Agosto 12, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il segretario generale delle Nazioni Unite sostiene che i giovani devono essere riconosciuti come “motori del cambiamento”

Dai cambiamenti climatici ai conflitti alla povertà persistente, i giovani sono “colpiti in modo sproporzionato da crisi globali interconnesse”, ha sottolineato l’inviato dei giovani, Jayathma Wickramanayake, parlando a nome del Segretario generale delle Nazioni Unite durante l’incontro. È successo a New York.

“Oggi sottolineiamo l’importanza di trasformare le competenze dei giovani per il futuro del lavoro”, ha affermato.

La pandemia di COVID-19 ha esacerbato la fragilità, ha lasciato 24 milioni di giovani senza scuola oggi e ha accelerato la trasformazione del mercato del lavoro, “aggiungendo una crescente incertezza e ampliando il divario digitale”.

Garantire il diritto dei giovani alla formazione

Il messaggio del Segretario generale continua: “Dobbiamo garantire il diritto dei giovani a un’istruzione, alla formazione e all’apprendimento permanente efficaci e inclusivi, e quindi sviluppare le loro competenze, investendo nel contempo nell’istruzione tecnica e nella formazione professionale, nella connettività a banda larga e nelle competenze digitali”.

A tal fine, i leader politici di alto livello, i giovani e altri attori dell’istruzione si riuniranno a settembre per un vertice sulla trasformazione dell’istruzione presso la sede delle Nazioni Unite a New York.

Il Segretario Generale delle Nazioni Unite esorta tutti ad agire “per dare priorità allo sviluppo delle competenze dei giovani, al vertice e oltre”. E conclude il suo messaggio: “Insieme, costruiamo una forza lavoro più equa e prospera, preserviamo gli obiettivi di sviluppo sostenibile e non lasciamo indietro nessuno”.

Giovani donne che partecipano a un seminario di saldatura in Messico.

© UNESCO-UNEVOC / Teresa de Jesus Caballero Melcor

Giovani donne che partecipano a un seminario di saldatura in Messico.

Aiutare i giovani ad acquisire competenze

Da parte sua, il presidente dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, Abdullah Shaheed, ha notato in un video discorso che milioni di giovani oggi, soprattutto i più vulnerabili ed emarginati – come le giovani donne e le ragazze – continuano a sopportare il peso della politica sociale , turbolenze economiche e culturali.

READ  Salute dei reni per tutti!

Ha osservato che queste sfide “eliminano posti di lavoro e opportunità, limitano l’accesso all’istruzione e impediscono la riqualificazione e lo sviluppo di giovani donne e uomini” e credeva che “occorre fare di più”.

Secondo lui, dobbiamo aiutare i giovani ad acquisire competenze. “Esploriamo come aumentare le opportunità di lavoro per i giovani riducendo al contempo il numero di giovani non istruiti e non formati in modo sostenibile… [et] Lavoriamo insieme per garantire un futuro migliore e inclusivo guidato da giovani qualificati, istruiti e ben formati, senza lasciare indietro nessuno”.

Migliora le competenze digitali

Intervenendo in videoconferenza da Ginevra, Martha Newton, vicedirettore generale per le politiche dell’ILO (Organizzazione internazionale del Lavoro), sottolineando l’importanza di migliorare le competenze digitali per soddisfare le odierne esigenze insoddisfatte del mercato del lavoro.

Per aiutare i giovani ad “adattarsi rapidamente” a queste “richieste in rapido mutamento”, ha chiesto una formazione professionale di qualità e tirocini che li dotassero di “competenze per la vita”.

Secondo lei, investire in un mondo in cui il lavoro dignitoso è la realtà di ogni giovane richiede un’intensificazione delle azioni a favore dell’occupazione giovanile tutelandone i diritti.

Intervenendo a nome di Audrey Azoulay, Direttore Generale dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO), Maki Katsuno Hayashikawa, Direttore dell’Educazione 2030 Supporto e Coordinamento, ha sottolineato la necessità di identificare le competenze necessarie per il futuro del lavoro per responsabilizzare i giovani di oggi.

READ  Salute mentale: presto copertura al 100% delle sedute di psicoterapia?

Ha citato l’innovazione nell’imprenditorialità, la promozione di percorsi flessibili per promuovere l’apprendimento permanente, il superamento del divario digitale e la promozione di risorse educative a disposizione di tutti.

“I giovani dovrebbero essere incoraggiati a considerarsi agenti di cambiamento ea comprendere la complessità dello sviluppo sostenibile”, ha affermato il funzionario dell’UNESCO.

Ha aggiunto che al Vertice sull’istruzione “dobbiamo fare di tutto” per consentire ai giovani di sviluppare le proprie competenze per il futuro e dare loro un “posto centrale” al tavolo decisionale.