Febbraio 3, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il mondo del ciclismo professionistico rende omaggio all’ex direttore sportivo Noel DeJonkire

],”filter”:{“nextExceptions”:”img,blockquote,div”,”nextContainsExceptions”:”img,blockquote”}}”>

Non perdere mai un momento dalla Parigi-Roubaix e Unbound Gravel, al Giro d’Italia, al Tour de France, alla Vuelta a España e tutto il resto quando > “,” name “:” in-content-cta “,” type”: “link”}}”> partecipa +.

L’ex ciclista professionista e direttore sportivo è stato omaggiato dal mondo del ciclismo Noël De Junkerie Dopo la sua morte all’inizio di questa settimana all’età di 67 anni.

Dejonckheere è diventato professionista nel 1979 dopo aver vinto la corsa a punti amatoriale ai Campionati del mondo su pista l’anno precedente. È stato due volte campione della Parigi-Nizza e ha vinto sei tappe della Vuelta a España nel corso della sua carriera.

Dopo il ritiro, ha lavorato con il team 7-Eleven/Motorola per quasi otto anni. Ha poi trascorso un decennio alla guida del programma di sviluppo di USA Cycling a Izegem, in Belgio, prima di entrare a far parte di BMC Racing come Direttore delle operazioni per l’Europa.

Leggi anche: L’ex ciclista professionista e direttore sportivo Noel DeJonkire è morto all’età di 67 anni

Peter Stetina, ex professionista su strada diventato pilota gravel, è stato uno di quelli che hanno reso omaggio al belga. “RIP Noël. Ha avuto un impatto duraturo sulla carriera di molti motociclisti. Compreso il mio”, ha scritto Stetina su Twitter.

John Lelangue ha lavorato con Dejonckheere alla BMC Racing. “Giornata triste per il ciclismo con la scomparsa di Noel DeJonkire. L’ho incontrato per la prima volta come allenatore nazionale a USA Cycling e ho avuto l’opportunità di lavorare con lui durante i miei 10 anni alla BMC, dove è stato un COO straordinario. È emozionante. [sic] E un professionista! Riposa in pace Noel”.