Febbraio 8, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Il Kingmaker Party delle Fiji vota per un’alleanza di opposizione per rovesciare Frank Bainimarama | Figi

Il Partito socialdemocratico liberale delle Fiji (Sudilpa) ha dichiarato venerdì che formerà una coalizione con altri due partiti, una mossa che spodesterà il primo ministro in carica Frank Bainimarama, segnando la fine dei 16 anni di governo dell’ex capo militare.

“Crediamo di aver concordato una via da seguire che andrà a vantaggio di questo paese”, ha detto il leader del partito Willem Javoca in una conferenza stampa dopo un voto interno al partito.

Le Fiji, che hanno una storia di colpi di stato militari, hanno stretto relazioni etniche a volte tese tra la sua maggioranza indigena e un folto gruppo di origini indiane, prima di una riforma costituzionale nel 2013 per rimuovere un sistema di voto basato sull’etnia che favoriva gli indigeni delle Fiji.

Bainimarama, che non ha ancora ammesso la sconfitta, ha detto giovedì che l’esercito è stato chiamato Aiuta la polizia a mantenere la legge e l’ordine A causa degli attacchi alla minoranza etnica indiana all’indomani delle elezioni nazionali della scorsa settimana, che hanno dimostrato che nessun partito aveva una netta maggioranza.

Una coalizione a tre partiti, tra cui Sudelba, ha dichiarato martedì di avere una maggioranza congiunta e ha approvato il leader dell’Alleanza popolare Sitiveni Rabuka come primo ministro. Bainimarama e Rabuka sono entrambi ex golpisti.

C’era una forte presenza della polizia fuori dal Southern Cross Hotel nella capitale Suva quando il consiglio di Sudelba si è riunito venerdì per votare sulla questione per la seconda volta in una settimana.

Parlando ai media dopo la fine dell’incontro, Gavuka ha affermato che il consiglio di amministrazione di Sudelba ha votato 13 contro 12 a favore della formazione di una coalizione con l’Alleanza popolare e il Partito dell’Unione nazionale.

“Riteniamo di aver concordato una via da seguire che andrà a vantaggio di questo paese”, ha affermato. La democrazia ha trionfato.

Un funzionario di Sudelba ha detto ai giornalisti che un nuovo accordo di coalizione sarà pronto per la firma mercoledì.

Rabuka e Bainimarama avevano precedentemente condotto le delegazioni all’hotel per fare offerte a Sudelba, che è emerso come mediatore di potere dopo aver vinto tre seggi nel parlamento sospeso.

Il partito sostiene politiche che favoriscono gli indigeni delle Fiji, mentre il partner della coalizione di Rabuka, il National Union Party, ha il sostegno della comunità indiana.

I nomi dei membri del consiglio che sono entrati nel complesso alberghiero recintato venerdì sono stati confrontati con un elenco. Veicoli militari pattugliavano il perimetro dell’hotel, anche se il comandante dell’esercito, il generale John Kaloniway, ha affermato che la polizia ha mantenuto il controllo e che i militari “rispetteranno qualunque sia l’esito”, hanno riferito i media del villaggio delle Fiji.

Le Fiji hanno svolto un ruolo fondamentale nella risposta della regione strategicamente situata alla crescente competizione per l’influenza tra Cina e Stati Uniti e hanno raggiunto un accordo con l’Australia in ottobre per lavorare più a stretto contatto con i suoi militari.

“Siamo pronti a lavorare con chiunque costituisca il governo delle Fiji”, ha detto venerdì il primo ministro australiano Anthony Albanese. “Le Fiji continueranno ad essere un partner importante per l’Australia”.

Durante la notte, alcuni figiani hanno pubblicato immagini di scene pacifiche e acquisti natalizi sui social media per protestare contro la decisione di chiamare l’esercito per aiutare la polizia.

Il commissario di polizia delle Fiji, Sitiveni Keleho, ha dichiarato venerdì mattina in una dichiarazione che il capo delle operazioni di polizia, Abid Khan, che era stato assegnato il giorno prima a guidare l’operazione di sicurezza congiunta esercito-polizia, si era dimesso per “motivi personali”.

Il presidente delle Fiji deve convocare il parlamento entro il 2 gennaio in modo che i legislatori possano votare per un nuovo primo ministro, secondo una lettera che il presidente ha inviato ai partner della coalizione citati dal villaggio delle Fiji.

READ  Un nuovo studio rivela che gli incendi nell'Artico potrebbero diventare un evento annuale, rilasciando grandi quantità di carbonio