Ottobre 6, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il musicista Kisalwe Roy vince il maggior festival del cinema in Italia per Ketu | Notizie cinematografiche bengalesi

È un grande onore per Kisalwe Roy. Il musicista di Calcutta ha vinto il “Burt Bacharach per la migliore colonna sonora originale” all’IMAGO International Film Festival di Civitella del Tronto (Italia) per il suo film sperimentale in bengalese “Ketu” diretto da Amartya Bhattacharyya.

È stato l’unico film indiano al festival del cinema in quanto ha ospitato la prima italiana la scorsa settimana.

“Ketu” è un’ombra cosmica, spesso indicata come un pianeta immaginario nell’astrologia indù, e ha un profondo impatto sulla vita umana. Rappresenta le conseguenze di tutte le azioni, buone e cattive. Provoca perdite materiali per costringere una persona ad avere una visione più spirituale.

Il film è una rappresentazione intensamente psichedelica della vita in isolamento, come è successo a causa del lockdown per il COVID 19. Il film mostra un personaggio, lo stesso regista (che si definisce un “selfie cinematografico”), rinchiuso in una piccola stanza del città di Bhubaneswar. “KETU” presenta lo stesso Amartya Bhattacharyya nel ruolo del protagonista. Priyanka Ghosh Roy, che è anche la produttrice, interpreta un personaggio davvero unico. La musica è stata composta da Kisalwe Roy, che era un compositore di musica regolare in tutti i film di Amartya. Il film contiene anche lo psichedelico RAP Andhakaarer Garbhe doppiato dallo stesso regista.

Ketu è stato presentato in anteprima mondiale al Mosaic International South Asian Film Festival in Canada, seguito da festival in Messico (Ciudad De Mexico International Film Festival), Paraguay (Ciudad del Este Independent Film Festival) e Argentina (Santa Cruz International Film Festival).

Kisalwe Roy, che ha condiviso la sua eccitazione dopo aver vinto il premio, ha dichiarato: “È stata un’esperienza indimenticabile comporre la musica di KETU. Questo film ha avuto le sue sfide poiché è stato girato durante il blocco. Questo è stato uno dei miei lavori più sperimentali finora. Sono davvero felice che la musica venga riconosciuta e premiata all’Imago Festival. Festival Internazionale del Cinema in Italia. Questo è il mio terzo premio internazionale per un film e il primo nella categoria lungometraggi. Mi rende davvero felice”.

READ  Apple presenta HomePod mini in nuovi colori audaci ed espressivi

Nel frattempo, Amartya Bhattacharya ha aggiunto che questo film ha una forma così radicale come si può immaginare. “Onestamente, non mi aspettavo che un’opera d’arte così sperimentale vincesse, anche se personalmente ritengo che il film sia molto meritevole in tutti i sensi. Sono grato ai membri della giuria e agli amanti del cinema in Italia per questo onore. Kisalwe è stato il mio compositore per tutti i miei film anche adesso, non riesco a descrivere il suo talento. Anche in India, la sua musica sta iniziando a ricevere molta attenzione e lodi. È un talento serio e sono molto orgoglioso di lui. La sua vittoria è la nostra vittoria, e sono molto felice”, ha detto il regista.