Febbraio 4, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il presidente Lula promette di “ricostruire il Paese” con i brasiliani

Ha anche sottolineato che il suo Paese, una grande potenza agricola, “non ha bisogno di deforestazione” per sostenere la sua agricoltura.

“Potremo vivere senza abbattere alberi, senza bruciare” foreste, ha affermato riferendosi al suo obiettivo di “non deforestare l’Amazzonia”, mentre la comunità internazionale si aspetta da lui gesti forti.

Alla fine del suo discorso, una parte del Congresso ha fatto a Lula una standing ovation, vestita con giacca e cravatta blu, e ha gridato “Lola, guerriera del popolo brasiliano!”.

A settantasette anni gli fu assegnato un terzo mandato alla guida del grande Paese emergente di 215 milioni di abitanti nella capitale Brasilia, conquistata da una corrente umana, 12 anni dopo aver lasciato il potere dopo due termini (2003-2010).

Il ritorno di Lola al Palazzo di Planalto segna un ritorno straordinario per un uomo che ha subito la reclusione solo quattro anni fa dopo essere stato accusato di corruzione.

Al Congresso è stato osservato un minuto di silenzio in onore della leggenda del calcio brasiliano Pelé, morto giovedì, e del Papa emerito Benedetto XVI, morto sabato, prima dell’insediamento di Lula e del suo vicepresidente di centrodestra, Geraldo Alcmene.

Decine di migliaia di sostenitori vestiti di rosso, il colore del Partito laburista (PT), hanno applaudito Lula mentre si recava al Congresso in una tradizionale Rolls-Royce decappottabile, con il signor Alcmene e le loro mogli, nonostante le preoccupazioni per la sicurezza.

La cerimonia di giuramento, che è stata posta sotto stretta sorveglianza poiché gli attivisti di estrema destra non hanno ancora riconosciuto la vittoria di Lula, è stata rifiutata da Jair Bolsonaro, che ha lasciato il Brasile due giorni prima della scadenza del suo mandato per gli Stati Uniti.

READ  Uso della sanità privata: quali sono le conseguenze in Manitoba?

Pertanto, non consegnerà la fascia presidenziale al suo successore, come è consuetudine democratica che non accadeva dal 1985 e dalla fine del regime militare.

In questa giornata erano attese fino a 300.000 persone per unire sfarzo e festeggiamenti organizzati al millimetro alla presenza di 17 capi di stato, e una festa popolare con concerti.

Il presidente francese Emmanuel Macron si è congratulato con Lula per il suo insediamento domenica con due tweet, in francese e in portoghese.

“Ordine e progresso: il Brasile è all’altezza del suo motto. Congratulazioni caro presidente, caro amico @LulaOficial, per il tuo insediamento. Siamo insieme!”.

“momento storico”

Un giornalista dell’AFP ha sottolineato che sotto il sole cocente dell’inizio dell’estate meridionale, migliaia di brasiliani hanno dovuto attendere in file di centinaia di metri per i controlli di sicurezza.

“Olé, olé, olà, Lula, Lula” e “A esplanada e nossa!” (La piazza è nostra) ha gridato una folla esultante, riferendosi alla Piazza dei Ministeri, nel cuore di Brasilia, dove Lula avrebbe pronunciato il suo primo discorso da presidente del pomeriggio.

“È un momento storico e sarebbe stato impossibile per me non esserci”, ha detto all’AFP Xenia Maria Soares Pinto, un’insegnante in pensione. Ha viaggiato 30 ore in autobus dal suo stato meridionale di Santa Catarina per raggiungere Brasilia e la sua “passione non conosce limiti”.

Isolato e praticamente silenzioso dopo la sconfitta di ottobre, Bolsonaro, che ha perso l’immunità presidenziale, ha lasciato il Brasile per la Florida venerdì.

Mentre i suoi seguaci più radicali vogliono impedire l’ascesa al potere di Lula e risiedono ancora fuori dalle loro caserme nel Paese, chiedendo l’intervento militare, la sicurezza è stata rafforzata.

READ  Quali sono i rischi per la salute se presenti nell'acqua del rubinetto?

Tutte le forze di polizia sono state mobilitate nella regione di Brasilia, circa 8.000 persone, oltre a un migliaio di agenti di polizia federale.

Sono in corso pattuglie all’aeroporto di Brasilia, vicino al quale una settimana fa è stato scoperto un ordigno esplosivo in un’autocisterna piazzata da un soldato di Bolsonari che voleva “creare il caos” in Brasile.

elemento cerimoniale

Dopo essersi unita al Congresso, Lula si sarebbe recata al Palazzo presidenziale Planalto, un gioiello architettonico di Oscar Niemeyer, per ricevere la famosa fascia presidenziale tempestata di oro e diamanti.

La futura First Lady, Rosangela da Silva, detta “Ganga”, è stata la grande organizzatrice del lato festivo della giornata, con tanti concerti e un programma eclettico, con la drag queen Pablo Vitar o la leggenda vivente di Samba Martinho di Villa.

pt-lg-sf / fjb