Agosto 15, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il satellite radar italiano lancia il razzo SpaceX in orbita polare, ora nello spazio

Il razzo Falcon 9 di SpaceX è stato lanciato lunedì con il sesto satellite cosmo-skymet italiano subito dopo il tramonto. Credito: SpaceX

SpaceX ha fornito un viaggio perfetto nell’orbita di un satellite radar italiano, lanciato lunedì sera da Cape Canaveral in cima a un razzo Falcon 9. Un limpido cielo al tramonto ha fornito al pubblico scene abbaglianti come l’arrampicata nello spazio infuocato di un booster riutilizzabile e il ritorno sulla Terra pirotecnica.

Le variabili al di fuori del controllo di SpaceX hanno tenuto il razzo Falcon 9 e il nuovo satellite di telerilevamento radar Cosmo-Skymet italiano a terra per quattro giorni. Il maltempo ha impedito il varo giovedì, venerdì e sabato, quindi domenica una nave da crociera in partenza da Port Canaveral è stata dirottata in un’area pericolosa a sud della base spaziale, provocando l’intercettazione delle guardie di frontiera.

Ma il cielo senza nuvole, il dolce conto alla rovescia e la gamma limpida si sono riuniti lunedì.

Il razzo Falcon 9, alto 229 piedi, è partito da Bat 40 alla stazione spaziale di Cape Canaveral alle 6:11:14 EST (2311: 14 GMT), circa 10 minuti dopo il tramonto. Nove motori Merlin hanno bruciato cherosene per razzi e hanno raggiunto la piena potenza.

Dopo aver superato la velocità del suono, Balkan 9 salì alla luce del sole e iniziò una curva verso sud-sudest. I nove motori principali del razzo hanno smesso di funzionare per più di due minuti e dopo pochi minuti il ​​booster si è fermato. Il secondo stadio del Falcon 9, alimentato da un unico motore Merlin, ha acceso il satellite radar italiano per continuare ad accelerare in orbita.

Il primo stadio, alto oltre 15 piani, prevedeva che la ruota del carro ai margini dello spazio prima facesse volare la coda e poi accendesse i suoi tre motori per elevarsi di nuovo verso Cape Canaveral. I bagliori luminosi delle emissioni da entrambe le posizioni dei razzi erano facilmente visibili dall’alta quota della costa spaziale della Florida, e sembravano una nebulosa cosmica che brillava al tramonto.

Il booster ha riacceso i suoi tre motori per una combustione supersonica di rientro e quindi ha acceso il suo motore principale per rallentare il carrello di atterraggio. Verso la zona di atterraggio dei razzi 1, due boom sonici sono stati filmati attraverso lo spazioporto della Florida, 6 miglia (9 km) a sud del sito di salvataggio missilistico Bat 40 di SpaceX.

READ  Cosa sta facendo l'Italia per combattere il cambiamento climatico?

L’atterraggio sul bersaglio ha causato un punto esclamativo sul terzo volo spaziale del booster. SpaceX ha sostituito il razzo designato B1052 nel carico dell’azienda nel 2019, dal suo precedente utilizzo come booster laterale in due missioni di razzi pesanti Falcon.

I tecnici hanno rimosso il cono anteriore del razzo, i montanti di collegamento e altro hardware specifico per la configurazione Falcon Heavy, che è stata creata combinando tre nuclei di missili balcanici in un veicolo pesante. Da allora Falcon 9 ha aggiunto l’adattatore SpaceX Interstage per il nuovo ruolo del booster.

Questo velivolo ha segnato la prima volta che SpaceX ha ricostruito un booster laterale pesante Falcon in un razzo Falcon 9 a levetta singola. SpaceX ha precedentemente sostituito due booster Falcon 9 da utilizzare come booster laterali sul primo velivolo di prova Falcon Heavy nel 2018.

Il livello più alto del razzo Falcon 9, nel frattempo, ha spinto il suo satellite radar Cosmo-Skymet nel suo motore Merlin per più di sei minuti per posizionarlo in un’orbita di parcheggio. Circa quattro minuti dopo aver raggiunto lo spazio, lo scudo del carico utile del lanciatore è stato staccato dal razzo.

