Settembre 27, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il primo ministro malese Muhyiddin Yassin si è dimesso dopo aver perso la maggioranza

Con il suo ultimo piano per ottenere il sostegno dell’opposizione per il suo governo respinto, il primo ministro malese Muhyiddin Yassin sembra pronto a dimettersi dopo non essere riuscito a raccogliere il sostegno della maggioranza.

Mohamed Radwan Mohamed Youssef, ministro del Dipartimento del Primo Ministro, ha detto che Mohieldin presenterà le sue dimissioni al re lunedì.

“Domani ci sarà una riunione di gabinetto speciale. Dopodiché, dovrebbe incontrare il re e presentare le sue dimissioni”, ha detto Redzoan all’Associated Press.

Ha detto che il primo ministro ha detto ai membri del suo partito Bersatu in una riunione di domenica che aveva esaurito tutte le strade per preservare la sua amministrazione e che le dimissioni erano l’ultima risorsa.

Ridzuwan ha detto che Muhyiddin avrebbe chiarito al re che la sua alleanza aveva ancora il più grande blocco di sostegno nonostante avesse perso la maggioranza.

Se Muhyiddin si dimette lunedì e viene approvato dal palazzo, susciterà nuovi dubbi politici e una seconda scossa di governo in Malesia dallo scoppio della pandemia lo scorso anno.

Più di una dozzina di politici della United Malays National Organization (UMNO), il più grande partito della coalizione di governo, hanno ritirato il loro sostegno al governo, tanto da farlo crollare con la sua esigua maggioranza. Due ministri dell’UMNO si sono dimessi dal governo.

Secondo la costituzione malese, il primo ministro deve dimettersi se perde il sostegno della maggioranza e il re può nominare un nuovo leader che si ritiene abbia la fiducia del parlamento.

Muhyiddin inizialmente ha insistito sul fatto che aveva ancora il sostegno della maggioranza e lo avrebbe dimostrato in Parlamento il mese prossimo. Ma il turno di venerdì, ha ammesso di aver perso il sostegno della maggioranza in parlamento e ha chiesto il sostegno dei partiti di opposizione per evitare il collasso del suo governo.

Un uomo che indossa una maschera facciale monouso bianca saluta dal finestrino di un'auto nera.
Il primo ministro Muhyiddin Yassin ha incontrato il re all’inizio di questo mese.(

AP: FL Wong

)

Il signor Muhyiddin ha promesso di indire le elezioni generali entro il prossimo luglio. Ha anche offerto una serie di vantaggi, comprese proposte per limitare il suo mandato, rafforzare i controlli e gli equilibri e offrire un ruolo ministeriale di alto livello al leader dell’opposizione in cambio del loro sostegno. Ma tutti i partiti di opposizione hanno respinto il ramo d’ulivo, definendolo una corruzione aperta e chiedendo le dimissioni di Muhyiddin.

“Il suo governo di coalizione ha perso la faccia. Sembra che Muhyiddin molto probabilmente si dimetterà, ma non è chiaro chi entrerà in carica e quando”, ha detto Bridget Welch dell’Università di Nottingham in Malesia ed esperta di politica del sud-est asiatico.

Muhyiddin può consigliare al re di sciogliere il parlamento e indire elezioni anticipate, ma questa non è un’opzione probabile poiché le infezioni giornaliere da COVID-19 superano le 20.000.

Il re può decidere di scegliere un nuovo leader, ma al momento nessuna alleanza può vantare la maggioranza. Un’alleanza tripartita, il più grande blocco di opposizione, ha nominato il suo leader, Anwar Ibrahim, per la carica di primo ministro. Ma il blocco conta meno di 90 membri, meno dei 112 membri necessari per la maggioranza semplice. Questo è anche meno di 100 politici che si ritiene sostengano Muhyiddin.

Chiede una “transizione pacifica” per gestire meglio la crisi del coronavirus

Alcuni media locali hanno affermato che l’UMNO, il più grande partito della coalizione di governo, sta spingendo uno dei suoi membri a sostituire Muhyiddin, al fine di mantenere intatta l’alleanza. Ma non è chiaro se si possa concludere un accordo e se il re lo accetterà.

Anche il partito di Muhyiddin sembra respingere il piano dell’UMNO. Consentire al partito di assumere il ruolo di vertice “invierebbe un segnale sbagliato”, ha affermato Redswian. Alcuni leader di partito sono accusati di reato e Mohieldin afferma di essere stato contattato per intervenire nei casi.

“Vediamo una situazione in cui il re deve decidere se si tratta dell’uomo o del governo Muhyiddin”, ha detto la signora Welch, che ha perso il sostegno della maggioranza. L’obiettivo dovrebbe essere quello di garantire una transizione pacifica per gestire meglio la crisi COVID-19.

Muhyiddin è salito al potere nel marzo 2020 dopo aver iniziato il crollo del precedente governo riformista che aveva vinto le elezioni del 2018. Il suo partito ha collaborato con la United Malays National Organization e molti altri per formare un nuovo governo instabile. L’UMNO non si è accontentato di interpretare il ruolo di secondo violino per la festa più giovane di Mr. Muhyiddin.

Muhyiddin governa per decreto senza approvazione legislativa da gennaio, dopo che il parlamento è stato sospeso per lo stato di emergenza dichiarato per combattere il coronavirus. I critici hanno detto che ha usato lo stato di emergenza, scaduto il 1 agosto, per evitare un voto in parlamento che avrebbe mostrato di aver perso il sostegno della maggioranza.

La rabbia pubblica nei confronti del suo governo è aumentata dopo di ciò Il lockdown imposto a giugno non è riuscito a contenere il virus, con casi giornalieri in aumento a più di 20.000 questo mese. La Malesia ha riportato oltre 1,36 milioni di infezioni confermate dall’inizio della pandemia e oltre 12.000 morti.

AP

READ  I viaggi di Matthias Cormann per ottenere un lavoro presso l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico sono costati all'Australia $ 11.000 al giorno | Matthias Kormann