Febbraio 8, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il Quebec è pronto a trasferire i suoi dati al sistema sanitario federale

Il governo del Quebec sta cambiando retorica sulla questione dei trasferimenti sanitari e si dice ora disponibile a inviare i dati a Ottawa in cambio di denaro aggiuntivo.

“Siamo pronti a continuare a condividere tutti i nostri dati, che già raccogliamo per fornire ai Quebec un sistema sanitario efficiente ed efficace”, ha affermato l’Ufficio del Primo Ministro. Francois Legault mercoledì pomeriggio inoltrato. “Per noi, la condivisione dei dati riguarda la trasparenza e non dovrebbe essere un requisito”.

In precedenza, il governo CAQ aveva sempre richiesto al governo federale di aumentare i trasferimenti sanitari senza imporre condizioni alle province. Da parte sua, il governo Trudeau ritiene che eventuali fondi aggiuntivi debbano essere accompagnati da obiettivi e requisiti, compresi dati più chiari sui servizi sanitari forniti.

Non preoccuparti di Doug Ford

Mercoledì scorso, il governo del Quebec ha risposto al desiderio del governo dell’Ontario di sottomettersi alle condizioni imposte da Ottawa in cambio di un aumento delle visite sanitarie.

Tutti devono essere ritenuti responsabili. Lo ha detto Doug Ford durante una conferenza stampa riportata dal quotidiano Stella di Toronto.

Le province canadesi chiedono all’unanimità un aumento dei rinvii sanitari federali. Mentre la spesa per ospedali e servizi di alloggio continua ad aumentare, Ottawa finanzia solo il 22% dell’onere, lamentano, chiedendo invece che tale quota venga aumentata al 35%.

durante il suo incontro con Justin Trudeau a Montreal nel mese di dicembre, François Legault si è detto “fiducioso” di un accordo “a lungo termine”. County e Ottawa in questo file.

Mercoledì scorso, il governo di Legault ha detto che era giunto il momento per Trudeau di accettare di incontrare i primi ministri per trovare finalmente un accordo. »

READ  Magni Rando: un club escursionistico che unisce sport, salute e relax

Con la stampa canadese

Vediamo nel video