Maggio 22, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il leader dell’opposizione russa Alexei Navalny e i suoi principali alleati elencano i terroristi

Le autorità russe hanno aggiunto il leader dell’opposizione incarcerato Alexei Navalny e alcuni dei suoi principali alleati nel registro dei terroristi e degli estremisti del paese.

La mossa è l’ultimo sviluppo di una repressione su più fronti dei sostenitori dell’opposizione, dei media indipendenti e dei diritti umani inclusi.

Quelli aggiunti all’elenco includevano otto degli alleati di Navalny, inclusi i principali aiutanti Lyubov Sobol e Georgy Alburov.

La legge prevede il congelamento dei conti bancari di coloro che figurano nell’elenco.

La mossa arriva poco più di un anno dopo l’arresto di Navalny, che ha innescato l’ondata delle più grandi proteste di massa in tutto il paese da anni.

Il politico è stato arrestato al suo ritorno dalla Germania, dove ha trascorso cinque mesi a riprendersi da un avvelenamento da agenti nervini che ha attribuito al Cremlino.

Le autorità russe hanno negato qualsiasi interferenza.

Il sig. Navalny è stato condannato a scontare due anni e mezzo di carcere per aver violato i termini di una sospensione della pena derivante da una condanna per frode del 2014.

Nei mesi successivi, anche il fratello di Navalny, Oleg, e molti dei suoi principali alleati hanno subito accuse penali e le autorità hanno messo fuori legge la sua Fondazione per la lotta alla corruzione e una rete tentacolare di uffici regionali, paralizzando le loro operazioni.

Negli ultimi mesi le autorità russe hanno anche intensificato la pressione sui media indipendenti e sui gruppi per i diritti umani.

Dozzine sono state etichettate come agenti stranieri, una designazione che implica un ulteriore controllo del governo e forti connotazioni peggiorative che screditano il destinatario.

Il leader dell'opposizione russa Alexei Navalny guarda una telecamera mentre parla da una cella di prigione.
La repressione di Alexei Navalny e di altre voci dissenzienti in Russia ha suscitato indignazione in Occidente.(AP: Denis Kaminev)

Alcuni sono stati dichiarati “indesiderabili” – un’etichetta che mette fuori legge le organizzazioni in Russia – o sono stati accusati di legami con gruppi “indesiderabili”, e molti sono stati costretti a chiudere o sciogliersi per impedire ulteriori procedimenti giudiziari.

Martedì le autorità hanno anche presentato una petizione alla corte per far scontare la pena sospesa in prigione a Oleg Navalny.

L’anno scorso Oleg Navalny e i principali alleati di suo fratello sono stati condannati per aver violato le norme sul coronavirus a sostegno di Alexei Navalny e Oleg è stato condannato a un anno con la sospensione della pena.

READ  "Estremamente raro": i pinguini antartici si ritrovano in Nuova Zelanda, a 3.000 km da casa | Nuova Zelanda