Settembre 23, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il pianista classico italiano sbircia nel suo lavoro ispirato dal Covid-19

Nel cuore pulsante del centro di Auckland, in una cantina, la musica può essere ascoltata in tutto il sobborgo da un pianoforte a coda.

Non ci sono restrizioni sulla musica classica per il pianista di fama mondiale Flavio Villani, che usa lo stile del genere per creare pezzi improvvisati fortemente influenzati dalla sua vita.

Nel suo prossimo concerto, Prelude, Fellaini esplorerà argomenti come Covid-19, separazione familiare, genere, discriminazione e il suo rapporto teso con suo padre.

“Questo è ciò che fa la musica; parla senza parole, ed è quello che sto cercando di esplorare con questo”, ha detto Villani, che suonerà pezzi di Chopin, Bach e Rachmanov insieme a pezzi improvvisati ispirati alla sua vita.

Per saperne di più:
* Recensione: il pubblico del festival russo “Tre volte benedetto”
* Q&A con Flavio Villani prima del Russian Festival a New Plymouth
*Recensione: Crossing Rachmaninov

“Le prestazioni mi rinnovano.”

Villani ha detto che la sua separazione dalla sua famiglia in Italia ha avuto un impatto enorme.

“Il Covid ci ha regalato ogni tipo di sentimento; perdere la solitudine nel vuoto a causa del crollo del familiare”.

Il pianista italiano è stato fortemente ispirato dal Covid-19, dalla sua sessualità e da come l'ha plasmata ora.

Chris McCain/Staff

Il pianista italiano è stato fortemente ispirato dal Covid-19, dalla sua sessualità e da come l’ha plasmata ora.

Villani è originario della cittadina di Nocera Superior in provincia di Salerno, nel sud Italia, e ha iniziato a suonare come hobby in tenera età.

Tuttavia, non ha mai pensato di aumentare il suo amore per la musica classica e inizialmente ha lavorato nel campo dell’informatica.

“Ho avuto una situazione con mio padre e mio padre non era d’accordo; ecco perché ho lasciato l’Italia in primo luogo e sono andato in Spagna con il mio amico di allora”.

Dopo aver lasciato la sua città natale in Italia, Villani si ritrova protagonista del documentario incrocio Rachmaninov, che divenne un trampolino di lancio per riconnettersi con suo padre.

I due sono riusciti a parlare alla telecamera delle loro lotte per stabilire un contatto.

“Mi ha mandato questo messaggio che ovviamente diceva che non capisce, perché non capisce la musica, o il fatto che io sia gay, non importa, ma almeno ora capisce che quello che conta è che ricorda Villani ‘mi vuole bene e questo è l’importante'”.

Villani si è trovato in Spagna per due anni prima che gli venissero date due opzioni: continuare a lavorare a tempo pieno nel campo dell’informatica o trasferirsi a Kerikeri in Nuova Zelanda con il suo mentore per concentrarsi sulla musica.

Fellaini terrà il suo concerto, un preludio alla musica di Wellington e Auckland a metà settembre.

Chris McCain/Staff

Fellaini terrà il suo concerto, un preludio alla musica di Wellington e Auckland a metà settembre.

“L’ho presa come un’opportunità per suonare solo musica”, ha detto.

“È stato un po’ uno shock, perché vengo dal vivere nel centro di Barcellona in un piccolo appartamento vicino a una strada pedonale dove scendi e trovi i teatri e la vita che si anima.

“Da lì sono andato a vivere in un dormitorio nei boschi a Kerikeri”.

A Fellaini all’inizio mancava l’Europa e voleva tornare in Italia, ma ha cambiato idea dopo aver visto la diversità e la “bellezza” della Nuova Zelanda durante un tour nazionale con l’Opera.

“Sono andato in questa piccola scuola nel bel mezzo del nulla, dove questi ragazzi eseguivano Hakka incredibilmente potente solo per ringraziarci per la musica che abbiamo portato loro. È stata una delle esperienze più commoventi che ho avuto qui”.

Il tour ha portato Villani a rimanere in Nuova Zelanda per 13 anni per intraprendere una carriera nella musica.

“Mi sono detto, beh, se venissi qui per la musica, potrei occuparmene invece di andarmene solo perché non sono contento delle piccole cose”, ha detto.

Da allora, Villani ha aperto il suo studio musicale, l’Academia a St Heliers.

Ha detto che il suo motto come insegnante di musica era quello di insegnare ai suoi studenti cose che avrebbero voluto che “qualcuno della loro età mi avesse insegnato”.

Oltre all’insegnamento, Villani ha recentemente trascorso oltre 100 ore lavorando al suo prossimo concerto “Prelude”.

Il concerto doveva essere basato su un viaggio che stava per intraprendere a Londra per approfondire la sua conoscenza della musica.

“La mia idea era di fare questo concerto, andare a Londra e poi tornare e fare un altro concerto in cui mostrerò le cose che ho imparato”.

Da allora il suo viaggio a Londra è stato rinviato a causa del Covid-19, ma Fellaini ha affermato di essere entusiasta di mostrare il suo lavoro e la storia dietro di esso.

Andrà in scena il “Preludio” di Vilani Al St Andrew’s on the Terrace di Wellington il 12 novembre e al municipio di Auckland il 17 novembre. I biglietti per questi spettacoli sono disponibili su Maestro del biglietto. Filani si esibirà anche al Nelson Arts Festival il 22 ottobre.

READ  Domande e risposte: The Kings of Comfort nel nuovo album e la chiave della longevità | Arte e spettacolo