Dicembre 4, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il sottosegretario alla Salute chiede le dimissioni per il vaccino contro il Covid R

Gemmato afferma che i commenti sui vaccini sono presi fuori contesto.

Martedì il sottosegretario alla Salute Marcello Gemmato ha risposto alle richieste di dimissioni, affermando che non c’erano prove che la situazione Covid in Italia sarebbe stata peggiore senza i vaccini.

Gemmato, farmacista di professione e membro del partito di estrema destra Fratelli d’Italia del premier Giorgia Meloni, ha acceso il dibattito sui commenti che ha fatto lunedì sera a Rai2, canale della televisione di Stato italiana.

In risposta al commento del giornalista Aldo Cazzullo secondo cui la pandemia di Covid sarebbe stata peggio senza vaccini, Gemmato ha detto: “È quello che dici. Non abbiamo l’onere della prova inverso. Ma non cado nella trappola di prendere. Pro o contro i vaccini”.

I suoi commenti sono stati ampiamente condannati dai politici dell’opposizione, tra cui Enrico Letta, capo del Partito Democratico di centrosinistra, che ha twittato: “Un sottosegretario alla salute che rifiuta i vaccini non può essere in carica”.

Carlo Calenda, capo del partito centrista Azione, ha scritto su Twitter: “Gemmato deve dimettersi. Un sottosegretario alla salute che non prende le distanze dai no-vaxxer è decisamente nel lavoro sbagliato”.

Martedì pomeriggio, Gemmato ha cercato di sedare la crescente lite contro i suoi commenti, che secondo lui erano stati manipolati e “estrapolati dal contesto”.

In un comunicato ha descritto i vaccini come “armi preziose” nella lotta al Covid: “Ho sempre sostenuto la validità dei vaccini e soprattutto la loro capacità di proteggere dai più deboli”.

READ  Il governo italiano vieta le navi da Venezia