Dicembre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il Museo di Storia Naturale celebra la scienza

Il Museo Nazionale di Storia Naturale celebra la Giornata della Scienza l’8 e 9 ottobre

Per la 31a edizione della Fête de la science, il Museo è lieto di invitare i suoi visitatori a un programma dedicato alle scienze naturali! Durante questo fine settimana vengono organizzate più di trenta attività gratuite presso il Jardin des Plantes, il Musée de l’Homme, l’Istituto di Paleontologia Umana e la Stazione di Biologia Marina di Concarneau.

Museo

Quest’anno il Ministero dell’Istruzione Superiore e della Ricerca ha lanciato ufficialmente questo evento nazionale sul tema del cambiamento climatico dalla Grande Galerie de l’Évolution. Così, per l’intero fine settimana, in mostra è stato collocato un televisore con ospiti provenienti da tutti i campi della scienza. “Science en direct”, serie di 14 programmi condotti da Fred Courant, viene mostrata al pubblico in fiera e trasmessa sul sito ufficiale della Fête de la Science, sul canale L’Esprit Sorcier e sui siti web della Festa della Scienza. Studiosi delle organizzazioni partecipanti. In questa occasione l’accesso alla mostra permanente della Grande Galerie de l’Évolution è gratuito, da venerdì 7 a domenica 9 ottobre.

Nel giardino botanico
Un momento clou dell’8 e 9 ottobre, Il viaggio musicale di Charles Darwin è uno spettacolo accessibile dagli 8 anni per scoprire la vita del famoso scienziato. Ispirato al suo libro The Voyage of the Beagle, è una storia tutta in musica e fischi. Incarnato da The Birdsingers, attori e artisti che imitano questi animali volanti. Ritrovo presso l’Anfiteatro Verniquet sabato e domenica alle 16 (prenotazione vivamente consigliata dal 28 settembre in biglietteria).

Museo

Il fine settimana segna anche il lancio di una piattaforma scientifica digitale e partecipativa, Histoire de Nature, prodotta in collaborazione con il Museum Faure Naturconde di Berlino. Questo progetto invita i visitatori a creare una serie di documenti personali che testimoniano i cambiamenti ambientali. Sabato e domenica è previsto un workshop, dalle 13:00 alle 18:00 presso il Science Village nel Jardin des Plantes.

READ  "Abbiamo l'impressione che accadrà qualcosa di grave", avverte Collectif Santé en Danger

Altre attività in programma sono speciali: scoperta di diversi laboratori scientifici (dai 12 anni in su); Introduzione alla formazione dei fossili (dai 4 anni), visite esclusive alla scoperta della scienza partecipata (dai 6 anni), dimostrazioni sulla “flora degli astronauti” (dai 10 anni); Incontri e presentazioni durante i “Corsi della Natura Sana” (dai 14 anni); Workshop per capire meglio i topi di Parigi (dai 4 anni); O anche mini-conferenze su “cambiamento climatico e calabroni asiatici” (di 10 anni fa), ecc.

A pochi passi dal Jardin des Plantes, apre anche le sue porte solitamente chiuse al pubblico l’INSTITUT DE PALEONTOLOGIE HUMAINE: un’occasione per visitare collezioni preistoriche con scienziati, composte in particolare da teschi umani, rinoceronti mistici e fondi documentari.

Al museo dell’uomo
Il sabato e la domenica i laboratori sono aperti ai visitatori (dai 5 anni in su), per scoprire l’evoluzione umana divertendosi, l’apicoltura attraverso l’evoluzione degli alveari, la paleogenetica, la lettura del DNA, l’origine del camminare e l’archeologia. età preistorica.

Di fronte: Il Festival della Scienza al Musée de l’Homme © MNHN – JC. Domenico

Festival della scienza nella regione
Sulla costa della Bretagna, la stazione di biologia marina di Concarneau organizza un villaggio della scienza il 15 e 16 ottobre. Vengono create varie animazioni per lo scambio su diversi argomenti: uccelli marini minacciati dal cambiamento climatico, il processo di essiccazione da osservare all’interno di un pesce, microalghe che sono una parte importante dell’ecosistema marino, nonché il perfetto design della “barca di domani” .

Per celebrare la scienza in tutta la Francia, il Museo e la SNCF Gares & Connexions organizzano mostre ai terminali delle sei linee TER. Gli utenti possono così scoprire immagini di grande formato di campioni eccezionali delle collezioni del Museo. Queste macchine hanno aperto la linea Orleans-Parigi il 6 ottobre e le altre linee rimarranno in servizio fino a dicembre per una presenza fino alla primavera del 2023.

READ  Centro sanitario di Montreal | Graybox, sogno a portata di mano

Ascoltando la scienza: la nuova stagione del podcast “For Nature to Live”.
A partire dalla settimana del 3 ottobre, sei nuovi episodi del podcast “Pour que nature vive” sono disponibili online su tutte le piattaforme di ascolto (Apple Podcasts, Deezer, Google Podcasts, Spotify) e sul sito web della fondazione. Gli esperti scientifici affrontano molti temi: la vita e le sfide nell’ambiente polare, l’esplorazione scientifica oggi, il patrimonio naturale e le politiche regionali, il confronto con le frontiere del pianeta, la grande storia del latte, ma anche i popoli indigeni, la memoria e la ricchezza del nostro Paese. Oceano. Le stagioni precedenti del podcast possono essere trovate sulla pagina So Nature Lives.

Maggiori informazioni sul Festival della Scienza del Museo su mnhn.fr