Agosto 7, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il salvatore dell’eurozona è caduto dalle frange divise dell’Italia

rilasciato in: la media:

Roma (AFP) – Mario Draghi, che ha il merito di aver contribuito a salvare l’eurozona come capo della Banca centrale europea, ha presieduto un impressionante periodo di unità come primo ministro italiano prima di cadere nella trappola di un sistema politico instabile.

L’economista di punta non è mai stato eletto direttamente, ma ha ottenuto il sostegno di quasi tutti i partiti politici quando è entrato in carica nel febbraio 2021 e ha innalzato la posizione dell’Italia sulla scena internazionale come leader rispettato nell’Unione Europea e nel Gruppo dei Sette.

Gli è stato affidato il compito di combattere la pandemia di coronavirus e le conseguenze di una recessione nella terza economia più grande d’Europa, così come l’Italia ha ricevuto gran parte del pacchetto di ripresa multimiliardario senza precedenti dell’Unione Europea per rilanciare la crescita.

Ha respinto le relazioni di lunga data dell’Italia con Mosca, si è opposto con veemenza all’invasione russa dell’Ucraina e ha svolto un ruolo chiave all’interno dell’Unione Europea nel sostenere l’offerta di Kiev di entrare nel blocco.

Godendo della crescente popolarità personale e della fiducia di Bruxelles e dei mercati finanziari, Draghi è stato visto come l’opzione migliore per rilanciare un’economia stagnante, afflitta da gravi carenze strutturali e burocratiche, introducendo riforme strutturali a lungo ritardate da lotte intestine e inerzia.

Ma con le elezioni previste per il prossimo anno, i partiti nella sua coalizione sono diventati sempre più tesi e i severi avvertimenti di Draghi di fermare i giochi politici sono rimasti inascoltati.

Mercoledì, tre partiti della sua coalizione si sono rifiutati di partecipare a un voto di fiducia, che ha portato al ritiro dell’elettricità dal governo.

READ  I fratelli della guarnigione dell'esercito americano in Italia si legano attraverso il teatro | Articolo - Merce

Draghi ha presentato le sue dimissioni giovedì mattina al presidente italiano Sergio Mattarella.

Basket e banche

Nato a Roma il 3 settembre 1947 in una famiglia benestante, Draghi perse i genitori nell’adolescenza, lasciandolo ad occuparsi di due fratelli minori.

Da giovane non è mai stato un ribelle, anche se simpatizzava per il movimento di protesta del 1968. “I miei capelli erano molto lunghi, ma non molto lunghi”, ha detto alla rivista tedesca Die Zeit nel 2015.

Draghi è stato educato in una scuola d’élite gestita dai Gesuiti dove eccelleva in matematica, latino e basket, condividendo lezioni con artisti del calibro dell’ex capo della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo.

Draghi, che è sposato con due figli, rimane un devoto cattolico.

Nel 1970 Draghi si laurea in economia, con una tesi secondo cui la moneta unica “era una follia, qualcosa che non dovrebbe mai essere fatto” – una visione che si sviluppò in seguito, diventando uno dei più forti sostenitori dell’euro.

A Draghi è stato attribuito il merito di aver contribuito a salvare l’eurozona al culmine della crisi del debito Annibale Hanschke DPA/AFP

Ha conseguito il dottorato di ricerca presso il prestigioso Massachusetts Institute of Technology (MIT) negli Stati Uniti e ha insegnato economia in diverse università italiane.

Dopo aver trascorso sei anni alla Banca Mondiale dal 1984 al 1990, ha guidato per un decennio il Dipartimento del Tesoro del Ministero dell’Economia italiano, lavorando sotto nove governi separati.

Da questa posizione, Draghi ha orchestrato privatizzazioni su larga scala e ha contribuito agli sforzi di riduzione del disavanzo che hanno aiutato l’Italia a qualificarsi per l’euro.

READ  Cosa c'è che non va in Alexa? Milioni di utenti Amazon Alexa hanno sbagliato

Nessuna concessione inconsistente

Nel 2002 Draghi è entrato a far parte del management di Goldman Sachs, prima di essere nominato tre anni dopo alla guida della Banca d’Italia dopo uno scandalo che ha coinvolto il suo ex capo, Antonio Fazio.

È stato nominato a capo della Banca centrale europea (BCE) nel novembre 2011, quando la situazione quasi fallimentare dell’Italia minacciava il collasso dell’intera zona euro.

Un anno dopo, Draghi ha cambiato la storia promettendo “tutto il necessario per preservare l’euro”, aggiungendo: “E credetemi, basterà”.

Gli è stato attribuito il merito di aver contribuito a salvare la moneta unica. Tuttavia, questo salvataggio è arrivato solo con l’aiuto di massicce iniezioni di contanti e tassi di interesse storicamente bassi, che gli sono valsi l’ira dei conservatori, specialmente in Germania.

Un ex aiutante ha detto all’AFP che le persone che hanno visto “Super Mario” lavorare presso la Banca centrale europea affermano che era un abile negoziatore con acute antenne politiche e disposto a svolgere il ruolo di “poliziotto cattivo” per influenzare le decisioni a suo favore.

L’assistente ha detto che Draghi è uno che non accetta “concessioni deboli” per mantenere il consenso.

Draghi è stato l'ideatore delle privatizzazioni su larga scala
Draghi è stato l’ideatore delle privatizzazioni su larga scala Andrea Solaro AFP

Dopo aver lasciato la Banca centrale europea nel 2019, Draghi si è arreso e ha trascorso la maggior parte del blocco del coronavirus italiano nella sua casa di campagna nell’Umbria centrale.

È stato chiamato a guidare l’Italia dal presidente Sergio Mattarella, dopo che il precedente governo di Giuseppe Conte è crollato nelle lotte interne nel gennaio 2021.

Gli era stato ordinato di succedere a Mattarella durante le elezioni presidenziali in Parlamento all’inizio di quest’anno, ma alla fine Mattarella è stato richiamato per un secondo mandato dopo che i legislatori non erano riusciti a mettersi d’accordo su nessun altro.

READ  SOFA Entertainment e TOPO GIGIO SRL fissano il 18 febbraio i video FACEBOOK ROLLOUT da "ED Sullivan Show" con l'adorabile topo italiano