Settembre 23, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il principe saudita si prepara a chiarire la posizione di sponsorizzazione di VR46

Foto VR46 rilasciata da Tanal Entertainment Sport & Media ad aprile

Il principe saudita, potenziale title sponsor del nuovo team MotoGP di Valentino Rossi, sembra pronto a chiudere questa relazione in pochi giorni, tra i persistenti dubbi sull’accordo.

Il tanto atteso passaggio del VR46 in prima classe come pilota è stato annunciato da Tanal Entertainment Sport & Media, una holding di proprietà del principe Abdulaziz bin Abdullah Al Saud, alla fine di aprile.

Il team è stato indicato come “Aramco Racing Team VR46” in quel messaggio, indicando un supporto significativo da parte dell’entità prevalentemente di proprietà statale nota come “Saudi Arabian Oil Company”.

Nonostante il principe sia il proprietario di Aramco, la società avrebbe negato di essere a conoscenza dell’accordo e il comunicato stampa originale non conteneva citazioni da parte di alcun individuo o dichiarazioni di VR46 o dell’apparente sponsor del titolo.

Mentre i vertici di Rossi e VR46 confermano che l’affare è andato a buon fine, i dubbi restano.

Questi dubbi hanno portato a ipotizzare che Rossi potrebbe trasferirsi nella sua squadra e continuare a correre l’anno prossimo, dopo il suo 43esimo compleanno, presumibilmente con un supporto commerciale alternativo grazie al suo status di sette volte campione MotoGP.

Ora, Tanal ha annunciato che questa settimana Sua Altezza Reale terrà una conferenza stampa dalla sua residenza privata nella capitale saudita, Riyadh.

Sebbene la conferenza stampa non riguardi specificamente VR46, almeno in teoria, un focus speciale sarà su quella partnership.

“Un focus particolare sarà posto sulla joint venture strategica tra Tanal Entertainment Sport & Media e VR46 nel Campionato del Mondo MotoGP e Classe Moto2, organizzata da Dorna Sports SL, e la valutazione dell’entusiasmante prima esperienza di sponsorizzazione per 3 moto nel 2021 in entrambi MotoGP e Moto2, a fianco Insieme ai dettagli sugli aspetti tecnici, logistici, comunicativi e di marketing dell’accordo di joint venture con VR46 per i prossimi cinque anni, dal 2022 al 2026, nelle classi del Motomondiale MotoGP, Moto2 e Moto3, compresa quella italiana CIV”, si legge in parte nell’ultima edizione.

READ  Poliziotti italiani fuori dall'orario di lavoro trovano una statua saccheggiata in un negozio belga | divertimento

La conferenza stampa coprirà anche altri potenziali sponsor e, in linea con l’annuncio originale di VR46, le iniziative turistiche e industriali che l’Arabia Saudita sta cercando di costruire facendo leva sulla sua partecipazione alla MotoGP.

“Entertainment Sport and Media, la holding di proprietà di Sua Altezza Reale il Principe Abdulaziz bin Abdullah bin Saud bin Abdulaziz Al Saud, con il supporto di una serie di istituzioni locali e rappresentanti delle aziende saudite locali (come potenziale sponsor) annuncerà presto il conferenza stampa che si terrà presso la residenza di Sua Altezza Reale a Riyadh nei prossimi giorni”, inizia l’annuncio.

Durante la conferenza, Tanal annuncerà la sua partecipazione a diversi importanti progetti motoristici globali nei prossimi cinque anni sia in Arabia Saudita che a livello internazionale.

La principale area di attività dell’azienda nel quadro strategico di Saudi Vision 2030 si concentrerà sulle corse ai massimi livelli, sia per moto che per auto, nelle competizioni internazionali.

Valentino Rossi. Foto: MotoGP.com

“I progetti globali includeranno anche una serie di attività come infrastrutture ‘moderne’ che ospiteranno una serie di progetti, che vanno dalla ricerca e sviluppo di nuovi materiali compositi innovativi creati per i motori di nuova generazione del futuro, sia per la mobilità urbana che per le competizioni .

Comprenderà anche un parco motoristico che formerà giovani professionisti sauditi nel settore automobilistico, comprese le scuderie che accelereranno il trasferimento di competenze e conoscenze da vari paesi europei, Italia e Corea del Sud, ma anche una struttura per la produzione di prossimi- automobili di generazione.

“Con la presentazione delle varie attività si chiarirà come tutto questo si integri con lo sviluppo di mega progetti urbanistici in Arabia Saudita già previsti nel programma Vision 2030”.

READ  Madonna festeggia il suo 63esimo compleanno in Italia con il fidanzato e i figli

L’idea che Rossi potrebbe continuare a guidare prendendo un posto in VR46 il prossimo anno si è trasformata da un’opportunità all’aperto a una possibilità più realistica nelle ultime settimane.

L’attuale capo del team italiano, Razlan Razzali, ha dato un suggerimento quando ha detto che SRT sta esaminando il pilota della Moto2 VR46 Marco Bezzecchi dato che Rossi e Franco Morbidelli probabilmente libereranno i loro posti.

Quindi il direttore della VR46 Riders Academy Alessio Salucci ha rivelato che avrebbe “deciso”, “è” russo, e se tale decisione è quella di posticipare il ritiro, Bezzecchi probabilmente andrà in SRT.

Un altro anno del numero 46 sulla griglia della MotoGP delizierà sicuramente Sua Altezza Reale, che ha incoraggiato il veterano a riprendersi annunciando che VR46 giocherà con le Ducati nel 2022.

“Sarebbe fantastico per me se Valentino Rossi potesse gareggiare nei prossimi anni come pilota per l’Aramco Racing Team VR46 con suo fratello Luca Marini che già quest’anno gareggia con la sponsorizzazione dei nostri marchi KSA New Cities e MAIC Technologies Tanal Intrattenimento”, ha detto Prince all’epoca: Sport and Media.

Morbidelli sembra quasi certo di passare da partner satellite della Yamaha al team ufficiale per colmare il vuoto lasciato da Maverick Vinales, in base alla testimonianza di Razali.

L’ultimo commento di Vinales sul suo futuro è stato che non ha un nuovo contratto per il 2022, ma lo spagnolo è ancora sotto il seggio di Aprilia.

Nel frattempo, il collaudatore Yamaha Cal Crutchlow sostituirà Morbidelli nelle prime tre gare dopo la pausa estiva, dopo il recente intervento chirurgico al ginocchio italiano.

READ  Claudia Schiffer sull'organizzazione di una mostra fotografica degli anni '90 - e che vita era davvero una modella

La stagione MotoGP riprende venerdì al Red Bull Ring con il Gran Premio Michelin in Stiria.