Agosto 1, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il municipio si affida alla scienza per affrontare la diffusione delle alghe giapponesi

Queste alghe rappresentano rischi per la biodiversità marina ma non saranno pericolose per i nuotatori, secondo il comune.

Da quando è stata identificata tre anni fa, questa alga ha proliferato nei torrenti di Marsiglia. colore verde, Rogolopteryx Okamurai Visibile in superficie e circondante il fondo del mare con il rischio che “sostituisca tutte le altre piante e diventi l’unica pianta che può esistere” spiega Didier Reault, Responsabile del Parco Nazionale della Calanque presso BFM Marseille.

Per combattere l’invasione di questa alga, il comune di Marsiglia si affida alla ricerca scientifica che consentirà di comprendere meglio questa specie ed è impegnato con l’Università di Aix-Marseille.

“Per lavorare sulla sua diffusione è necessario prima di tutto comprendere meglio questa specie, studiarne l’evoluzione e valutarne l’impatto sulla flora e sulla fauna locali”, ha scritto in un comunicato Aurélie Biancarelli-Lopes, vicesindaco del comune. .

Innocuo per i nuotatori

La città di Marsiglia chiede anche il sostegno di altre comunità e in particolare della città di Aix-Marseille-Provence Metropolis per “intensificare le misure di raccolta già attuate” sulle spiagge.

In realtà, questo fenomeno non è specifico di Marsiglia e le alghe potrebbero coprire l’intera costa mediterranea da Montpellier a Nizza entro tre anni se non si trovasse una soluzione.

Se queste alghe avessero conseguenze per la biodiversità marina, non sarebbe pericoloso per bagnanti e diportisti, secondo i Vigili del fuoco marittimi di Marsiglia ordinati dal consiglio comunale. Quest’ultimo, però, mantiene il divieto di balneazione nei porti per non “aggravare il fenomeno legato in particolare all’inquinamento marino” giustifica il consiglio comunale.