Ottobre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il Regno Unito prevede di offrire visti più economici e più facili per concludere un accordo commerciale con l’India, afferma il rapporto

Un rapporto dei media ha detto sabato che il Regno Unito prevede di allentare le regole sull’immigrazione offrendo visti più economici e più facili a turisti, studenti e professionisti indiani, nel tentativo di concludere un accordo commerciale con l’India. Il segretario al commercio internazionale britannico Anne-Marie Trevelyan dovrebbe recarsi a Nuova Delhi questo mese, dove dovrebbero iniziare i negoziati formali su una proposta di accordo di libero scambio (ALS) India-Regno Unito. Un resoconto dei media ha affermato che Trevelyan dovrebbe approfittare della visita per aprire prospettive di allentamento delle regole sull’immigrazione per i cittadini indiani, che è una delle principali richieste di Nuova Delhi.

Mentre ha il sostegno del ministro degli Esteri Liz Truss, che ha posto l’assicurazione di legami più stretti con l’India in cima all’agenda del governo per contrastare la crescente influenza della Cina, il ministro degli Interni Priti Patel si oppone alla mossa, afferma il rapporto. Nel maggio dello scorso anno, Patel ha firmato un partenariato dedicato e reciproco per l’immigrazione e la mobilità (MMP) con il ministro degli affari esteri S Jaishankar per ottenere circa 3.000 studenti e professionisti all’anno per accedere ai vantaggi dell’esperienza di lavoro in entrambi i paesi.

Nell’ambito del piano di gestione ibrido, le due parti hanno concordato di lavorare per stabilire un calendario dell’aprile 2022 per l’attuazione del nuovo sistema, con il lavoro che continua presso l’Alta Commissione a Londra e il Ministero degli Affari Esteri a Nuova Delhi. Tuttavia, con più schemi di immigrazione che si dice siano in lavorazione, un’opzione presa in considerazione è uno schema simile a quello che è stato concordato come parte dell’accordo di libero scambio tra Regno Unito e Australia, che consentirebbe ai giovani indiani l’opportunità di venire a lavorare nel Regno Unito per un massimo di tre anni.

READ  La Formula 1 ha annunciato che correrà a Imola fino al 2025

Un’altra opzione, afferma il rapporto, sarebbe quella di abbassare la tassa per il visto per gli studenti, consentendo loro di rimanere nel Regno Unito per un periodo dopo la laurea, possibilmente sulla base di un visto di laurea secondo le norme sull’immigrazione a punti attualmente in vigore. Ci possono essere anche riduzioni delle tasse per i visti d’affari e turistici.

Attualmente, ottenere un visto di lavoro può costare a un cittadino indiano fino a £ 1.400, mentre gli studenti pagano rispettivamente £ 348 e i turisti £ 95. Ciò contrasta nettamente con le tasse sui visti per paesi come la Cina, che devono pagare molto meno.

Lord Karan Pelimuria, presidente della Confederazione dell’industria britannica, di origine indiana, è stato tra i più accesi sostenitori dell’abbassamento delle tasse sui visti per gli indiani. Spero che questo accordo di libero scambio trarrà vantaggio dalla promozione del commercio bilaterale e sia il più completo possibile. movimento di persone che riducono tariffe e tariffe: la tariffa sul whisky scozzese è del 150 percento e dovrebbe essere significativamente ridotta; La collaborazione accademica e di ricerca transfrontaliera tra i nostri due paesi sarà enorme e la partnership in una rivoluzione industriale verde. Ha detto che c’è molto da intensificare gli affari e il commercio tra i nostri due paesi.

Una fonte governativa di alto livello ha detto al Times che i ministri hanno accettato che il prezzo dell’accordo commerciale con l’India sarebbe stato una generosa offerta di visti. Un funzionario del governo ha affermato che la tecnologia e lo spazio digitale in India sono ancora molto protetti e se riusciamo a sbloccare parte dell’accesso, saremo in vantaggio.

READ  A breve verrà lanciato in Libia il Forum di cooperazione in economia diplomatica

Il governo del Regno Unito ha ripetutamente affermato di volere un accordo che rimuova gli ostacoli al fare affari con l’India. Secondo il Department for International Trade, i preparativi per l’avvio dei negoziati sull’accordo di libero scambio tra Regno Unito e India sono ancora in corso dalla conclusione dei gruppi di lavoro bilaterali.

Trevelyan e il suo omologo indiano, il ministro del commercio e dell’industria Piyush Goyal, hanno anche tenuto colloqui durante la riunione dei ministri del commercio del G20 a Sorrento, in Italia, lo scorso ottobre per discutere i preparativi finali per l’avvio dei negoziati dell’accordo di libero scambio tra India e Regno Unito quest’anno. Non vediamo l’ora di avviare i negoziati all’inizio di quest’anno. Un portavoce del governo britannico ha affermato che l’India dovrebbe diventare la terza economia mondiale entro il 2050 e un accordo commerciale aprirà enormi opportunità alle aziende britanniche di commerciare con l’economia indiana da 2 trilioni di sterline.