Settembre 25, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il problema della vaccinazione dei bambini prima della riapertura

Scott Morrison afferma che gli australiani non dovrebbero continuare a vivere nella paura del Covid-19, ma una fascia di età ampia potrebbe essere la spina nel piano del primo ministro per riaprire la nazione.

Secondo lo schema approvato dal gabinetto nazionale, l’Australia inizierà a riaprire gradualmente una volta che il 70% della popolazione ammissibile sarà completamente vaccinata.

“Il piano nazionale che abbiamo messo in atto e concordato è il nostro modo di convivere con questo virus”, ha detto lunedì il primo ministro.

“Questo è il nostro obiettivo, vivere con questo virus, non temerlo. È un piano basato sui migliori consigli scientifici, medici ed economici possibili”.

Ma gli obiettivi non includono i bambini nella cifra, sollevando preoccupazioni sul fatto che i bambini possano essere lasciati indietro alla riapertura del paese.

Attualmente, i bambini di età inferiore ai 15 anni non possono ricevere il vaccino contro il Covid-19.

Il mese scorso, il regolatore medico nazionale, Therapeutic Goods Administration, ha approvato Pfizer per l’uso nella fascia di età 12-16.

L’Australian Expert Committee on Immunizations, ATAGI, sta attualmente valutando se il lancio del vaccino debba essere esteso ai bambini di età compresa tra 12 e 15 anni.

Lunedì, al primo ministro è stato chiesto come proteggere i bambini che non possono essere vaccinati.

“E i bambini che non hanno avuto l’opportunità di essere vaccinati. Non sono più a rischio di contrarre il Covid? Quali sono gli effetti sulla salute a lungo termine su di loro?”, gli è stato chiesto.

Morrison ha affermato che il governo agirà rapidamente per vaccinare i bambini quando la fornitura sarà disponibile.

“Ci aspettiamo di vedere un piano più dettagliato entro la fine di questa settimana… sulla mobilitazione di questa vaccinazione per i bambini dai 12 ai 15 anni”, ha affermato.

“La scorsa settimana ne abbiamo discusso. Tutti hanno lo stesso spettacolo, avvialo il più velocemente possibile e sicuramente fallo anche il più velocemente possibile.

E quindi, se ciò significa programmi di vaccinazione scolastica, vaccinazioni familiari, tutte queste cose sono in fase di elaborazione in questo momento in modo da poterlo pubblicare”.

Più di 200 bambini del NSW di età pari o inferiore a nove anni sono stati diagnosticati con Covid-19 durante il fine settimana. Dei 494 casi attivi nel Victoria, 112 riguardano bambini di età pari o inferiore a 10 anni e 100 hanno un’età compresa tra 10 e 19 anni.

Ma sul fatto che i bambini sotto i 12 anni possano essere vaccinati presto, il signor Morrison ha indicato che è improbabile.

“Non c’è nessun paese al mondo, consigliato dal capo medico questa mattina, che ora sta vaccinando i bambini sotto i 12 anni”, ha detto.

“C’è una serie di problemi su cui si sta lavorando, c’è una serie di esperimenti che capiamo che vengono fatti.

“La migliore protezione per i tuoi figli è ricevere una vaccinazione… Pertanto, incoraggerei gli australiani a farlo”.

I bambini di età compresa tra 12 e 15 anni che sono aborigeni o hanno una condizione di salute di base possono ricevere il vaccino dal 9 agosto.

Il ministro della Sanità Greg Hunt ha annunciato lunedì che i bambini della fascia di età che sono anche sul NDIS potranno prenotare un vaccino da mercoledì.

READ  L'aumento del numero di escursionisti e motociclisti dà impulso all'economia svizzera

Il piano di distribuzione del vaccino australiano, Operazione Covid Shield, suggerisce che un programma di vaccinazione nelle scuole potrebbe iniziare nella seconda metà dell’anno, ma dipende dall’offerta.

Francia, Italia e Paesi Bassi hanno iniziato a somministrare il vaccino ai bambini di età superiore ai 12 anni.

Pfizer e Moderna stanno testando i loro vaccini su bambini di appena sei mesi.