

Trasmetti in streaming più notizie globali con Flash. Più di 25 canali di notizie in un unico luogo. Nuovo su Flash? Prova 1 mese gratis. L’offerta scade il 31 ottobre 2022

La coppia ha condiviso un rapido abbraccio prima di sedersi per le loro discussioni.

In un incontro televisivo separato, il presidente Putin è stato visto apparentemente stringere i braccioli della sedia su cui era seduto mentre si agitava e batteva ripetutamente i piedi per terra.

Il filmato è stato girato il 18 febbraio – poco meno di una settimana prima che l’uomo forte ordinasse una “operazione militare speciale” in Ucraina – ma è emerso solo di recente.

Il nuovo video ha suscitato più voci sulla sua possibile cattiva salute, con alcuni che citano il morbo di Parkinson o addirittura il cancro in base ai sintomi.

La scorsa settimana, il presidente Putin ha fatto una rara apparizione alla televisione russa insieme al suo ministro della Difesa Sergei Shoigu mentre parlava di “liberazione” della devastata città portuale ucraina di Mariupol, dove migliaia di persone sono state uccise.

READ  La potenza di fuoco russa fa impallidire l'Ucraina, ma gli invasori incontrano una dura resistenza

Il video dell’incontro mostrava il suo viso gonfio, stravaccato sulla sedia, aggrappato all’estremità del tavolo su cui erano seduti e picchiettando il piede.

Alcuni hanno suggerito che il suo deterioramento della salute fosse causato dalle pressioni occidentali e dal mancato impossessamento dell’Ucraina più di due mesi dopo l’invasione.

Martedì, il presidente Putin è apparso alla televisione russa dove ha insistito sul fatto di sperare in un esito positivo nei negoziati di pace tra Mosca e Kiev.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres si è recato in Russia per incontrare il leader su un possibile cessate il fuoco nel Paese colpito.

Il presidente Putin ha consigliato ai funzionari dei due paesi di continuare i colloqui online, ma è rimasto ottimista sul fatto che avrebbero raggiunto un accordo.

“Nonostante l’operazione militare continui, speriamo ancora di poter raggiungere accordi sulla via diplomatica”, ha detto Guterres al Cremlino.

Negoziamo, non rifiutiamo (parla).”

Il presidente Putin aveva appreso che le discussioni tra le nazioni in conflitto sono inciampate a causa di Presunti “crimini di guerra” a Bucha All’inizio di questo mese, si trova fuori dalla capitale ucraina, dove i corpi dei civili sono stati trovati sparsi lungo una strada principale.

Ha difeso i suoi soldati, accusati all’inizio di questo mese di aver giustiziato civili.

“C’è stata una provocazione nel villaggio di Bucha, con cui l’esercito russo non ha nulla a che fare”, ha detto il presidente Putin a Guterres.

“Sappiamo chi ha organizzato questa provocazione, con quali mezzi e che tipo di persone ci hanno lavorato”.

Il leader ribelle ha ribadito le sue affermazioni secondo cui Mosca sta aiutando la popolazione ucraina, sottolineando che Mosca ha aiutato a liberare 130.000 residenti della città portuale meridionale di Mariupol crollata e a trasferirli in Russia.

READ  Ego fragile? O semplicemente non ci interessa? Perché scusa può essere la parola più difficile.