Agosto 8, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il primo ministro ferito e l’economia in difficoltà costringono l’Inghilterra a “diventare svedese” per Covid | Larry Elliott

JLa politica del governo nei confronti del Covid-19 ha completato un ciclo completo. Almeno per ora, l’Inghilterra è tornata al modo svedese di affrontare la pandemia. I severi blocchi imposti ufficialmente sono stati revocati. Torna a fidarti delle persone per fare la cosa sensata.

Resta da vedere se questo approccio sopravviverà al previsto aumento dei ricoveri in occasione delle celebrazioni di Natale e Capodanno. Boris Johnson è un maestro nello sterzare e con il numero di infezioni che ha raggiunto nuovi record, Downing Street sta aumentando la pressione per agire. Siamo stati qui prima.

Nei primi giorni della pandemia, il primo ministro era desideroso di emulare la Svezia, un paese che ha imposto poche restrizioni e ha deciso presto che doveva imparare a convivere con il virus.

Il corteggiamento del primo ministro per “l’esperienza svedese” è stato breve e alla fine di marzo 2020 è stato imposto un blocco draconiano. I ministri sapevano che questo avrebbe avuto un impatto terribile sull’economia, ma sentivano che il rischio di un eccessivo lavoro del SSN non lasciava loro scelta.

un Un articolo pubblicato sulla rivista online Scientific Reports L’anno scorso ho esaminato cosa sarebbe successo se la Gran Bretagna avesse seguito l’approccio svedese. Anche supponendo che il pubblico qui sarebbe disposto ad attenersi a raccomandazioni non obbligatorie come gli svedesi (un’ipotesi piuttosto grande), il tasso di mortalità nel Regno Unito raddoppierebbe almeno.

Questa volta, la decisione è molto meno netta, anche perché i vaccini forniscono protezione contro il virus. Incoraggianti anche le notizie dal Sud Africa, uno dei paesi in cui Omicron ha debuttato. Sebbene la nuova variante sia più trasmissibile, ha portato a un minor numero di ricoveri e decessi. Il numero dei casi ha iniziato a diminuire dopo il rapido aumento.

È necessaria una certa cautela quando si confrontano i due paesi, perché la popolazione del Sudafrica è molto più piccola di quella della Gran Bretagna, e lì è estate piuttosto che pieno inverno. Tuttavia, è chiaro che il governo ha fissato un livello elevato per ulteriori restrizioni.

La debole posizione politica del Primo Ministro è una delle ragioni del passaggio del governo allo svedese. Un altro è il rischio di arrecare gravi danni all’economia quando appare particolarmente debole, perché sarà un anno difficile per l’opinione pubblica britannica. L’inflazione è in aumento, i tassi di interesse sono in aumento e le bollette energetiche dovrebbero aumentare in primavera proprio mentre entrerà in vigore l’aumento di Rishi Sunak nei contributi alla previdenza sociale.

L’effetto cumulativo è una massiccia riduzione del tenore di vita. Secondo la Resolution Foundation, la famiglia media starebbe peggio di 1.000 sterline all’anno. Le persone a basso reddito saranno particolarmente colpite dall’aumento delle bollette del gas e dell’elettricità.

In queste circostanze, è facile capire perché il governo fosse riluttante ad aumentare il dolore economico imponendo restrizioni più severe per rallentare la diffusione della variante Omicron. Le nuove restrizioni comportano una crescita più lenta e danni fiscali. Verranno inoltre verificate la flessibilità del mercato del lavoro.

Gli svedesi sono stati criticati per il loro approccio “uno contro uno”. Sebbene i tassi di mortalità fossero ben al di sotto delle previsioni pessimistiche iniziali, sono ancora superiori a quelli della vicina Scandinavia, dove sono state imposte severe restrizioni. Inoltre, il primo colpo all’economia è stato tanto grave nella Svezia liberale quanto nella Danimarca chiusa.

Tuttavia, con l’avvicinarsi del secondo anniversario dell’arrivo del Covid, i governi iniziano a vedere i vantaggi dell’approccio svedese. In parte perché la Svezia ora ha un file Basso tasso di mortalità Dei paesi che hanno seguito l’intero percorso di blocco, tra cui Regno Unito, Francia, Spagna e Italia. Si trova nella metà inferiore della tavola di mortalità dell’UE una volta presa in considerazione la dimensione della popolazione. La ripresa economica è stata molto rapida. Il Regno Unito sta ancora lottando per tornare ai livelli di produzione pre-Covid: la Svezia è riuscita a raggiungere questo obiettivo entro la metà del 2021.

Ma ci sono anche altri fattori. La Svezia ha evitato il problema dello stress da lockdown e non ha causato danni alle possibilità di vita dei suoi figli perché le scuole sono rimaste aperte per tutta la pandemia.

Iscriviti alla mail quotidiana di Business Today o segui Guardian Business su Twitter su BusinessDesk

Tutto questo suggerisce un tratto Rapporti scientifici La carta non sarà l’ultima parola nell’esperienza svedese. Ci sono stati alcuni vantaggi preziosi nell’epidemia, ma uno di questi è che presenta ricchi dati paese per paese per gli accademici di tutte le discipline – epidemiologi, economisti, educatori e sociologi – da esaminare e discutere.

Anche all’interno dei paesi sono stati tentati approcci diversi. I quattro paesi costituenti il ​​Regno Unito hanno esercitato i propri poteri, quindi sarà presto possibile valutare l’impatto della chiusura dei locali notturni in Scozia e Galles, ma non in Inghilterra, a Capodanno. I paesi dell’Unione Europea differivano nel loro approccio, mentre gli Stati Uniti forniscono 50 paesi per lo studio.

Ciò che è chiaro è che nessun paese ha tutto a posto e tutti commettono errori, il che non è abbastanza sorprendente dato che non hanno previsto una pandemia globale. È anche chiaro che, nel tempo, i governi, siano essi a Londra, Edimburgo, Roma o Parigi, stanno inasprendo con riluttanza le restrizioni. In un certo senso, questo è un complimento ipocrita agli svedesi che potrebbero aver avuto ragione fin dall’inizio.

READ  Il Padiglione Italia ospita l'evento "The Flying Society" a Expo 2020