Maggio 19, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il settore turistico italiano dovrebbe crescere del 35% quest’anno

A seguito dell’allentamento delle restrizioni COVID-19, l’Italia dovrebbe registrare un gran numero di visite e pernottamenti.

Si prevede che quest’anno oltre 92 milioni di turisti trascorreranno le vacanze in Italia, secondo un recente comunicato della società di ricerca turistica Demoscopica. Ciò significa che l’Italia registrerà un aumento del 35% rispetto allo scorso anno, secondo SchengenVisaInfo.com.

Inoltre, il Paese dovrebbe registrare circa 343 milioni di pernottamenti entro la fine di quest’anno.

Nonostante numeri così alti, la società ha notato che i dati di quest’anno saranno inferiori a quelli registrati nel periodo pre-epidemia.

Rispetto al 2019, il numero di turisti in arrivo in Italia quest’anno dovrebbe essere inferiore del 29,6% e il numero di pernottamenti del 21,4%.

Si stima che i luoghi in Italia quest’anno registreranno tendenze positive. L’area piemontese dovrebbe accogliere un gran numero di turisti: 4,3 milioni di arrivi e 12,8 milioni di pernottamenti. Il Trentino-Alto Adige sarà al secondo posto e la Campania al terzo.

“A livello regionale, tutte le destinazioni regionali registreranno un andamento positivo degli arrivi turistici, con 12,8 milioni di pernottamenti (+56,7%), sulla base di una variazione della percentuale di arrivi in ​​presenza del Piemonte” Lo dice il rapporto di Demoscopica.

In termini di spesa turistica, si stima che i flussi turistici in Italia raggiungano oltre 26.26 miliardi entro la fine del 2022, con un aumento dell’11,8 per cento rispetto al 2021.

“Entro il 2022, i boom turistici in Italia potrebbero generare 0,4 26,4 miliardi di spesa per il turismo, con un aumento dell’11,8 per cento rispetto all’anno precedente”. Aggiunto Demoscopica.

Demoscopica ha osservato che oltre ai turisti provenienti da altri Paesi, sono previsti 30 milioni di italiani che trascorreranno le vacanze nel Paese. D’altra parte, il dieci per cento ha intenzione di andare all’estero, di cui il sette per cento ha già intenzione di viaggiare in un altro paese europeo e il tre per cento sceglie una vacanza all’estero.

READ  La troupe circense ucraina bloccata in Italia dice di voler continuare lo spettacolo per il proprio paese

L’Italia ha già allentato le regole di ingresso Covit-19. Tutti i viaggiatori, indipendentemente dal loro paese di nascita, possono entrare senza restrizioni in Italia purché in possesso di un valido pass COVID-19 – Vaccino, Recupero o Certificato di test.

Inoltre, le autorità italiane prevedono di facilitare le restanti operazioni domestiche legate al COVID-19.

>> Viaggio in Italia questa primavera: vengono spiegate vaccinazioni, test e altre regole di ingresso