Settembre 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il paramedico ucraino Yulia Bayevska, detenuta a Mariupol, descrive la tortura russa

Un medico ucraino che è stato torturato dalle forze russe ha raccontato ai politici americani come ha abbracciato i compagni di prigionia mentre morivano durante tre mesi di prigionia.

Yulia Bayevska, che è stata catturata dalle forze filo-russe nel porto ucraino assediato di Mariupol a marzo, ha parlato giovedì con i politici con il Comitato per la sicurezza e la cooperazione in Europa, noto anche come Comitato di Helsinki.

Questo è stato il resoconto pubblico più dettagliato del paramedico volontario del suo trattamento.

Bayevska, meglio conosciuta dagli ucraini con il soprannome di Tyra, ha attirato l’attenzione di tutto il mondo dopo che l’Associated Press ha fornito filmati su di lei.

Torturandola, ha detto, un russo le ha chiesto: “Sai perché ti stiamo facendo questo?”

Lei ha risposto: Perché puoi.

Il paramedico ucraino Yulia Bayevska
Il paramedico volontario Yulia Bayevska, noto agli ucraini come Taira, parla al Comitato di Helsinki.(AFP: Maryam Zohaib)

Ha detto che un bambino di sette anni è morto in grembo perché non aveva nessuna delle attrezzature mediche di cui aveva bisogno per curarlo.

Ha detto che la tortura di solito inizia con i loro rapitori che costringono i prigionieri ucraini a spogliarsi, prima che le forze russe versino il loro sangue e torturino i detenuti.

Alcuni dicevano “Prigionieri [were] Nelle celle urlano per settimane e poi muoiono di tortura senza alcun aiuto medico”.

“Poi in questa agonia dell’inferno, le uniche cose che provano prima della morte sono abusi e percosse extra”, ha detto la signora Bayevska.

Ha detto di essere stata arrestata dopo essere stata fermata a un controllo di routine dei documenti.

Era una delle migliaia di ucraini che si credeva fossero stati catturati dalle forze russe.

Il sindaco di Mariupol ha detto che 10.000 persone sono scomparse durante i mesi di assedio della città, che è caduto in mano ai russi ad aprile.

Donna dai capelli biondi con gli occhiali e l'uniforme militare che sorride per una foto
Yulia Bayevska è stata rilasciata a giugno, dopo essere stata trattenuta dalle forze russe per tre mesi. (Invictus Games Team Ucraina tramite AP)

Le Convenzioni di Ginevra forniscono protezione al personale medico, sia militare che civile, “in ogni circostanza”.

Il senatore Ben Cardin, democratico del Maryland e co-presidente del Comitato di Helsinki, ha affermato che ciò che la Bayevska ha definito una violazione del diritto internazionale.

Il rappresentante Joe Wilson ha affermato che il presidente russo Vladimir Putin è un criminale di guerra.

“È fondamentale per il mondo ascoltare le storie di coloro che hanno vissuto il peggio della prigionia”, ha affermato.

“Le prove sono necessarie per perseguire i crimini di guerra”.

Prima del suo arresto, Paevska ha registrato oltre 256 GB di strazianti filmati che mostrano gli sforzi della sua squadra per salvare i feriti.

Ho il filmato dei giornalisti dell’Associated Press, l’ultima squadra internazionale a Mariupol, su una piccola scheda dati.

I giornalisti sono fuggiti dalla città il 15 marzo con la tessera nascosta in un tampone e l’hanno portata attraverso 15 posti di blocco russi.

Il giorno successivo, la signora Paievska è stata catturata dalle forze filo-russe.

È apparso il 17 giugno, più di 10 chilogrammi in meno.

Ha detto che il rapporto dell’AP, che ha mostrato il suo interesse per i soldati russi e ucraini e per i civili di Mariupol, è stato fondamentale per il suo rilascio in uno scambio di prigionieri.

La signora Bayevska in precedenza si è rifiutata di parlare in dettaglio ai giornalisti delle condizioni di detenzione, definendole ampiamente l’inferno.

READ  Un rapporto degli architetti del 2018 ha rivelato che un condominio di Miami aveva "abbondanti crepe"