Dicembre 2, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il leader austriaco afferma che la chiusura delle persone non vaccinate è una possibilità

Il cancelliere austriaco giovedì ha intensificato le sue minacce di misure di blocco nei confronti delle persone non vaccinate, poiché i casi del nuovo coronavirus sono aumentati nel paese alpino.

La contea più colpita del paese ha detto che prevede di fare questo passo la prossima settimana.

Austria Nelle ultime settimane sono state adottate una serie di misure volte a contenere la diffusione di COVID-19 Incoraggiare più persone a vaccinarsi.
Le auto entrano in una stazione di test COVID-19 a Innsbruck, in Austria. (GT)

Lunedì sono entrate in vigore nuove regole che vietano alle persone non vaccinate che non si sono riprese dall’infezione da ristoranti, hotel, parrucchieri e grandi eventi pubblici.

Il cancelliere Alexander Schallenberg ha dichiarato alla fine del mese scorso che le persone non vaccinate in Austria potrebbero dover affrontare nuove restrizioni di blocco se il numero di infezioni continua ad aumentare, cosa che hanno già fatto.

Giovedì, i dati ufficiali hanno mostrato che nei sette giorni precedenti sono stati segnalati 760,6 nuovi casi ogni 100.000 residenti, un tasso tre volte superiore rispetto alla vicina Germania, dove anche i numeri record sono preoccupanti.

Durante la visita di giovedì a Bregenz, nell’Austria occidentale, il signor Schallenberg ha dichiarato la chiusura non immune L’agenzia di stampa austriaca riporta che i non vaccinati sono “forse inevitabili” e che i non vaccinati affrontano un inverno e un Natale “scomodi”.

“Non capisco perché due terzi debbano perdere la libertà perché un terzo esita”, ha detto Schallenberg.

Un operatore sanitario preleva un campione di tampone presso la stazione di test COVID-19 di Innsbruck.
Un operatore sanitario preleva un campione di tampone presso la stazione di test COVID-19 di Innsbruck. (GT)

“Per me è chiaro che non dovrebbe esserci un arresto delle persone vaccinate in solidarietà con i non vaccinatori”.

La provincia dell’Alta Austria, la regione più colpita del paese con quasi 1.200 nuovi casi ogni 100.000 residenti nell’ultima settimana, ha dichiarato giovedì che prevede di prendere l’iniziativa.

Il governatore Thomas Stelzer ha affermato che i funzionari “prevedono di chiudere le persone non vaccinate da lunedì, a condizione che ci sia un via libera legale dal governo federale, o piuttosto che il governo federale crei la base legale”.

Schallenberg ha affermato che le autorità prenderebbero in considerazione la possibilità di delegare un vaccino ad alcuni gruppi professionali.

Ha aggiunto che il tasso di vaccinazione del paese era “vergognosamente basso”. Circa il 65 per cento della popolazione è completamente vaccinato.

Il cancelliere ha insistito sul fatto che “possiamo spezzare quest’onda insieme”.

Vincitori Siena International Photography Awards

Immagini straordinarie documentano un’epidemia come nessun’altra

READ  I casi di COVID-19 aumentano a Singapore con la chiusura della città-stato