Settembre 27, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il vento minaccia due nuovi incendi minacciano Atene, Grecia

Di Elena Picatoros | Agenzia di stampa

ATENE, GRECIA – Due nuovi grandi incendi sono scoppiati lunedì nella Grecia duramente colpita con forti venti, provocando avvisi di evacuazione per i villaggi a sud-est e nord-ovest di Atene, pochi giorni dopo che gli incendi hanno consumato fasce di foresta a nord della capitale greca.

Non sono stati segnalati feriti, ma i media greci hanno affermato che alcuni edifici sono stati danneggiati.

La Grecia è stata colpita da centinaia di incendi questo mese, a seguito dell’ondata di caldo più intensa degli ultimi decenni, che ha lasciato a secco le sue foreste. Altri paesi mediterranei – tra cui Turchia, Italia, Algeria e Spagna – hanno avuto problemi simili.

Gli scienziati affermano che non c’è dubbio che il cambiamento climatico dovuto alla combustione di carbone, petrolio e gas naturale stia portando a eventi meteorologici più estremi.

Il primo incendio è scoppiato lunedì in Grecia in mattinata nella regione della Keratia a sud-est di Atene, bruciando cespugli e minacciando un parco nazionale nella regione di Sounion. A tre comunità è stato ordinato di evacuare. Alcuni residenti hanno allagato disperatamente le loro case, mentre i volontari con tubi e rami hanno aiutato a spegnere gli incendi. Più di 100 vigili del fuoco, otto aerei scaricatori d’acqua e 11 elicotteri stavano cercando di contenere l’incendio, che sembrava svanire entro sera.

Dimitris Lukas, il sindaco locale, ha detto alla televisione greca che le autorità stavano indagando sulle segnalazioni degli incendi. Ha detto che i residenti hanno visto qualcuno in un’auto che dava fuoco a un contenitore della spazzatura.

Dall’altra parte della capitale, a nord-ovest, lunedì è scoppiato un altro incendio nel distretto di Philae, provocando l’allarme di evacuazione per altri otto villaggi. I forti venti hanno ostacolato gli sforzi antincendio, poiché le fiamme minacciano di diffondersi su una vicina montagna boscosa.

READ  Il governatore del New Jersey Phil Murphy lascia l'Italia nonostante il delta rush variabile

240 vigili del fuoco stavano combattendo questo incendio, di cui 143 polacchi, supportati da otto aerei lancia-acqua e nove elicotteri.

I vigili del fuoco hanno detto che 45 incendi sono scoppiati in tutto il paese tra la tarda domenica e la fine di lunedì. La maggior parte è stata rapidamente contenuta.

Due grandi incendi in Grecia iniziati all’inizio di agosto, uno sull’isola di Evia e l’altro in un parco nazionale a nord di Atene, erano ancora in corso lunedì e i vigili del fuoco stavano cercando di mettere in sicurezza i loro dintorni. A Evia, lunedì sono stati nuovamente schierati aerei da bombardamento idrogeno per assistere le forze di terra.

Lunedì, il capo della Protezione civile greca, Nikos Hardalias, che coordina la lotta agli incendi boschivi e la risposta del Paese alla pandemia di coronavirus, è stato portato in un ospedale di Atene dove è stato sottoposto a un’operazione al cuore non programmata. Un comunicato del Ministero della Salute ha affermato che l’operazione è andata a buon fine.

Settimane di incendi hanno portato al limite le capacità di risposta della Grecia. Circa 24 paesi europei e del Medio Oriente hanno inviato personale di terra, aerei e veicoli per aiutare. La maggior parte se ne è andata, anche se 40 vigili del fuoco austriaci rimangono nella regione meridionale del Peloponneso, dove da giorni bruciano due grandi incendi.

Diversi altri paesi del Mediterraneo hanno sperimentato un caldo intenso e gli incendi boschivi si sono diffusi rapidamente nelle ultime settimane, compresa l’Algeria, dove gli incendi boschivi hanno ucciso almeno 75 persone; La Turchia, dove almeno 16 persone sono morte negli incendi, e l’Italia, che ha visto molti decessi legati agli incendi.

READ  Mostra UNESCO a Venezia incentrata sulla ricostruzione dei siti di Mosul | Arte e intrattenimento

L’aggravarsi della siccità e del caldo ha anche alimentato gli incendi quest’estate negli Stati Uniti occidentali e nella Siberia settentrionale della Russia.

Nicholas Pavetis ha contribuito ad Atene.