Luglio 5, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il tribunale francese respinge la richiesta di annullamento dell’esito del referendum in Nuova Caledonia

Un tribunale di Parigi ha respinto la richiesta di annullamento dei risultati del terzo referendum sull’indipendenza della Nuova Caledonia dopo che gli elettori indipendentisti hanno boicottato il voto.

Gli indigeni Kanak – in gran parte indipendentisti – si sono astenuti dal terzo e ultimo possibile referendum, con una stragrande maggioranza che ha votato per rimanere con la Francia.

Questo perché si trovavano in un periodo di lutto di 12 mesi dopo l’impennata dei casi di COVID-19 nel settembre 2021.

A quel tempo, la loro comunità ha subito il peso maggiore di 279 morti per coronavirus sul suolo francese.

I risultati ufficiali del ballottaggio del 12 dicembre hanno rivelato che, sebbene il 96,5% degli elettori abbia rifiutato l’indipendenza dalla Francia, solo il 43,9% degli aventi diritto si è recato alle urne.

Il boicottaggio ha avuto un chiaro impatto sull’affluenza alle urne rispetto alle votazioni precedenti. Nel 2018 e nel 2020, i tassi di partecipazione sono quasi raddoppiati, raggiungendo l’80%.

Anche prima della pubblicazione dei risultati, voci indipendentiste affermavano che avrebbero contestato la legalità del risultato e la Corte Suprema francese – Le Conseil d’État – ha ora respinto l’offerta.

Cosa ha detto la corte?

Mappa che evidenzia i territori francesi nell'Oceano Pacifico: Nuova Caledonia, Wallis e Futuna, Polinesia francese e Clipperton.
La Nuova Caledonia è uno dei numerosi territori francesi nell’Oceano Pacifico.(Notizie ABC: Jarrod Fankhauser)

Nella sentenza del 3 giugno, il tribunale ha affermato che la dichiarazione di un anno di lutto da parte del Senato consuetudinario (Senate Kotumier) “non era di natura tale da incidere, di per sé, sulla sincerità del voto” perché il COVID si era placato a causa del momento in cui è iniziato il periodo della campagna.

Dopo un’indagine, la decisione del tribunale ha affermato che la Nuova Caledonia ha registrato un picco epidemico nel settembre 2021, con un tasso di infezione di 1.200 ogni 100.000 abitanti e diverse centinaia di vittime.

READ  Biden descrive per la prima volta le atrocità russe in Ucraina come un "genocidio".