Agosto 15, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il tuo gatto è malato di mente? Questo questionario scientifico può rispondere

Di solito un meme “gatto psicotico” è solo un meme. Ma “va tutto bene”, come dice l’espressione comune, no? Per questo motivo, un gruppo di ricercatori dell’Università di Liverpool, nel Regno Unito, ha creato un questionario per valutare cosa pensano i gatti domestici e, si spera, determinare se stanno considerando di affondare gli artigli nelle parti umane più sensibili.

Il questionario intitolato CAT-Tri +Stabilisce ciò che la scienza moderna chiama il “modello triplo degli psicopatici”. A differenza della maggior parte degli studi che abbiamo pubblicato qui, questo metodo di valutazione è disponibile gratuitamente su Internet (vedi link alla fine di questo testo).

Leggi anche

Questa foto potrebbe essere un tentativo di omicidio o solo un animale che saluta: vuoi rischiare una scelta? (Foto: Wikimedia Commons / Riproduzione)

“I nostri gatti e le loro varie personalità ci hanno ispirato a iniziare questa ricerca,” ha detto a Motherboard la psicologa accademica Rebecca Evans. “In particolare, sono anche interessato a ciò che gli animali percepiscono attraverso la psicopatia del gatto e come influenza le loro relazioni con i loro animali. Il mio gatto, Gumball, ha punteggi relativamente alti nella scala della timidezza, il che significa che può essere molto schietta, cercando più contatto, e alla deriva facilmente.

Il test fondamentalmente pone domande su quanto sia avventuroso il tuo gatto durante l’esplorazione. Pensa quando sei in giardino e il gatto inizia a scavare tra le piante: si muove molto? Percorri lunghe distanze?

Altre domande riguardano come reagirà in presenza di altri gatti o umani sconosciuti, se ha bisogno di stimoli costanti e, infine, fino a che punto obbedisce alle regole della casa. Le risposte vanno da “non si applica al mio gatto” o “descrive bene il mio gatto” – ad altri gradi di familiarità tra questi due estremi.

Di quasi 50 domande, il test indica se il tuo gatto è incline alla psicopatia o se riesci a dormire bene la notte.

Negli esseri umani, la psicopatia è caratterizzata da una mancanza di empatia e una tendenza alla manipolazione – motivo per cui, secondo Evans, i criminali con un alto grado di psicopatia (come i serial killer) tendono ad essere affascinanti e attraenti all’esterno, usando questo come un’esca per attirare le loro vittime.

“È molto probabile che tutti i gatti abbiano un elemento di psicopatia, poiché questo potrebbe essere stato vantaggioso per i loro antenati, in termini di accesso a risorse come cibo, area o opportunità di accoppiamento”, ha detto lo psicologo.

Nonostante gli scherzi, c’è una ragione pratica per l’esistenza dello studio: l’abbandono del gatto di strada è, purtroppo, un problema più comune di quanto l’umanità vorrebbe ammettere. Il questionario raccolto dall’Università di Liverpool può essere utile per identificare tratti psicologici specifici che possono contribuire all’abbandono dei gatti, nonché per la formazione di un profilo più dettagliato se si iscrivono alla lista d’attesa per l’adozione.

Se hai mai visitato un centro per animali randagi, probabilmente hai visto registrazioni di cani, gatti e altri animali come “ben fatto”, “evita la vicinanza” o simili. Lo studio segue questo pensiero ma in profondità.

“Essere disinibiti o più amichevoli con altri animali domestici sono generalmente caratteristiche che portano una maggiore qualità al rapporto animale-proprietario, mentre un gatto più chiuso o meno ricettivo può tradursi in più difficoltà”, hanno detto gli scienziati.

Lo sviluppo del questionario è il risultato e l’analisi del comportamento di 2042 Feline e dei suoi proprietari. Oh carta Con le conclusioni complete è stato pubblicato in Journal of Personality Research. Il questionario stesso è reperibile in una pagina dedicata allo studio.

Hai visto i nostri nuovi video su Youtube? Iscriviti al nostro canale!