Il Balkan Booster di SpaceX tornerà nella zona di atterraggio 1 lunedì. Credito: SpaceX

La costa orientale della Florida, quindi Cuba e il Mar dei Caraibi per spostare il razzo a sud, con il livello superiore che effettua una svolta a destra o manovra “Douglake” dal suo motore principale. La missione è la quinta piattaforma di lancio di SpaceX a utilizzare la piattaforma di lancio meridionale sull’orbita polare da Cape Canaveral, una pista inutilizzata dal 1969 al 2020.

Il razzo ha sorvolato l’Antartide e poi è volato a nord nell’Oceano Indiano, riavviando brevemente il suo motore, spingendo il satellite radar COSMO-SkyMed in un’orbita perfetta. Il veicolo spaziale, con una massa missilistica di circa 2,2 tonnellate (4.850 libbre), è stato staccato dalla cima del Falcon 9 un’ora dopo a un’altitudine di 392 miglia (631 chilometri).

COSMO-SkyMed è il secondo satellite della nuova generazione di veicoli spaziali radar per immagini. La flotta è progettata per uso militare e civile ed è finanziata dall’Agenzia Spaziale Italiana, dal Ministero della Difesa italiano e dal Ministero dell’Università e della Ricerca italiano.

Ogni navicella spaziale COSMO-SkyMed di seconda generazione, o CSG, è stata costruita dalla Thales Alenia Space. Il satellite ha un dispositivo radar progettato per monitorare la Terra durante il giorno e la notte. Dopo essere stato lanciato dal razzo Falcon 9 di SpaceX, il satellite CSG 2 avrebbe dovuto espandere il suo array solare e l’antenna radar in banda X nel suo primo giorno nello spazio.

READ  Germania, Italia, Inghilterra iniziano con le vittorie, ma la Spagna tiene - giornale

Thales Alenia Space ha confermato in una dichiarazione martedì mattina che i controllori di terra a Fuchino, in Italia, avevano preso contatto con il satellite CSG 2 15 minuti dopo il suo distacco dal razzo Falcon 9.

Il satellite è in grado di acquisire immagini radar colorate ad apertura satellitare con una risoluzione orizzontale di 1 piede o 30 centimetri. È vietato l’uso di immagini con la risoluzione più alta da parte di società autorizzate dal governo italiano.

I satelliti COSMO-SkyMed sono stati “creati fin dall’inizio del progetto per soddisfare le richieste sia militari che civili”, ha affermato Giancarlo Varagalli, capo dell’ingegneria dell’Agenzia spaziale italiana ASI, abbreviato.

I satelliti di sorveglianza radar italiani di seconda generazione saranno ampliati e infine sostituiti da quattro veicoli spaziali COSMO-SkyMed di prima generazione lanciati su razzi United Launch Alliance Delta 2 dal 2007 al 2010.

Carta d’artista dell’orbita del satellite Cosmo-Skymet di seconda generazione. Credito: ASI

Il governo italiano ha ordinato a Thales quattro satelliti COSMO-SkyMed di seconda generazione. Il primo della nuova serie di satelliti radar è stato lanciato a dicembre 2019 dalla Guyana francese su un razzo russo Soyuz.

Il secondo satellite CSG è stato prenotato per la prima volta con Arianspace per il lancio sul razzo europeo Vega C. Ma i ritardi nello sviluppo della versione aggiornata del Vega Launcher, il Vega Xi, non hanno reso possibile il lancio del nuovo razzo già a maggio.

Dopo il lancio di Vega C, il satellite CSG 2 non sarà lanciato fino alla fine dell’anno. Ciò ha spinto le autorità italiane a cercare un nuovo viaggio, raccogliendo infine il razzo Falcon 9 di SpaceX dopo che Arianespace non è stata in grado di accogliere il lancio del CSG 2.

Invece di lanciare il satellite CSG 2, l’ASI afferma che un razzo Vega C lancerà il terzo veicolo spaziale della Marina di seconda generazione COSMO-SkyMed nel 2024.

