Luglio 1, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

‘Il terrorismo di Putin colpisce tutti’: gli anarchici si uniscono allo sforzo bellico dell’Ucraina | Ucraina

meIn un anonimo bar inferiore nel centro di Kiev, gli anarchici ucraini hanno stabilito un quartier generale dove avrebbero raccolto rifornimenti da inviare ai loro coetanei in prima linea e accolto gli anarchici dall’estero che erano venuti a combattere.

È insolito vedere gli anarchici sostenere le strutture statali, ma affermano che agire contro la Russia è essenziale per la loro sopravvivenza. Combattiamo per proteggere la società più libera in cui si trova UcrainaL’attivista Dmytro ha detto. “Senza il quale non ci sarebbe spazio per attività o movimenti clandestini”.

Combattente anarchico in Ucraina. Foto: carità

Ha aggiunto: “Il terrorismo di Putin sta accadendo [in Ukraine] È casuale. Sta accadendo contro ogni parte della popolazione, ma soprattutto contro le parti di lingua russa della popolazione che Putin sarebbe venuto qui per liberare”, riferendosi al fatto che la guerra è stata più feroce nell’Ucraina orientale e meridionale.

Il suo regime è una dittatura di destra ultraconservatrice che reprime gli anarchici russi, la stampa libera e le reti gay. Spaventa anche le iniziative più popolari e radicali, come gli attivisti per i diritti degli animali. Consideriamo il conflitto tra Ucraina e Russia come una lotta tra uno stato abbastanza democratico e uno stato totalitario”.

La sinistra attivista è relativamente piccola in Ucraina, dove sopravvive ancora la memoria del comunismo sovietico, e la sua componente anarchica è minore. Ma dal 1917 al 2121 l’Ucraina è stata la patria di uno dei movimenti anarchici più famosi del mondo, nato dal vuoto di potere creato dalla caduta della Russia zarista.

Guidato dall’anarchico Nestor Makhno, il movimento per i diritti dei contadini in Ucraina ha sostenuto ed è cresciuto rapidamente in popolarità con gli slogan “Morte a coloro che ostacolano i lavoratori liberi” e “Il potere genera parassiti, lunga vita al caos!”

Nestor Makhno (centro) nel 1919.
Nestor Makhno (centro) nel 1919. Fotografia: cronaca/scienza

Al culmine del movimento, nella maggior parte dell’Ucraina meridionale e orientale esistevano comuni autonomi sotto la protezione dell’esercito Makhno. La sua base era a Huliaipole, una città nella regione ucraina di Zaporizhzhia, che da febbraio ha avuto molte controversie. I bolscevichi sconfissero l’esercito di Makhno e morirono in esilio a Parigi.

Quelli nel quartier generale degli anarchici a Kiev ammettono che questi non sono più i “tempi Makhno”. Oggi, il movimento anarchico in Ucraina è piccolo e un battaglione che opera in modo indipendente crollerebbe su un campo di battaglia moderno, dicono.

Circa 100 anarchici si sono arruolati per combattere nell’esercito ucraino e nelle forze di difesa regionali, secondo Serhiy Movchan, portavoce del gruppo. Inoltre, si sono uniti circa 20 anarchici stranieri, tra cui un russo fuggito dal suo Paese tre anni fa. Altri sono venuti in Ucraina per lavorare come paramedici volontari.

“Abbiamo un rigoroso processo di verifica”, ha detto Dmytro, che ha voluto sottolineare che i volontari stranieri sono diversi da alcuni degli altri volontari che sono arrivati ​​nel paese da febbraio. “Non vogliamo che le persone vengano qui per uccidere. Vogliamo che capiscano per cosa stanno combattendo”.

Prima dell’invasione del 24 febbraio, gli anarchici – pochi di numero – si univano a reti più ampie di attivisti di sinistra. Ma attirare sostenitori è stato ostacolato dall’esperienza del paese nell’era sovietica.

La bandiera ucraina sventola dietro una statua di Nestor Makhno a Zaporizhia, nel sud-est dell'Ucraina.
La bandiera ucraina sventola dietro una statua di Nestor Makhno a Zaporizhia, nel sud-est dell’Ucraina. Foto: Ed Jones/AFP/Getty Images

In nome del socialismo sono stati commessi omicidi di massa, si è verificata una carestia provocata dall’uomo e sono stati soppressi gli spazi culturali e storici, inclusa la lingua ucraina. Gruppo controverso di Leggi di ritiro dalla società È stato approvato nel 2015 per affrontare questa eredità, ma molti membri di sinistra ritengono che la popolazione più ampia stia iniziando ad associare tutto ciò che si trova a sinistra con l’Unione Sovietica.

Quindi, sotto il governo di Putin al Cremlino russo, i medici ei loro alleati hanno scelto la retorica di sinistra per creare partiti politici filo-russi in tutta l’ex Unione Sovietica, inclusa l’Ucraina. Questi partiti erano usati per attirare gli elettori dell’era comunista.

Le e-mail trapelate nel 2016 hanno rivelato come il leader regionale di Kharkiv del Partito Comunista Ucraino, che era stato bandito l’anno precedente per aver promosso il separatismo, avesse ricevuto e-mail dall’ufficio dell’ex medico del Cremlino Vladislav Surkov su come fomentava il separatismo e la campagna per il federalismo. (dal 2014 Il Cremlino premeva per il federalismo in Ucraina come un modo per la Russia di riguadagnare influenza nella politica nazionale.)

Dmytro ha anche fatto riferimento ai messaggi di “sinistra” che il Cremlino ha utilizzato durante la creazione delle repubbliche popolari autodichiarate delle regioni di Donetsk e Luhansk, gli stati non riconosciuti nell’Ucraina orientale sostenuti dalla Russia. Ha detto che l’ironia è che le entità erano guidate da estremisti di destra come Igor Girkin, che promuoveva il nazionalismo russo, Perpetrati omicidi extragiudizialie il divieto della libertà di espressione e di associazione.

Movchan ha affermato che l’ultima invasione russa di massa ha creato un altro strato di fango per gli attivisti della sinistra ucraina.

“Putin si è appropriato della parola antifascista e l’ha usata per giustificare la sua guerra”, ha detto Movkan. “[Ukrainian] I nazionalisti dicono che se sei antifascista, sei filo-russo, ma non è così”.

Movchan ha affermato che il nazionalismo di estrema destra non è sempre riuscito a ottenere il sostegno popolare in Ucraina, ma che il nazionalismo moderato – che si concentra su religione, lingua e forze armate – è diventato prevalente dopo il 2014.

Iscriviti alla 1a edizione, la nostra newsletter giornaliera gratuita – ogni mattina nei giorni feriali alle 7:00

Molti politici ucraini hanno assunto messaggi nazionalisti in una successiva competizione per presentarsi come patrioti ucraini. Movchan ha affermato che questo nazionalismo promuove idee conservatrici e non progressiste e quindi presenta un “grande problema”.

Movshan ha detto, riferendosi alla più grande acciaieria ucraina che è stata privatizzata nel 2004 da oligarchi vicini all’allora presidente.

Movchan ha affermato che questa forma di nazionalismo ha fornito al potere uno strumento per ignorare le questioni sociali in Ucraina, ma la gente dovrebbe essere chiara sul fatto che i problemi interni dell’Ucraina non sono da biasimare per la guerra. “La causa della guerra è la Federazione Russa”, ha detto Movchan.

READ  Le vecchie politiche di inganno metteranno sotto accusa il Primo Ministro e Berejiklian