Aprile 1, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il ministro della sicurezza chiede agli esperti di Internet di indagare su TikTok

  • Scritto da Kate Whannell
  • Corrispondente politico della BBC News

didascalia foto,

Il ministro della sicurezza afferma che i telefoni delle persone non dovrebbero essere “spyware”

Il segretario del Ministero dell’Interno Tom Tugendhat ha chiesto agli esperti di sicurezza informatica del governo di esaminare i rischi posti da TikTok.

Il ministro non ha escluso il divieto dell’app di social media di proprietà cinese, dicendo a Radio Times che aspetterà prove prima di prendere una decisione.

Arriva il giorno dopo che il primo ministro Rishi Sunak ha dichiarato che il Regno Unito esaminerà ciò che gli Stati Uniti, l’UE e il Canada hanno fatto vietando TikTok sui telefoni governativi.

TikTok ha affrontato accuse di aver consegnato i dati degli utenti al governo cinese.

La società sostiene di non operare in modo diverso dalle altre società di social media.

Parlando a Radio Times, Tugendhat ha dichiarato: “Dobbiamo assicurarci che i nostri telefoni non siano spyware.

“Capire le sfide poste da queste app, cosa richiedono e come entrano nelle nostre vite è molto importante.

“Questo è il motivo per cui ho chiesto al National Cyber ​​​​Security Center di esaminare la questione”.

Lunedì alla domanda se il Regno Unito vieterà TikTok da telefoni e dispositivi governativi, Sunak ha dichiarato: “Prendiamo molto sul serio la sicurezza dei dispositivi e stiamo anche osservando cosa stanno facendo i nostri alleati”.

Un vice portavoce del primo ministro ha affermato che i dipartimenti governativi hanno “misure rigorose” in atto per garantire la sicurezza informatica.

A marzo, la Casa Bianca ha concesso ai dipendenti delle agenzie governative statunitensi 30 giorni per rimuovere la piattaforma dai propri dispositivi di lavoro.

Il presidente Donald Trump ha tentato un divieto totale, ma è stato successivamente bloccato dai tribunali.

spiegare il video,

Il primo ministro afferma che la Cina è “una sfida all’ordine mondiale”.

Il governo indiano ha avuto più successo, riuscendo a bloccare 59 app cinesi nel 2020, incluso TikTok.

Come la maggior parte delle altre società di social media, TikTok raccoglie enormi quantità di dati sui suoi utenti, come la loro posizione e quali altre app hanno.

Tuttavia, poiché TikTok è di proprietà della società tecnologica con sede a Pechino ByteDance, si temeva che le informazioni potessero essere trasmesse al governo cinese.

La legge cinese sull’intelligence nazionale afferma che tutte le organizzazioni cinesi devono “sostenere, assistere e cooperare” con gli sforzi di intelligence del governo.

I ricercatori del Georgia Institute of Technology affermano che la legge include anche protezioni per i diritti degli utenti e TikTok afferma che i dipendenti cinesi non possono accedere ai dati degli utenti non cinesi.

Tuttavia, a dicembre è emerso che diversi dipendenti di ByteDance avevano avuto accesso ai dati di almeno due giornalisti statunitensi e di un “piccolo numero” di altri, per tracciare le loro posizioni e verificare se stessero intervistando dipendenti di TikTok sospettati di divulgare informazioni ai media.

TikTok afferma che i dipendenti che hanno avuto accesso alle informazioni sono stati successivamente licenziati.