Dotati di radar ad apertura artificiale in banda X, i satelliti COSMO-SkyMed raccolgono immagini inviando segnali radar verso la Terra e quindi raccolgono i raggi riflessi dalla superficie. Il segnale riflesso contiene informazioni sull’area della superficie e sulla rugosità, che fornisce un’immagine che può mostrare altre caratteristiche come piante, superfici d’acqua, strade, ponti, aerei e navi.

Il governo italiano utilizza i dati radar COSMO-SkyMed per applicazioni di sicurezza nazionale e pubblica, come il monitoraggio di disastri naturali come i terremoti del 2016 nell’Italia centrale e l’eruzione vulcanica della Palma dello scorso anno.

Un satellite Cosmo-Skymet ha catturato il radar nel settembre 2021 da un’eruzione vulcanica a La Palma, nelle Isole Canarie. Credito: ASI/e-GEOS

La nuova generazione di imager radar include aggiornamenti ai primi quattro satelliti Cosmo-Skymet, in cui lo sterzo elettronico controlla l’antenna del momento attivo e il chiropratico del momento del momento. Queste modifiche consentono ai satelliti di seconda generazione di acquisire simultaneamente immagini radar di diversi punti della sua orbita.

READ  J.P. Devin Movie Review: 'Looking for Italy'

I satelliti COSMO-SkyMed monitorano il traffico marittimo e le fuoriuscite di petrolio e assistono nelle operazioni di ricerca e soccorso. I satelliti forniscono anche dati sugli effetti dei cambiamenti climatici, dall’innalzamento del livello del mare allo scioglimento dei ghiacciai.

I dati di Cosmo-Skymet monitorano le condizioni delle risaie in Thailandia e dei vigneti in Francia, aiutando gli agricoltori italiani a monitorare i loro raccolti, hanno affermato i funzionari italiani. Secondo Tales Alenia Space, le immagini radar possono essere utili per monitorare costantemente grandi progetti infrastrutturali come dighe, ponti ed edifici.

I satelliti COSMO-SkyMed di seconda generazione sono progettati per funzionare per almeno sette anni. I satelliti CSG possono scattare foto giorno e notte con il suo strumento radar, che può esplorare il pianeta in modalità di imaging a campo stretto e ampio campo.

E-GEOS, una joint venture tra l’agenzia spaziale italiana e Telespace, vende le immagini COSMO-SkyMed nel mercato commerciale.

Dal 2008 la flotta satellitare radar italiana ha ricevuto oltre 2 milioni di immagini. Secondo il Thales Alenia Space, ogni veicolo spaziale riprende in media 300 immagini radar al giorno.

I satelliti COSMO-SkyMed funzionano in combinazione con due satelliti radar SAOCOM 1 in Argentina, che raccolgono dati utilizzando apparecchiature in banda L. Entrambi i satelliti SAOCOM 1 sono stati lanciati sul razzo Falcon 9.

Il razzo Falcon 9 del pipistrello 40 è stato lanciato lunedì contro l’Agenzia spaziale di Cape Canaveral. Sulla parte anteriore di un altro razzo Falcon 9 attende un decollo con il prossimo lotto di satelliti Starling Internet. Credito: SpaceX

Il lancio di lunedì ha segnato la fine di un mese intenso a Cape Canaveral, con cinque missioni spaziali che decollano dallo spazio in 25 giorni. Quattro di questi lanci sono stati effettuati da SpaceX, uno dalla United Launch Alliance.

SpaceX ha altri due lanci di Falcon 9 questa settimana.

Un razzo Falcon 9 è stato lanciato dal pad 39A del Kennedy Space Center della NASA a poche miglia a nord della piattaforma di lancio utilizzata lunedì notte. Il razzo è caricato con il prossimo lotto di satelliti Internet Starling di SpaceX.

In tutto il paese, presso la base della Vandenberg Space Force in California, il team SpaceX si prepara a lanciare un altro razzo Falcon 9 mercoledì con un veicolo spaziale classificato per l’agenzia di intelligence del governo degli Stati Uniti, il National Intelligence Office.

Invia un’e-mail all’autore.

Segui Stephen Clark su Twitter: Stefano Clark1.