Luglio 2, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il Parlamento europeo elegge la prima presidente donna in vent’anni – EURACTIV.com

Martedì (18 gennaio) i maltesi hanno eletto Roberta Metsola, membro del Parlamento europeo, alla guida dell’istituzione dell’Unione europea per la seconda metà del suo mandato quinquennale dopo aver ottenuto la stragrande maggioranza al primo scrutinio.

Mitsola è stata eletta con 458 voti, seguita dalla candidata del Partito dei Verdi svedese Alice Konke con 101 voti e dalla spagnola Serra Rego di sinistra con 57 voti.

All’ultimo minuto, il deputato conservatore Kusma Zlotovsky ha ritirato la sua candidatura dopo aver concordato con altri gruppi politici i ruoli di vicepresidenti dell’assemblea e membri del consiglio, che dovrebbero essere eletti anche durante la sessione parlamentare di questa settimana.

Le elezioni sono il risultato di un accordo tra i tre principali partiti al Parlamento europeo, il Partito popolare europeo di centrodestra, il centrosinistra Renio ei Socialisti e Democratici di centrosinistra.

L’accordo è stato raggiunto all’inizio del mandato nel 2019 e rinnovato per il medio termine, con un elenco aggiornato di dieci priorità politiche: valori, clima, salute, digitale, economia, affari sociali, sicurezza, migrazione, affari esteri e UE istituzioni. .

Sia Konke che Rego hanno ricevuto sostegno al di là dei loro gruppi politici, con fonti parlamentari che hanno detto a EURACTIV che le opinioni di Mitsola sull’aborto e sui diritti riproduttivi le sono costate il sostegno di un’ampia minoranza di legislatori progressisti.

Tuttavia, i socialdemocratici hanno sostenuto la fine dell’accordo. Solo una piccola minoranza è uscita dalla linea del partito allo scrutinio segreto.

Il Partito dei Verdi, il quarto gruppo più numeroso in parlamento, è stato escluso dall’accordo e altri partiti sono stati accusati di ignorare i gruppi più piccoli. “C’era un certo appetito che doveva essere saziato, a spese dei gruppi politici più piccoli al Parlamento europeo”, ha affermato Philip Lamberts, copresidente dei Verdi.

READ  Fondazione Al-Haramain: la dichiarazione del G20 invita i leader a vaccinare il nostro mondo! | Azione

Il mandato del Parlamento europeo dura cinque anni, ma la sua presidenza è divisa in due parti con i socialdemocratici che assumono la presidenza nella prima metà della legislatura, seguiti dal centrodestra.

Mezzola succede all’italiano David Sassoli, scomparso la scorsa settimana per complicazioni contratte a settembre a causa di una polmonite. Le condizioni di salute di Sassoli erano precarie a causa della leucemia, che aveva sofferto da quando era entrato in carica, ma questa fu resa pubblica solo dopo la sua morte.

Nel suo discorso di inaugurazione, Misula ha elogiato Sassoli e la sua eredità. La politica maltese ha affermato che il suo ruolo sarà quello di “difendere sempre l’Europa, per i nostri valori comuni di democrazia, dignità, giustizia, solidarietà, uguaglianza, stato di diritto e diritti fondamentali. Per una politica di speranza e della promessa dell’Unione europea .”

Mitsola ha anche fatto riferimento alla centralizzazione del parlamento come l’incarnazione dei valori democratici dell’Unione europea e ha affermato che la lotta all’autoritarismo, alla discriminazione e al cambiamento climatico sarebbero le sue principali priorità.

Per quanto riguarda la politica estera, ha preso atto delle tensioni sulla sovranità ucraina, dell’impasse a Cipro e delle relazioni dell’UE con i Balcani occidentali.

Ha dedicato le sue ultime parole alla famiglia di Daphne Caruana Galizia, giornalista maltese assassinata nel 2017 per le sue indagini sulla corruzione politica, e alla famiglia di Olivia Dubois, giornalista francese rapita in Mali lo scorso aprile.

Mitsola è la terza donna a conquistare la carica più alta del Parlamento europeo, dopo Simone Veil e Nicole Fontaine.

“Non passeranno altri due decenni prima che la prossima donna sarà qui”, ha concluso Mitsola.

READ  Putin incontra gli amministratori delegati italiani sull'"allargamento dei legami" tra le crescenti tensioni in Ucraina

[Edited by Benjamin Fox]