Febbraio 3, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il turismo israeliano si sta riprendendo dal declino della pandemia

“Dopo due anni abbiamo assistito a un forte calo del numero di israeliani che si recano all’estero, il 2022 segna una ripresa significativa”.

Dopo che la pandemia ha impedito a molti israeliani di viaggiare all’estero per più di due anni, gli ultimi mesi hanno mostrato una tendenza al rialzo dei viaggi internazionali, secondo un nuovo rapporto pubblicato domenica dall’Ufficio centrale di statistica israeliano.

“Dopo due anni abbiamo assistito a un forte calo del numero di israeliani che viaggiano all’estero, il 2022 segna una ripresa significativa”, afferma il rapporto, con oltre 8,4 milioni di partenze registrate.

Tuttavia, il rapporto rileva che sebbene le cifre per il 2022 siano molto migliori rispetto ai due anni precedenti, sono ancora inferiori dell’8,1% rispetto all’ultimo anno prima della pandemia, il 2019.

Circa 7,4 milioni di tutte le partenze all’estero nel 2022 sono avvenute in aereo, principalmente dall’aeroporto Ben Gurion, e circa 818.000 su strada. Le destinazioni più popolari per gli israeliani erano la Turchia, la Grecia, gli Stati Uniti, l’Italia e l’Inghilterra. Circa 565.000 israeliani sono entrati in Egitto attraverso il valico di Taba e altri 252.000 sono entrati in Giordania. Circa 144.000 sono partiti via mare.

La scorsa settimana, l’ufficio ha pubblicato un rapporto che mostra la ripresa del turismo in Israele in ritardo rispetto alla media globaleche già a luglio superava il 60 per cento dei numeri pre-pandemia.

manifesto video

READ  Il rapporto ha rilevato che il PIL dell'America Latina è legato alla Francia, che è più grande dell'Italia